Mamma troia e basta.

Scritto da , il 2022-07-01, genere incesti

Tutti i parenti sapevano del comportamento di mamma, nessuno che la criticasse, anzi elogiavano il suo coraggio e chi la criticava tra il vicinato, sosteneva che era solo invidia perché non avevano lo stesso fisico, la stessa bellezza, la stessa famiglia e soprattutto lo stesso marito che le consentiva tutto. Per la famiglia mamma era sul piedistallo da adorare e basta. Genitori e suoceri, nonostante andasse in giro seminuda, stravedevano per lei, la sua simpatia e la sua disinvoltura nei movimenti ne facevano un'attrazione. Se avesse avuto un'altro marito, magari l'avrebbe rinchiusa in casa per paura che la scopassero, con papà questo problema non esisteva in quanto lo riteneva come un tarpare le ali ad un uccello. Buon sangue non mente, siamo cresciuti ricalcando gli stessi caratteri Vania come mamma ed io come papà.

Questo racconto di è stato letto 7 8 3 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.