Le confessioni di mia nonna 3°-le rivelazioni sconvolgenti

Scritto da , il 2012-11-15, genere incesti

Ascoltavo le parole di mia nonna e pendevo letteralmente dalle sue labbra e,certamente la postura yoga a gambe incrociate che entrambi avevamo assunto sul letto,favoriva le conturbanti e sublimi sensazioni che lei riusciva a trasmettermi.

Le cose che mi aveva raccontato sino a quel momento,per quanto trasgressive ed inaccettabili per la comune,conformista morale,erano in fondo,parte integrante del suo personaggio compreso il fatto per altri scandaloso,di avere avuto figli da suo padre,da suo fratello e da amanti che l'avevano chiavata una sola volta ed a loro insaputa,l'avevano anche inseminata.

Rapito dal racconto e come in tranche,mi sono sorte spontanee domande che,stante l'intimità di quelle rivelazioni,devono essere apparse a mia nonna,incomprensibili e prive di senso:

-Ma nonna...perchè ti sei fatta scopare e ingravidare da tuo padre e poi dallo zio,tuo fratello che poi è diventato il padre di mia madre?

Bella com'eri,affascinante e disinvolta,potevi avere ai tuoi piedi tutti gli uomini del mondo,perchè anche loro?-

Con la stessa profonda voce che aveva assunto dall'inizio del racconto e con tono grave,mi ha risposto:

-Carlo,bambino mio,vita della mia vita...molte cose devi ancora sapere ed io sono quì per questo.

Spero che tu sia tanto forte da reggere che cose che stò per dirti.

Se tu non lo fossi,significherebbe che con te ho fallito e questo non me lo potrei mai perdonare.

Devi innanzitutto sapere che tuo zio mi ha ingravidata facendomi partorire tua madre la quale a 18 anni si è sposata e ed il giorno stesso delle nozze,lui,suo fratello e genitore,l'ha chiavata ingravidandola.

Da quel rapporto sei nato tu.

Tuo zio dunque,ti è anche padre!-

L'inattesa rivelazione che mia madre era figlia del rapporto incestuoso tra la nonna e suo fratello e che,io stesso ero il frutto di un doppio "insano e peccaminoso" rapporto tra mia madre e suo padre/fratello,mi aveva scosso dal rapimento del momento e mi aveva procurato un profondo,repentino sgomento che mi ha fatto reagire così:

-Ma nonna.....com'è possibile che io sia venuto al mondo grazie ad un peccato così grande?

E mio padre...mio padre non si è accorto di niente?-

-Carlo,bambino mio,il vero genitore non è chi ha fecondato tua madre ma è colui il quale ti alleva e ti da tutto il suo amore.

Tuo padre non si è accorto di nulla in quanto tra lui e tua madre,mia figlia,vi è lo stesso amore e la stessa fiducia che vi è stata tra me e tuo nonno.

Con una grande differenza,che io tuo nonno l'ho molto amato ma,l'ho sempre tradito mentre tua madre si è trovata tra le braccia del padre/fratello ubbidendo ad un richiamo misterioso ed ineluttabile.

Tua madre ama davvero tuo padre e non l'ha mai tradito se non con l'uomo che poi ti ha generato e che,comunque,non ha mai saputo che tu sei suo figlio.

Credo dunque,che non sia il caso di parlare di "grande peccato"piuttosto,tu sei davvero il frutto di un fatto insondabile e di un'amore grande e disinteressato che,ancora ti avvolge nel suo mistero.

Non giudicare dunque coloro che ti hanno generato e non dare nulla per scontato del tuo futuro.

Chissà,un giorno forse anche tu giacerai nel letto di tua madre e da lei vorrai un figlio!-

-Forse hai ragione tu nonna,i miei giudizi sono ingiusti ed avventati ma capisci,le cose che mi stai svelando sono cos1.......-

e lei interrompendomi:

-Sconvolgenti?!
Volevi dire sconvolgenti?
Forse si lo sono o meglio,lo sarebbero per chiunque ma,non devovo esserlo per te!

Vuoi sapere perché mi sono fatta sverginare e ingravidare da mio padre e poi da mio fratello?

Tutto è iniziato col fatto che sin da piccola,vedendo come venivano trattate le donne della mia famiglia,e come fossero sottomesse ai loro uomini che le tradivano e le maltrattavano,avevo deciso che,la mia vita sarebbe stata diversa.

Volevo tutta la mia libertà senza compromessi e rifiutando tabù,pregiudizi e conformismi di ogni sorta.

Per questo,alcuni giorni prima del mio matrimonio,senza dire nulla a nessuno,ho tolto la spirale e mi sono fatta chiavare ancora da mio padre facendomi inseminare.

La mia è stata una sfida al conformismo e lui mi ha ingravidata ma,non ha mai saputo che il mio primo figlio è frutto di quella scopata.

Così come con mio fratello;con lui ho cominciato a chiavare mentre ero incinta e poi,abbiamo continuato anche nei due anni successivi al parto.

Inizialmente prendevo la pillola,poi l'ho interrotta e mi sono fatta ingravidare anche da mio fratello.

Dopo l'esito positivo del test,insieme a mio marito,abbiamo deciso di avere un'altro figlio e dunque,la nuova gravidanza è parsa del tutto normale.

E' nata una bellissima bambina,tua madre!

Questa situazione ha prodotto il fatto che,quando mio fratello ha cominciato ad avere rapporti con tua madre,credeva che fosse un rapporto incestuoso con sua sorella senza rendersi conto che era anche sua figlia.

Carlo,bambino....amore mio....ti vedo frastornato.....distenditi che voglio massagiarti un pò,farti rilassare e poi accoglierti per godere di te e sentire il calore del tuo piacere esplodere nel mio ventre come se anche tu volessi ingravidarmi.-

Ero completamente disteso in posizione supina e per favorire il mio rilassamento,mia nonna mi aveva persino tolto il cuscino da sotto la testa.

In quella postura non potevo vederla ma,potevo sentire il lieve scorrere delle sue dita sul mio corpo e il suo caldo alito accompagnare i baci sulla mia pelle.

Ho chiuso gli occhi e come sempre,mi sono abbandonato alle sue sapienti,eccitanti carezze che mi avrebbero accompagnato nel sublime regno dei sensi.

segue

Questo racconto di è stato letto 1 2 1 5 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.