Moglie schiava, marito padrone

Scritto da , il 2022-06-28, genere sadomaso

Capitolo primo. Il mio nome è Laura, ho 32 anni e sono schiava del mio padrone da quando ne avevo 18. È stato lui a sverginarmi, a trombarmi quasi ogni giorno, a farmi godere, a picchiarmi, a schiavizzarmi. 5 anni fa mi ha anche sposato. Il mio marito padrone è tutto il mio mondo, la mia vita ruota intorno a lui, lo amo più della mia vita, vivo per lui. Non importa se mi fa lavorare come una schiava, del resto lo sono. Mio marito mi fa alzare alle 5 e mi fa andare a letto a mezzanotte. A parte piccole soste per andare in bagno o per i pasti lavoro 17 ore di fila. Alla fine sono distrutta ma contenta di avere servito il mio padrone, del resto come dice lui lavoro anche per me stessa. Se un pavimento è pulito lo è anche per me. Poco importa se mi punisce quasi ogni giorno, so benissimo di meritarlo. Poco importa se quando faccio delle mancanze gravi mi fa passare dei brutti quarti d'ora. Malgrado io sono consapevole che una mancanza grave, finisca sempre per cacciarmi in grossissimi guai, ogni tanto ci ricasco e puntualmente ne piango le conseguenze. Mio marito non ha nessuna pietà di me e mi infligge punizioni pesantissime che mi devo sorbire e sopportare tutte per intero. Non vi nego che in queste occasioni passo dei brutti, bruttissimi quarti d'ora. In tanti anni non l'ho mai fatta franca. Ma io malgrado mi faccia gridare di dolore e piangere per delle ore accetto tutto, so benissimo che se mi punisce lo fa per il mio bene. Ed è proprio da una mia mancanza grave che parte il mio racconto. Ne ho combinata una delle mie verso fine anno. Dopo essere stata sulle spine per alcuni giorni non sapendo che supplizio mi aspettasse, il 31 dicembre mi ha comunicato che per un anno intero mi erano interdette tutte le feste e sarei rimasta quasi digiuna.

Questo racconto di è stato letto 3 7 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.