Mia moglie non vuole il mio cazzo!

Scritto da , il 2020-11-27, genere tradimenti

-Non ti fai chiavare anche dal cornuto?-

Aveva chiesto l'amante a mia moglie che se ne stava sul mio letto nuziale a cosce spalancate e con la fica oscenamente aperta dalla quale un rivolo di sperma bianco scivolava sul lenzuolo.

-No..no,a lui non piace fare l'amore con me dopo che sono stata con un altro.-

Gli aveva risposto lei ridacchiando sardonica e aggiungendo:

-Vero amore che non ti piace scoparmi dopo che sono stata con un altro e con la fica ancora piena e calda?-

-Davvero non ti piace scopare con tua moglie farcita del seme del suo amante che magari te l'ha anche ingravidata davanti ai tuoi occhi?

Sei davvero uno strano tipo di cornuto tu,di solito i mariti delle troie che frequento io,sono felici se anziché guardare e farsi le seghe,possono partecipare anche loro.

Certo,prima che io o la moglie lo autorizziamo a mettere il pisello nella fica che ho appena riempita,devono fare il loro dovere di cornuto ripulendomi il cazzo con la bocca e risucchiando dalla fica di sua moglie tutto il mio carico e poi....prego...si accomodi!

Tu invece preferisci guardare e segarti?!-

Aveva aggiunto lui mentre disteso accanto a lei la baciava sul collo e le strizzava i bei capezzoli gonfi ricambiato da mia moglie che gli pastrugnava il cazzo gocciolante e ancora bagnato sino ai testicoli.

Io ero seduto su una specie di sgabello appoggiato all'armadio a specchi e dovevo apparire davvero patetico completamente nudo com'ero e col cazzetto duro tra le mani.

In quella posizione di assoluta inferiorità,avevo cercato di farfugliare qualche risposta con le parole miseramente bloccate in gola.

-Che c'è cornuto,davvero pensavi che oggi,avendo portato il mio amante per la prima volta sul nostro letto nuziale,mi sarei concessa anche a te col tuo pisello da bambino?

Ma l'hai visto che cannone ha in mezzo alle gambe questo quà!?

Devo confessarti che oggi è davvero la mia giornata fortunata perché quel coglione di Saverio che dovevo incontrare per andare nel motel mi ha dato buca per via di quella troia di sua moglie e per puro caso,uscendo dal supermercato ho incontrato lui,che si era offerto di aiutarmi con la spesa e sai com'è,mentre mettevo le buste nel bagagliaio,me lo sono ritrovato appoggiato dietro di me con quel ben di Dio che spingeva sulle mie chiappe.

La sai anche tu che oramai,non sono più in grado di resistere al richiamo del cazzo.

Fai una cortesia,non stare li impalato,togliti quelle mani di dosso,vacci a prendere una cosa fresca da bere e poi vai in cucina a preparare la cena che poi,vorrei approfondire la conoscenza con questo signore e magari,potrai godere anche tu con una bella sega prima di andare a nanna.

Se sei d'accordo,mi piacerebbe che lui restasse a dormire con me stanotte e tu potresti arrangiarti sul divano in soggiorno....è vero amore che mi fai questo regalo solo per stanotte te lo giuro!-

La serata era continuata secondo il desiderio di mia moglie.

Dopo avergli portato un prosecco fresco a letto,mi ero occupato di preparare la cena.

Erano venuti a tavola completamente nudi e quando entrambi erano usciti dalla doccia,mi ero reso conto di che sorta di omone fosse quello scononosciuto.

Era un tipo alto sulla cinquantina,con un corpo imponente e tonico senza un filo di grasso e nessun cenno di pancetta ed in mezzo alle gambe gli pendeva un membro davvero impressionante con uno scroto ricoperto di fulvi peli neri come quelli che aveva sul petto.

Il confronto tra il suo portamento ed il mio corpo minuto,glabro e con una ridicola pancetta sotto la quale faceva capolino un cazzetto davvero misero era insostenibile.

Per la prima volta,avevo avuto l'impulso di toccarlo anch'io per provare le stesse sensazioni di mia moglie.

La serata dopo che a fine cena avevo rassettato il tavolo da pranzo e la cucina era continuata con loro che,dopo aver bevuto un drink in salotto,si erano trasferiti in camera ed avevano ripreso a scopare sul letto matrimoniale mentre io li guardavo segandomi.

