Mia madre-Troia e maestra di sesso e di vita

Scritto da , il 2012-12-01, genere incesti

-ohhhhh....si......così.....che bello..ancora dai....che bocca....!che lingua...!mmmmhhhhhhh.....che goduria...sìiii...sìiii....leccami lì....succhiami la cappella...leccami le palleeee...!che belloooo....!-

Lei,di tanto in tanto,staccandosi dal mio livido e pulsante membro,strizzandomi i testicoli e tenendomi il gambo stretto tra le dita,commentava le mie oscene,farfugliate parole ed i miei rumorosi gemiti ansimando:

-Che cazzo.....che cazzo...che hai...chi avrebbe mai immaginato che dentro quelle mutande fosse custodito un cazzo cosi!-

-Mmmhhhhhh....che bello...succhia...succhiami senza parlare..chi avrebbe mai immaginato che quelle labbra e quelle lingua potessero darmi tali sublimi sensazioni....mmhhhhh...aaahhhhh....succhiami....succhiami.....-

In quel momento di massima,inaspettata depravazione,avrei voluto vedermi come se fossi stato un spettatore esterno!

Certamente ne avrei goduto venendo nelle mutande anche senza toccarmi vergognandomene subito dopo.

Era troppo oscena e trasgressiva quella scena incestuosa.

-Mmmhhhhh....aaahhhhhh....stà attenta...cosi mi fai venire.....attenta...attenta....togli le labbra....staccati....non...non voglio goderti in bocca....non posso sborrare nella bocca di mia madre....togliti...mammaaaaaaa...sborrooooooo....sborroooo....!-

Nonostante che,con le mani cercassi di spostare la testa di mia madre dal mio cazzo infoiato,nel momento estremo dell'acme,lei è stata più forte e decisa di me e stringendomi a sè con le mani serrate sui miei glutei,mi ha impedito di uscire facendosi scaricare in bocca un'infinita quantità di bollenti fiotti di sperma.

Tutto era avvenuto con una tale rapidità che non riuscivo ancora a capacitarmi di quanto fosse successo.

Dopo aver goduto,credo di essermi accasciato semisvenuto sul divano ed al mio risveglio,speravo che il tutto non fosse altro che il frutto di un'inquietante sogno.

Avevo ancora ancora i pantaloni e le mutande calate alle caviglie ed il cazzo moscio ed ancora gocciolante quando,riaprendo gli occhi,mi è apparsa la figura di mia madre con in mano un piccolo vassoio con due tazzine di fumante caffè.

Dopo essermi goffamente ricomposto e mentre sorseggiavamo la scura,fragrante bevanda,guardando mia madre negli occhi le ho chiesto:

-Perchè mamma!?-

-Perchè cosa?-

Mi ha risposto lei,ribaltando la domanda con lo sguardo ironico e,aggiungendo poi:

-Il pompino...non hai gradito il mio pompino....non sono forse stata brava per i tuoi gusti?-

La sicurezza con la quale mia madre ribaltava il mio interrogativo,era stupefacente e spiazzante per me.

Ero andato da mia madre a confidarle che le cose tra me e mia moglie andavano peggiorando e che,ero preoccupato per i nostri bambini.

Per tutta risposta e senza alcun commento,mia madre mi aveva spinto sul divano e senza dire una parola,mi aveva calato le brache e,prim'ancora che potessi capire cosa stesse accadendo,aveva cominciato a sbocchinarmi sino a giungere all'estrema conseguenza di farsi sborrare in bocca ed ingoiare il mio sperma.

-No...non è questo mamma...il pompino mi è piaciuto moltissimo...è che non capisco perchè e...perchè poi mi hai fatto godere nella tua bocca...perchè hai bevuto il mio seme....perché!-

Lei avvicinandosi a me e stringendomi le mani:

-Dimmi la verità Paolo,tua moglie te li fà i pompini e...ha mai ingoiato il tuo sperma?-

-Ma...mamma...mia moglie non è una puttana....quelle sono cose che fanno solo le troie!-

-Ecco!

