Una normale giornata di autoerotismo

Scritto da , il 2022-12-01, genere esibizionismo

Leggings in ecopelle nera, aderentissimi sul corpo nudo, ho la figa carnosa e si nota bene, come dicono gli anglofoni camel toe cioè a gobbe di cammello.

Anche il culo è ben disegnato, il mio culo sporgente, peccato solo per la cucitura centrale, dei leggings ovviamente, che spezza un po' la forma ma ci sta, le chiappe sono ben delineate, peccato solo per quel neo dietro la coscia destra; la stoffa è così attillata che si vede il neo in rilievo.

Calzettoni dentro gli anfibi, per forza o addio piedi e benvenute vesciche.

Sopra il mio chiodo in pelle, vera questa volta, tenuto aperto.

Il peso della pelle e la sua consistenza quando struscia sui capezzoli me li fa indurire e ho sensazioni che mi portano allo spasimo.

Mi piace sentire la mia quinta dondolare sotto le falde del giubbotto, un massaggio erotico continuo.

Termino con un trucco deciso ed i miei occhiali scuri, oggi mi sento una porca sì.

Questo racconto di è stato letto 3 4 5 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.