Un vero amore cuck - 12 - Sognare Santo Domingo con un pompino in aereo

Scritto da , il 2020-06-07, genere tradimenti

Mentre erano in attesa del volo nella sala d'imbarco,Clara e il marito erano seduti l'uno accanto all'altra mentre la baby sitter,attraverso il vetro mostrava ridendo alla bimba divertita,gli aerei che si libravano in volo.

La proposta di quel viaggio accettata dal marito come se fosse una semplice concessione fatta alla moglie della quale era sempre più innamorato,in realtà,lo aveva eccitato al punto che le moglie,ormai capace di leggere ogni suo pensiero,ogni sua reazione,gli aveva messo una mano sulla patta e trovandolo duro,si era inginocchiata e gli aveva fatto un pompino.

-Amore,sei stato magnifico.

Ce l'avevi davvero durissimo e pieno di quella cremina che mi piace tanto.-

Gli aveva bisbigliato prima di porgergli le labbra e fargli assaporare il gusto del suo stesso seme.

-Amore,credo che ci divertiremo davvero tanto a Santo Domingo.-

La ragazza era oramai capace di gestire quel rapporto in modo ben equilibrato e attenta alla vera natura del marito dalla personalità così diversa (sul lavoro o nei momenti di relazioni con gli amici ed i parenti)da quando erano soli e lui indossava cerebralmente il lato sconosciuto e perverso della sua personalità.

Già!

Il lato che sino a pochi giorni prima era conosciuto solo da lui(Che ne ignorava le origini certamente non imputabili solo alle dimensioni del suo pene) e la moglie che ogni giorno ne scopriva frammenti nuovi.

A loro si era aggiunta la baby sitter capace di sondare la psiche delle persone anche da piccoli gesti,il colore delle cravatte,ed anche altri capi d'abbigliamento degli sposini che in loro assenza andava a curiosare nei loro armadi.

E poi,il vibratore,gelosamente nascosto tra l'incredibile quantità di biancheria intima(Tutta rigorosamente ricamata coi loro nomi come a velerle ricordare in ogni momento che il marito era lui)che ogni giorno si arricchiva di nuovi capi sempre più sexi.

D'altra parte,anche lei col marito viveva una situazione simile con la differenza che lei lo cornificava con amanti fissi di cui lui fingeva di ignorava l'esistenza.

In realtà sapeva benissimo chi fossero ed ogni volta che lei lo tradiva,lui andava a cercarne le tracce nella biancheria sporca con la quale si masturbava o,in casi più rari,fornendole,eccitatissimo a letto,prestazioni eccezionali che lei volentieri accettava,quella stessa sera.

E' l'insondabile psicologia del potenziale cornuto i cui motivi scatenanti si possono forse,cercare negli studi di psicanalisi.

Per quanto se ne parli poco per motivi culturali o religiosi,il fenomeno cuckold è molto più diffuso di quanto non si sappia pubblicamente.

Ed anche il fenomeno delle donne dominanti è alquanto presente nelle nostre società apparentemente solo maschiliste.

Di tanto in tanto la cronaca ci fornisce indizi in merito sino al clamoroso fatto di cronaca di molti anni fa che aveva coinvolto il famoso blasonato Casati Stampa che,dopo una vita passata a cercare amanti per la moglie,un giorno,colto da un raptus di gelosia aveva fatto una strage e si era poi suicidato.

Tra Clara e il marito avveniva pressoché la stessa cosa anche se lui non le aveva mai cercato un amante.

Non lo aveva mai fatto ufficialmente ma dopo il matrimonio,era stato lui a creare quelle situazioni apparentemente casuali.

Era successo quando aveva organizzato il viaggio di nozze a Santo Domingo.

In quella circostanza,fingendo di non sapere di quale tipo di resort si trattasse,aveva permesso alla sua giovane ed inesperta sposina di scoprire che vi era anche un modo diverso di concepire il sesso.

Era successo con l'incontro al ristorante con Antonio e Lisa (della quale lui non ha mai saputo del rapporto incestuoso padre/figlia ma che considerava semplicemente dall'età molto diversa)terminato col suo primo pompino ad un cazzo dalle dimensioni assai diverse da quello del marito.

In quella circostanza aveva anche provato,anche se solo passivo,il primo rapporto saffico ed aveva scopero che lo sperma di poteva anche ingoiare oltre che per fare figli.

Ed era successo anche quando aveva scelto la baby sitter della quale,attraverso le referenze aveva appreso della sua attitudine a gestire con capacità e amore la loro preziosa frugoletta ma aveva anche appreso,attraverso indagini più approfondite da una agenzia di investigazioni,della sua vita familiare e delle sue libertine abitudini sessuali.

Mentre erano in volo per la loro destinazione,lei era stretta al marito in un tenero contatto mentre la baby sittere e la bimba sedevano nella fila dietro la loro.

Entrambi erano con gli occhi chiusi uniti dallo stesso pensiero.

Ad un certo punto,quando le luci dell'aereo erano spente,lei gli aveva messo una mano sulla patta trovandolo eccitato.

A quel punto lei aveva preso la mano del marito,e se l'era portata tra le cosce facendogli sentire la fica bagnata.

Come per magia i loro pensieri concomitanti si erano materializzati e con essi le loro voglie.

Cercando di trattenere i suoi gemiti,lei grazie alle carezze del marito,si era sciolta in un languido orgasmo al quale,appoggiando la testa sul grembo del marito aveva fatto seguire un pompino per poi addormentandosi con ancora in bocca il gusto del suo seme.

segue

Questo racconto di è stato letto 1 8 9 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.