Un amore karmico

Scritto da , il 2022-08-28, genere prime esperienze

Dopo anni di vero amore,ho conosciuto un amore che non è razionale, ho abbandonato marito e figli per unaltro uomo.
L'ho conosciuto al lavoro mai poi mai avrei che poteva succedere,
Lui marco 66 anni scapolo non certo per scelta
Alto 165 kg 72 calvo occhiali nulla di attraente
Io 170 castana chiara kg 55 terza di seno 27 anni sposata da 7 con due stupendi bimbi che amo.
Tutto inizia una mattina arrivo in ufficio mi presentano marco,come lo vedo ho una forte atrazzione, era come se lo conoscessi da una vita,da subbito ho cercato di uscire con lui,lo chiesi dopo 10 minuti che ci eravamo conosciuti.
Lui li per li si sentì preso in giro ma accettò il mio invito a cena,
Davanti a lui telefono a mio marito che la sera ero a una cena di lavoro e avrei fatto tardi.
Durante la giornata lavorativa ero sempre fissa su di lui,andavo da lui per qualsiasi stupidaggine,
Finalmente arriva l'ora di staccare,lui mi chiese a che ora poteva passarmi a prendere.
Io chiesi se potevo andare da lui,
Rimase sopreso mi dice che condivideva l'appartamento con altri tre signori suoi amici,dico che per me non era un problema,
Partiamo e io come una ragazzina innamorata ero appoggiata alla sua spalla accarezzandolo bacciucchiandolo,
All inizio era in disaggio ma poi capì che non era uno scherzo.cerco di spiegargli che io e lui eravamo marito e moglie
In unaltra vita.
Mi prese per pazza ma innlustro dei suoi problemi ficisi che aveva un problema respiratorio due voglie in punti nascosti sul sedere e sul pube e aveva un gran cazzo.
Che poche donne lo avrebbero preso nel lato b che e il suo più forte desiderio di possedere,che io nella vita precedente l'offrivo con amore ,e per questo lui mi sposò.
Mi dice che era tutto vero dei problemi e delle voglie ma che sinceramente non sa di cosa parlo.
E che e motivato di comprendere e capire di cosa dico,
Saliamo nel appartamento e quando mi vedono entrare con lui i suoi amici cazzo che puttana quanto prende che un giro lo vogliamo fare anche noi.
Lui imbarazzato spiega che sono una collega.
I tre imbarazzati si scusano.
Entriamo nella sua stanza e io gli saltò addosso indemoniata furono le due ore più eccitanti della mia vita corrente,perché quella precedente era una cosa nor.ale.
Rimase anche lui stupito con che facilità si prese il mio lato b,
Presa dalla passione non usciamo più a cena,e telefono a mio marito che non rientravo a dormire.
Marco mi tratto da troia tutta la notte mi scopa in continuazione avendo paura che era un sogno che al risvegliò svaniva tutto.
Ma non fu così era tutto reale

Questo racconto di è stato letto 9 9 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.