La settimana di Anna 8

Scritto da , il 2020-12-30, genere dominazione

Avanti rotta in culo mettiti in posizione che Matteo e Marco ti devono sfondare. Ben detto Luca. È si cagna non sia mai che ti lasciamo senza cazzo. Così le venne messa di nuovo la musureola e le fu tolta la coda. Vediamo se qui dietro si sta allargando. Mhhhhhh. Oh si oggi ci sono entrate ben 3 dita. Ecco troia arriva il mio cazzo. Uhhh che bello, oggi ti ho proprio fatto fare il pieno. Si davvero Matteo le hai rimpieto tutti i buchi. E non intenzione di fermarmi. Ahhh siii come godo. Mhhhhh. Luca non ti sembra che stia parlando troppo? Hai ragione filo, forse le serve un tappo per quella fogna. Guarda troia ho 15 centimetri che fanno al caso tuo. Ecco adesso è muta. Bravo Luca,ora la sfondo. Fai pure tanto le piace. Ahhhh godo, siii senti come ti sto riempiendo il culo troia, ti metto in cinta. Ahahah davvero è gravida con tutto questo sperma. Dai Matteo togliti che tocca me. Ecco fatto cagna altri 15 centimetri per il tuo buco. Sempre piena devi essere. Luca io sto per sborrare. Mi spiace filo ma questa volta non ti lascio la bocca, vienile sul viso cosi le fai la maschera. Buona idea. In poco tempo la faccia di Anna si riempi di sperma così come la gola e il culo. Ma guardati come sei bella con tutto lo sperma in faccia. Aspetta che te lo spalmo bene. Brandendo il cazzo come un pennello ricoprì ancora meglio la faccia di Anna. Grazie padron Filippo. Figurati cagna ma tranquilla che ti do lo stesso la sborra in gola. Bene cagna ora noi prepariamo il pranzo tu invece vai in giardino ovviamente al sole così la crema di Filippo si adagia bene sul tuo viso, poi preparati che oggi usciamo. Il giardino di Luca aveva al centro un albero che era perfetto per legare Anna. Così il suo guinzaglio fu legato all'albero. Ora prima di andare a mangiare vogliamo vedere quanta fame hai. Così fecero mettere il cazzo di Filippo davanti a lei. Filippo indietreggiava e lei avanzava, riuscì ad avanzare fino a quando il guinzaglio non la tirò indietro. Ahahah, caspita ne hai parecchia di fame. Su forza riprova ancora. Ma ancora una volta quando stava per prendere il cazzo il guinzaglio la tirò di nuovo. A te serve il guinzaglio che ti strozza altrimenti ci mangi il cazzo schifosa. Pffff. Guarda c'è della saliva perterra magari puoi fare aperitivo. Ahahah. Su dai leccala. Anna riusci solo con la punta della lingua a prenderla. Mi raccomando goditelo e non finirlo tutto. Dopo 2 ore di pranzo tornarono da lei. Caspita che caldo infernale che fa oggi. Cagna hai sete?. Bau bau. I tuoi padroni sono buoni e ti abbiamo portato del caffè macchiato sputo. Il tuo prefetto se non ricordo male. Su forza vieni a bere. Tira fuori solo la lingua se no ti rovini il trucco, anzi fammi sentire com'è. Ottimo è bello secco. Bevi piano troia che è caldo. Glu glu glu glu. Caspita ma quanta sete avevi. No no le piace da impazzire. Ormai non so più cosa non le piaccia. Adesso andiamo fuori, slegarono Anna e la portarono nei pressi della macchina. Altra regola cagna quando usciamo tu vai nel baule se no mi sporchi i sedeli. Forza entra. Stavolta è entrata subito, ieri ho dovuto sculacciarla per farla muovere. Dopo 30 minuti di viaggio i ragazzi raggiunsero una spiaggia isolata. Vieni cagna che giochiamo un po'. Non bucare il pallone come ieri se no sono guai. Così iniziò una mezz'ora di lanci in riva al mare e stavolta la palla non si danneggiò. Bene troia come avrai notato questa non è una spiaggia trafficata, sai perché. Anna fece no con la testa. Perché è una spiaggia nudista infatti adesso dobbiamo spogliarci. Guarda come sono belli i nostri cazzi. Bau bau bau bau. Ahahah lo so che ti piacciono ma ti ricordi che devi fare una dieta sana ed equilibrata quindi andiamo. I ragazzi misero 4 pali nella sabbia, tolsero le zampe ad Anna e le legarono sia le braccia che le gambe ai pali. Era aperta a forma di x. Levarono anche la coda e lo sperma iniziò ad uscire. Ottimo stai già colando. Misero un cartello davanti ai suoi occhi il quale recitava oggi cagna gratis. Si caro il mio troione hai letto proprio bene oggi sei di tutti,vediamo quanti cazzi prendi.

Questo racconto di è stato letto 9 0 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.