Mia moglie 18 - Anche il fratello del marito gioca alla roulette a chi la ingravida.

Scritto da , il 2020-09-18, genere incesti

L'orgia si era protratta sino all'alba quando tutti i maschi che vi avevano partecipato erano andati via compreso il marito di Lara al quale la moglie,dopo averlo fatto partecipare alla roulette facendolo godere nella fica di Elisa,aveva riapplicato la gabbietta di castità.

Alle ore 14,00 in punto(h.8,00 di New York)era squillato il cellulare di Elisa che aveva finito da poco la doccia e con ancora l'accappatoio addosso,era seduta a consumare una via di mezzo molto energetica,tra il pranzo e la prima colazione.

Aveva molta fame la femmina!

-E' tuo marito!-

Le aveva detto Lara porgendole l'apparecchio.

-Ciao amore!-

Aveva esordito lui.

-Ciao!-

Gli aveva risposto la moglie con un tono gelido della voce mentre continuava a mangiare.-

-Amore,volevo dirti che ho riflettuto tutta la notte su quello che sta succedendo tra noi.

Ti ho già detto che ho sbagliato e che sono pentito...ti chiedo perdono per tutto quello che ho fatto e...al mio rientro,vorrei che tutto si sistemasse e tornasse come prima.-

Aveva continuato il marito con la voce incerta di che sta recitando.

-E poi.....volevo chiederti se è vero che stanotte sei stata nel nostro letto con 5 maschi.-

-Intanto scordati che qualcosa possa tornare come prima!

Quanto a stanotte,certo che è vero e mi sono divertia molto...ho goduto come mai mi era successo prima d'ora epoi....non erano 5 maschi ma 5 stalloni assatanati.-

-Ma...almeno hai usato le precauzioni che ti avevo procurato?-

-Cosa? I preservativi? Certo che li ho usati con Dhajr e l'altro nero ma solo quando mi penetravano in vagina,per gli altri buchi,erano completamente liberi...sai che mi piace il sapore della carne calda e viva e poi,da quando ho provato quella color cioccolata la trovo davvero squisita e ne sono ghiotta!-

-Con Dhajr,il suo amico e....e con gli altri maschi?-

Aveva insistito lui.

-Chi,quegli altri tre maialoni?

No..no! Con quelli no,da quelli mi sono fatta annaffiare l'utero dai loro schizzi di seme,viscido e caldo e poi,li ho anche assaggiati e tutti,a modo loro,avevano un buon sapore.-

-Ma così rischi...rischiamo che rimani incinta....-

-E già è un bel rischio...ma non ancora una sicurezza...vedremo...vedremo quando torni a casa!

Tu piuttosto con chi hai passato la notte?-

-Con nessuno amore,te l'ho detto che ero in albergo da solo a rimurginare sulla nostra terribile situazione!-

Aveva risposto l'uomo singhiozzando.

-Sei proprio sicuro?

-Mnnn....he...-

E come mai mezz'ora fa quando ti ho cercato in albergo mi hanno detto che non eri in camera?-

-Mnnn...ero giù tesoro...ero in piedi da più di 2 ore ed ero sceso a fare colazione.-

-Cornuto,sono stanca delle tue balle!

Ti ho fatto cercare d'appertutto in albergo e non c'eri ed anche adesso chissà dove sei e con quale delle tue puttane che paghi coi miei soldi.

Se non fosse così,come mai continui sin da stanotte a telefonarmi col tuo cellulare anziché farmi chiamare dal centralino dell'hotel col telefono fisso!?

By by cornuto e ti proibisco di rompermi ancora i coglioni mentre sto scopando....prima mi avevi interrotto un orgasmo sul più bello....non farlo più,cornuto!-

Dopo avere sbattuto il telefono in faccia al marito,aveva chiamato a se Lara e slacciandosi l'accappatoio ed allargando le cosce,l'aveva fatta inginocchiare e si era fatta leccare la fica sino all'orgasmo bagnando la sadia e le sue labbra coi suoi abbondanti umori.

Da quando aveva intrapreso quelle nuove avventure con Lara,aveva anche scoperto i piaceri saffici che lei le aveva scoprire e vivere per la prima volta.