-Bravo amore,adesso che hai goduto anche tu,pulisci per terra e poi vai a dormire e lasciami alle prese con questo cazzone che pare davvero insaziabile.-

Mi aveva detto mia moglie dopo che mi ero sborrato in mano sporcando anche il pavimento.

Come ho già detto,quella era la prima volta che mia moglie portava un suo amante a casa.

Tutto era cominciato circa tre anni dopo il nostro matrimonio.

Per tutto il periodo avevamo fatto l'amore quasi ogni sera alla ricerca del nostro primo figlio che,malauguratamente,non riuscivamo ad avere.

Via via che i giorni ed i mesi passavano,mia moglie diveniva sempre più nervosa ed anche a letto,pareva aver perso lo slancio e la passione dei primi tempi.

Una sera rientrando a casa un po più tardi del solito con un'aria strana ed un passo lievemente claudicante,mentre eravamo a tavola mi aveva detto:

-Amore ho qualcosa da dirti......una cosa terribile che ti farà arrabbiare.-

-Cosa dici,lo sai che non mi arrabbio mai con te.-

-Lo so...lo so ma questa è davvero grossa!-

-Che cosa...cosa amore..cosa?-

-Stasera quando tutti erano andati via,il mio capo mi ha chiamata nel suo ufficio e non so neanch'io come sia andata.....abbiamo fatto l'amore.-

-Come avete fatto l'amore...in che senso?

-Hai ragione...hai ragione tu...in verità non abbiamo fatto l'amore....abbiamo scopato!-

E così mi aveva spiegato che senza neanche capire bene cosa stesse succedendo,si era ritrovata distesa sul divano con le cosce aperte ed il suo capo che la leccava dove io non avevo mai neanche pensato di poterlo fare.

Le sensazioni che aveva provato erano talmente nuove ed intense che aveva perso completamente il senso delle cose e di ciò che le stava accadendo.

Erano i suoi primi orgasmi!

L'altra sconvolgente novità per lei era giunta nel momento in cui lui le aveva messo il cazzo (aveva proprio detto cazzo!)in bocca facendole scatenare una libidine totalmente incontrollabile.

Fortunatamente l'uomo pur trovandosi alle prese con una donna totalmente ingenua,aveva mantenuto il controllo e le aveva chiesto se prendesse la pillola o usasse altre protezioni.

Alla risposta negativa,aveva indossato il preservativo e l'aveva penetrata procuraldole una fitta di dolore come se lui l'avesse deflorata col suo enorme cazzo (Così si era espressa:Enorme cazzo!).

-Amore...scusami...ma forse ero ancora vergine col tuo pisello.-

Poi l'uomo,dopo averle procurato orgasmi a raffica col cazzo nella fica,aveva continuato col suo corso accelerato di sesso:

-Ascolta Paola,ho capito che per te queste sono tutte cose nuove ma anch'io ho le mie esigenze.....non mi piace venire nel preservativo e siccome non posso goderti dentro col rischio di ingravidarti,mi devo scaricare in altro modo...in bocca o nell'altro buco dove però ti farei molto male stasera.

-In bocca...in bocca....vienimi in bocca..te lo meriti per le cose che mi hai fatto scoprire e per come mi hai fatto godere.-

Gli aveva risposto mia moglie aprendo le labbra e lasciando che lui la chiavasse in bocca e gliela riempisse col suo seme "Com'era viscoso...caldo...salato...gustoso...davvero gustoso amore!"

-Amore....è incredibile quello che mi ha fatto scoprire il mio capo e credo che vorrò approfondire...ampliare le mie conoscenze....voglio saperne di più...di più....lo vuoi anche tu amore...vuoi vedermi più felice....vuoi che la tua mogliettina goda come non ha mai fatto?-

Io ero letteralmente sconvolto.

Senza capacità di risponderle e senza capacità di organizzare un minimo pensiero,avevo continuato ad ascoltarla tremando ma il peggio era stato quando aveva concluso:

-Amore,domani vado dal ginecologo per farmi prescrivere le pillola...voglio fare esperienza ma non voglio correre rischi e soprattutto...non voglio tradirti....voglio continuare ad amarti ed avere il tuo amore.-

Una pugnalata non avrebbe potuto essere più dolorosa per me.

Sentivo che stavo per perdere mia moglie e con lei il sogno di avere dei figli.

Ed ero già un cornuto!

segue



Questo racconto di è stato letto 7 5 2 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.