Cotte a puntino

Scritto da , il 2022-06-05, genere sentimentali

Oggi è domenica 5 giugno, domani si lavora quindi oggi si torna a casa.

Faccina che piange a dirotto.

Va bene torno seria, ma no macché seria la realtà è che come sempre ti abitui alla vita del dolce far niente; che poi non è neppure vero si fanno faticacce in vacanza, ma a cuor leggero eppoi si pagano.

Ieri per esempio come ho scritto nell'altro mio racconto siamo state in pineta, tutto il giorno.

Mangiato benissimo al ristorante del resort e poi invece di cambiare attività siamo tornate in pineta; sole sugli scogli, mare, sole sugli scogli, dormite in pineta, dormite sugli scogli.

Morale la sera eravamo out, non riuscivamo a connettere, troppo sole, pelle che scotta e cervello in tilt, per questo non ho scritto nulla ieri sera, non ho letto nulla ed ho solo commentato a cacchio.

Oggi va meglio eh.

Oggi giri culturali, lo sapevate ad esempio che la chiesa qui accanto a dove dormiamo, ovvero il duomo dedicato all’Assunzione in Cielo di Maria e S. Pellegrino è di origine veneziana come tutta la città vecchia d'altronde, non ve ne può fregare di meno? Ottimo.

Quindi oggi andrà così che poi magari sarà meglio per noi, cammineremo tenendoci per mano e teneramente ci gireremo questa cittadina che ha spunti così interessanti.

Ah sapete che in Croazia l'omosessualità non è molto tollerata e se si hanno atteggiamenti come effusioni pubbliche, un bacio eh niente di che, si rischia grosso? Bè niente di nuovo rispetto all'Italia ma qui gli omofobi sono un po' più concentrati e si fanno sentire.

Va bè tranquilli, non uccideremo nessuno, a presto.

Lù & dormigliona

Questo racconto di è stato letto 1 6 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.