Moglie schiava, marito padrone

Scritto da , il 2022-07-01, genere sadomaso

Capitolo tredicesimo. Quando alla fine di agosto rientriamo a casa sono più morta che viva. Ho la schiena spezzata e dolori da tutte le parti. Eppure sono contenta, contenta di aver fatto tutto per il mio padrone. Contenta per le punizioni che ho subito, contenta per le 3258 iniezioni che mi sono state fatte, contenta per i 303 litri di medicinale e i 23 litri di acqua distillata che sono stati iniettato nel mio corpo, contenta per le 846 fialette di ferro che ho bevuto e che mi lasciano sempre la bocca amara. Se la mia sofferenza serve a fare contento il mio padrone, sono pronta a soffrire. Arrivati a casa la prima, per me, cattiva notizia. C'era Giovanna. Voleva subito mettermi al lavoro. Per piacere padrone, sono distrutta, fammi cominciare domani. Comincerai domani, ma la tua è pur sempre una disobbedienza. Appena alzata Giovanna ti darà 25 sculacciate. Alle 5 e 10 avevo il culo in fiamme ed ero già al lavoro. A pranzo mi è stato servito 100 grammi di pasta e riso fatti cuocere 7 minuti come per la pasta. Immangiabile. Sono finiti nel mio stomaco. La sera stesso pasto ma fatto cuocere 25 minuti come il riso. Altrettanto immangiabile. Anche stavolta è finito nel mio stomaco. Non c'è che dire. Nei giorni successivi giovanna si è proprio divertita. Mi ha fatto mangiare pasta fatta cuocere per 3 quarti d'ora, una minestra di peperoncino, patate bollite nel latte acido, cicoria amara con dentro una fialetta di ferro. Poi ha cominciato a lasciare cibo in giro. Vedendo che io non abbocca o ha chiamato il padrone dicendo che avevo tentato di rubarlo. Ho negato. Non sono stata creduta. Terribile la punizione. 500 frustate. Non potendomele dare tutte in una volta, sarei morta, me le hanno divise 100 un giorno si e un giorno no. Inutile dire che alla fine avevo tutto il corpo piagato. Senza che nemmeno me ne accorgessi arrivò il 31 dicembre. La punizione era finita. Giovanna fu finalmente licenziata, io sono tornata a dormire con mio marito, anche se lo sgabuzzino viene utilizzato come punizione soprattutto d'estate, in agosto, ad esempio, ci ho passato 16 notti. Il dottore mi ha diminuito la terapia. Anche se ho ripreso a mangiare è il caso che faccia 2 iniezioni e beva una fialetta al giorno. Bellissimo il mio primo pasto. La mattina ho bevuto un bel bicchiere di latte, ho chiesto a mio marito se mi dava un pezzetto di croissant. Mi ha detto che non sono abituata, potrebbe farmi male. Ha ragione, sono proprio una stupida. A metà mattina ho mangiato mezzo manderino. A pranzo 2 fette di melanzane arrostite come antipasto, 100 grammi di riso bollito e 2 sardine arrosto. 2 noci come frutta. Il padrone avrebbe voluto darmi anche un po' di dolce, ma ha trovato la pasticceria chiusa. Lui aveva una fetta di torta ma era del giorno prima e non se l'è sentito di farmela mangiare. Certo un po' di carbonara che lui aveva nel piatto l'avrei assaggiato volentieri ma come ha detto il padrone l'uovo è pesante potrebbe farmi male. Sono proprio fortunata ad avere lui al mio fianco. A merenda ho mangiato il mezzo manderino rimasto al mattino. A cena 2 sardine arrosto con contorno di broccoli bolliti, cucinati il giorno prima. E un bel pezzo di pane di 5 giorni. Per il resto tanto lavoro, tanta fatica, e tante meritate punizioni. Purtroppo rimango sempre molto maldestra e mio marito per il mio bene mi punisce. Ed è giusto che io non la passi mai liscia. Spesso rimango digiuna, spesso il padrone non mi fa dormire, vengo frustrata con una certa regolarità, piango quasi ogni giorno. A fine anno conto 47 giorni di digiuno, 63 notti senza dormire, 70 volte sono stata svegliata di notte per fare dei lavori, 36 volte sono stata punita nuda davanti agli amici, ho fatto 37 docce fredde, 110 iniezioni di acqua distillata e 22 clisteri punitivi. 53 volte ho dormito nello sgabuzzino. Mi sono beccata solo 690 frustate, pensate meno di 2 al giorno. È la migliore vita che mi potesse capitare. Grazie padrone, grazie Giorgio per tutte le lacrime che mi fai versare. Lo fai per il mio bene e te ne sono grata.

Questo racconto di è stato letto 4 0 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.