Una storia strana

Scritto da , il 2023-01-31, genere etero

UNA STORIA STRANA

Accadde una cosa strana mentre era davanti al monitor. Due mani robuste uscirono dallo schermo e le afferrarono le tette attraverso il tessuto.
Thomas,il protagonista della telenovela che stava guardando,si era girato verso di lei ammiccando e aveva allungato le mani. Com'era possibile quella magia?
Se le lascio toccare. Lui si sporse verso di lei e passò lo schermo con la testa,poi le spalle e poi tutto il corpo.
Rimase senza fiato,trovandoselo davanti con quel sorriso smagliante,la camicia bianca aperta sul davanti a mostrare quei pettorali…
È un sogno e desiderava viverlo in pieno. Lasciò che le slacciasse la camicetta,che le afferrasse le tette strette in un reggiseno di pizzo blu.
Lei non riusciva a muiversi e lasciò che lui proseguisse,l'accarezzasse,la baciasse. Poco tempo bastarono a lui per toglierle i vestiti e baciarla lentamente in ogni centimetro esposto .
Lei che rimaneva ferma e lasciava fare a lui. Le sue mani,la sua bocca,il suo… Ooh. Nudo,dentro e fuori,gli occhi che non lasciavano un istante. Piacere come un fuoco. Brucia.
Orgasmo.
Si addormento'.
Si risvegliò con il riverbero del monitor spento. Era nuda sul tappeto. Si alzò guardandosi intorno. Dove sei mia vigorosa apparizione?
Un sogno,solo un sogno. Le mani erano bagnate di sesso liquido. Si tirò su a sedere. Che sciocca che sono. Si rivesti,spense tutto…
Il dottore la osservò perplessa.
Incinta…
Ma come diavolo è potuto accadere?

Questo racconto di è stato letto 8 0 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.