Mio cognato, quello di colore

Scritto da , il 2016-05-02, genere gay

Mia sorella Monica e' sempre stata una gran troiona,a lei e' sempre piaciuto il cazzo e come dargli torto.....ehehehe,si e' sempre portata a casa maschioni di classe,belli e cazzuti,come l'ultimo.....
james,un Giamaicano di colore alto 2 metri,con 47 di piedi e un cazzo da favola!
Appena lo vedo per poco non svengo! james e'molto simpatico,e subito lego con lui,poi a lui piace il nuoto,e io sono un giocatore di pallanuoto,quindi lo porto con per qualche vasca in piscina la sera quando c'e' poca gente,nella doccia posso finalmente osservare il fisico statuario di james,ma sopratutto il suo grande cazzo!
Dovevo trovare un idea per provarci,inizio con inventarmi di fare ottimi massaggi,e messo su un lettino nudo,era veramente difficile non toccarlo nei punti piu' pregiati....e dopo un lungo massaggio ai piedi che avrei volentieri leccato.....il mio massaggio prosegue e sfiorando spesso il cazzo barzotto del nero,mi accorgo che le mie attenzioni non passano inosservate,anzi! il suo cazzo inizia a ingrossarsi.ridendo gli chiedo se era normale per lui avere delle erezioni cosi',ma lui stava sempre zitto con gli occhi chiusi,il cazzo adesso era al massimo della sua erezione,mi presi coraggio e iniziai a segare quel palo duro,ma l'appetito si sa' vien mangiando.....e salgo sul lettino,mi posiziono a smorza candela e dopo avermi messo del bagno schiuma sul culo mi faccio impalare da james,il suo cazzo entro' tutto dentro,godevo come una vacca in calore,mi feci sborrare dentro per sentire il suo caldo nettare invadere le mie viscere.....
Mio cognato era un grande e abile animale da sesso,e quando mi disse di amare il mio culo,lo abbracciai forte,da quel giorno e' il mio amante!!!

Questo racconto di è stato letto 1 0 7 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.