Una serata folle

Scritto da , il 2016-05-26, genere gay

Avevo portato la mia ragazza in ospedale per un ricovero,esco verso le 20.00 per andare alla stazione a prendere il treno per casa.Alla biglietteria mi accorgo di aver perso il portafoglio,subito vado in crisi,devo tornare a casa e non ho soldi!
Disperato esco dalla stazione nella speranza di trovare un passaggio,si ferma un signore sui 50 anni,mi chiede se volevo salire,senza neanche chiedere dove andasse,salgo!
In auto gli spiego il mio problema,e lui molto gentilmente mi offre di accompagnarmi a casa,sono circa 130 km.......
Vista l'ora di cena,il tipo mi chiede se ho fame,e mi invita a cenare con lui.
Si fermiamo in uno dei ristoranti tipici di camionisti,io sono stupito di tanta gentilezza,ma ben presto capii bene!
Gia al tavolo il tipo mi parlava strano,mi chiedeva se ero fidanzato,se avevo fatto sesso mai con un uomo......
Poi in auto mi dice che a voglia di farsi fare una pompa,e fermandosi in una piazzola,mi fa' vedere il suo cazzo,barzotto!
Dai fammi sentire come succhi il cazzo! altrimenti puoi scendere e andare a piedi!
Erano le 23.30 e pioveva anche!
Non avevo molte alternative,ho fare il mio primo pompino a un uomo,oppure scendere.
Decido di provare,la cosa mi mette ribrezzo,tocco il cazzo e lo sento crescere e diventare duro nella mia mano,e' enorme!
Dai puttanella,prendilo in bocca fammi sentire come sei troia con gli uomini....
Un odore orribile di piscio mi faceva venire i conati di vomito,ma lui mi spingeva la testa a fondo fino alle palle,non respiravo,il suo cazzo era almeno 24 cm e doppio,faceva paura,era quasi il doppio del mio.....e la mia paura era che non si accontentasse solo della pompa!!!
Venne sborrando un fiume di sperma,che mi obbligo' a ingoiare tutto,poi ripartimmo,ero quasi felice di essermela cavata con poco,dopo tutto lo avevo preso in bocca...ma l'orco quando eravamo quasi arrivati si ferma,mi mi fa'scendere e spogliare,mi mette a 90 gradi e dopo aver sputato sopra il mio buchetto,mi appoggia la grossa cappella dura,e inizio' a spingere,tra il dolore atroce e il ribrezzo di farmi inculare,lui ebbe la meglio e mi sfondo' con un colpo di reni il culo!
Dolore enorme,piangevo ma non potevo far nulla,poi decisi di scappare,visto che avrei fatto al max 2 km a piedi.Corro come un pazzo,riesco a perdere le traccie,e finalmente arrivo a casa,mi aspettava una doccia e sopratutto un bide' freddo! tra sangue e sperma dell'orco,ero concio di brutto! mi addormentai con il ricordo di quanto successo,ma stranamente,avevo un erezione e mentre mi segavo mi infilai un dito in culo,era il primo passo verso un futuro di grandi inculate!

Questo racconto di è stato letto 8 4 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.