Dopo una giornata di lavoro svoltasi a tono ridotto,quella notte si era ripetuta simile alla precedente con la differenza che Lara aveva abbordato due ragazzi tedeschi dall'incredibile aspetto stereotipato:"Biondi con gli occhi azzurri" che aveva incontrato quel pomeriggio in una boutique del centro dove era andata a comperere delle cose per Elisa.

Nel corso della nottata si era capito che i due ragazzi erano amanti e questo aveva eccitato tutti in modo particolare e il partouze si era svolto con un pizzico di soddisfazione in più da parte di tutti.

Mentre il biondo attivo si occupava con particolare libidine delle due donne,i due neri,oltre che alle donne,dedicavano le loro attenzioni anche al biodino Gay aprendogli il culo in modo osceno,facendolo strillare come una gallina strozzata e facendogli ingoiare i loro cazzoni e fiumi di sborra.

Naturalmente,pur non lesinando le giuste attenzioni alle due donne,mentre scopavano e riempivano la bocca e il culo del biondino Ariano,mostravano nei loro sguardi e nei loro grugniti di vittoria,il senso di rivincita dell'uomo nero selvaggio e mpotente sul bianco impotente e sottomesso.

Per tutta la notte erano squillati inutilmente i cellulari delle due donne ed il telefono fisso della casa.

Naturalmente il rifiuto di rispondere era studiato ad arte affiché fosse chiaro per Ciro,il disprezzo che sua moglie nutriva per lui.

Il pomeriggio del giorno successivo Elisa aveva ricevuto in ufficio la gradita visita di un signore che nessuno aveva mai visto prima.

-Lara per favore lasciaci soli e annulla tutti gli appuntamenti che hai già preso per stasera.-

Quando Lara era uscita dalla stanza,Lisa aveva chiuso la porta a chiave come abitualmente faceva il marito nei suoi momeni da padrone maiale.

Anche quella notte a casa di Elisa il telefono era squillato per molte volte a vuoto.

Infine,poco prima dell'una,lei si era decisa a rispondere:

-Pronto!-

-Ciao amore...come stai?-

-Bene,molto bene!-

-Non sento rumori come l'altro giorno,sei sola?-

-Non non sono sola!-

-Chi c'è con te?-

-Sai chi è venuto a trovarmi oggi in ufficio....tuo fratello!-

-Chi oreste?-

-Si proprio lui,è di passagio perché domani pomeriggio deve prendere l'aereo per Dubai.

Pensava di trovare anche te e voleva salutarti ma poi....-

-Be,se lo santi salutalo anche a mio nome,ma perché mi hai detto...ma poi....?-

-Perhé quando l'ho rivisto dopo tutto questo tempo,mi sono venuti in mente tanti ricordi e istintivamente ho fatto come facevi tu con le segretarie.

Ho chiuso la porta a chiave,l'ho fatto sedere sulla tua poltrona e gli ho fatto un pompino.

Ti confesso che quando ho rivisto il suo cazzo,bello,liscio,grosso e duro proprio come me lo ricordavo,mi è salito il sangue alla testa e l'ho succhiato senza mai fermarmi rischiando persino di soffocare mentre lo spompinavo e quando mi sborrava in gola.-

-Che puttana che sei!-

Aveva commentato il marito.

-Certo che sono una troia e lo ero anche allora quando indecisa se fidanzarmi con te o con lui,mi facevo scopare da entrambi e tu lo sapevi!

Mi sa che già da allora avevi l'indole del cornuto.

Sai,c'è una cosa che non ti ho mai detto,il giorno del nostro matrimonio,mentre mia madre e mia sorella mi aiutavano a vestirmi,lui era venuto a trovarmi a casa "Voglio essere il primo a baciare la sposa" aveva detto.

Mia madre e mia sorella che avevano un debole per Oreste al punto che avevano sperato sino all'ultimo che sceglissi di sposare lui anziché te,avevano capito l'antifona e con una scusa ci avevano lasciati soli.