Bambino mio...questa è la risposta alla tua domanda.

Io sono tua madre ma,sono una troia,per questo faccio pompini a tutti e non a mio marito!

Questo è il mondo in cui viviamo,dove vige incontrastata l'ipocrisia ed i falsi tabù!

Cosa credi che io non sappia che tuo padre ha l'amante con la quale fa le cose più "oscene" mentre con me si comporta come se io fossi la Maria Goretti?

A nulla sono valsi i miei sforzi per fargli capire che anch'io sono femmina e che,come tale voglio essere trattata.

Non c'è stato nulla da fare ed ora anch'io ho l'amante anzi,a dirla tutta,ne ho più d'uno!-

Io sempre più confuso:

-Cosa vuoi dire mamma che mia moglie ha anche lei un'amante?-

-Forse si!
E fossi in te,non sarei tanto sicuro che i tuoi due bambini siano proprio tuoi!

Non credere,anche uno dei tuoi fratelli non è figlio di tuo padre;naturalmente,non ti dirò mai chi è!

Caro Paolo,credo proprio che tutti i tuoi dissapori con tua moglie,dipendano da questo.

Quando torni a casa,cerca di farle capire che forse le cose tra voi non funzionano anche,e soprattutto per questi motivi.

Poi comincia nell'intimità a trattarla come una troia e vedrai che tutto si aggiusterà!

Ma ora veniamo a noi,non crederai che dopo avermi fatto assaggiare quel biscottone che hai tra le gambe,me ne potrò privare tanto facilmente?!

Vieni...andiamo sul lettone,tuo padre rientrerà domani sera e noi abbiamo tutta la notte ed il giorno di domani per fare qualche lezione di sesso.

Quando tornerai da tua moglie ed i tuoi bambini,potrai dire che ti sei preso due giorni per riflettere.

Abbiamo cominciato con la bocca ma,prima di farti assaggiare la mia fica,voglio che tu impari come si fà a far godere una femmina col culo e renderla finalmente la tua troia personale!-

Ho passato due giorni meravigliosi ed indimenticabili avendo nel contempo la conferma di quanto troia fosse mia madre.

Era meravigliosa;una vera dea dell'amore,una macchina del sesso!

La sua fica era bellissima,gonfia e con una clitoride che stimolata,si ergeva livida e scappellata come un piccolo membro.

L'assenza poi,di ogni traccia di peluria(era completamente rasata)facevano apparire le grandi labbra ed il monte di venere,gonfi e desiderabili come bignè ripieni di crema.

Il suo sfintere anale, certamente aperto da innumerevoli precedenti passaggi nei quali era stato assente solo il membro di mio padre,era elastico,roseo e zigrinato come un fiore in attesa dell'alito vitale prima della schiusa.

Quella sessione di sesso intensivo con mia madre,deve aver modificato anche il mio aspetto se è vero,com'è vero,che al mio rientro a casa,mia moglie,mi è saltata con le braccia al collo e,senza che io glielo chiedessi,mi ha portato a letto con un'un'urgenza che non era nel suo stile.


Sono passati due anni da quel giorno,i rapporti con mia moglie si sono rinsaldati,lei aspetta un bambini"sicuramente"mio.

Con mia madre,ho,oramai un rapporto di sesso fisso e lei mi ha assicurato di aver interrotto ogni contatto coi suoi precedenti amanti ed anche con suo marito,i rapporti sono radi e frettolosi.

Mi ha anche detto che ha interrotto l'assunzione della pillola.

Chissà poi perchè mi ha svelato quel suo segreto se poi continua a farsi chiavare da me,facendomi godere dentro di lei!?

-Mi basta il tuo cazzo ed il fatto che possa istruirti su come comportarti con tua moglie e le donne in genere che,come avrai,finalmente,anche tu capito;dentro,sono tutte puttane assetate di cazzo.

Tua madre ne è la prova vivente!-

Mi ripete la mia mammina ogni volta che ci vediamo e mi fa sborrare in uno dei suoi infiniti anfratti!

fine

Questo racconto di è stato letto 1 6 7 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.