Puoi ben immaginare cosa successe!-

-Ti ha scopata....ti è venuto dentro....ti ha messa incinta...nosro figlio....???!!!!-

L'aveva interrotta col tono allarmato della voce.

-No,no, che vai a pensare,quando stava per venire lo aveva tirato fuori e mi aveva macchiato le mutandine e lo strascico del vestito....certo che quei fiotti erano potenti,numerosi e abbondanti...-

-Vuoi dire che forse ti aveva messa incinta?-

-Ma no cosa dici...non credo!?

Certo,lui era molto eccitato e lo spruzzo era stato davvero potente...chissà....Chissà!-

-Chissà...chissà un cazzo,certo è che quando siamo tornati dal viaggio di nozze tu eri già gravida...di chi era il figlio...di chì!

-E' vero,ero già incinta ma ricordi anche tu quante belle scopate avevamo fatto durante la luna di miele e...mi eri sempre venuto dentro!-

-Puttana..puttana...puttana!-

-Ti ho già detto che io sono di certo una gran troia me ti assicuro che in questo momento in questa casa vi sono più corna di un branco di cervi.

Molte corna le porto di sicuro io ma credimi,le tue sono più grosse e in continua crescita!-

-Dov'è adesso quel bastardo di mio fratelo,dammi il suo cellulare e il telefono del suo albergo che lo voglio chiamare e dirgli cosa penso di lui.-

-A dire il vero e quì a casa nostra e in questo momento è in bagno a pisciare e scicquarsi un po,non ti dico come mi ha conciata e com'era sudato quando ha finito con me!-

-Ha finito? Cosa ha finito? Cosa avete fatto tu e quel bastardo sul mio letto matrimoniale?-

-Intanto,modera i termini.

Questo letto non è il tuo ma semmai è il nostro e poi,lui non è per niente un bastardo ma è un meraviglioso cognato con un cazzo che tu neanche te lo sognie per di più,e un amante magnifico!-

-Gli hai messo almeno il preservativo eh!?

Glielo hai messo o ti sei fatta riempire come una puttana?-

-Cornuto che non sei altro,come puoi pensare che ci avrei fatto l'amore col preservativo?

Mi ha goduto dentro e mi ha scaricato tutto il contenuto dei suoi testicoli come faceva quando eravamo fidanzati io e te.

Mentre parlo con te sono ancora piena e sto aspettando che lui me la venga a pulire con la lingua così come io gli ho ripulito il cazzo prima che andasse a fare la pipì e se proprio lo vuoi sapere,stanotte ho anche voglia di farmi pisciare in bocca.-

-Ma cos'è diventato un frocio quel coglione di mio fratello che ti ripulisce lo sperma che hai dentro e ti piscia in bocca?-

-Frocio,coglione e cornuto sarai tu!

Devi sapere che Oreste mi ha sempre leccata dopo avermi fatta godere ed essermi venuto dentro e ho sempre bevuto la sua urina.

Cosa credevi che fosse quel "buon saporino" che tanto ti piaceva quando mi baciavi....erano i sapori di tutti i suoi umori compresa la pipì e la sborra!

Anche il giorno del nostro matrimonio aveva fatto così e mi aveva leccata dopo aver sborrato,altrimenti in chiesa avrei rilasciato una scia di sperma camminando.

Vuoi sapere se stasera mi metterà incinta?

E' possibile visto che ha detto che vuole chiavarmi e riempirmi sino a domattina.

E' possibile che sia lui a ingravidarmi in questa roulette in cui anche lui spara i suoi colpi ma non è detto che sia proprio lui tra tanti a fare centro.

Comunque tu cornuto,stai tranquillo non gli ho detto che sono fertile e non ho intenzione di dirlo ne a lui e nanche agli altri porci che mi sto facendo.

Sappi che il figlio,semmai dovessi rimanere incinta,sarà anche tuo figlio e tu ne sarai il padre.

E' chiaro o no...cornuto!

Ah ecco,sta arrivando tuo fratello:..."Oreste,c'è tuo fratello al telefono da New York,vuoi dirgli qualcosa?" "Si,digli che è un cornuto e che non merita proprio una donna come te!-

segue




Questo racconto di è stato letto 5 3 7 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.