Un poco di chiarezza.

Scritto da , il 2021-02-07, genere tradimenti

Ho ricevuto qualche mail in cui appare chiaro che qualcuno (per fortuna non tanti) non hanno presente la situazione, in generale.
Chi pensa che siano storie di fantasia, chi pensa che si stia parlando solo di storie del passato senza alcun seguito attuale, chi equivoca su altro.
Ricapitolo quindi la storia. Vera, anzi verissima.
Anna nasce nel 1968. Il primo pompino lo fece a dodici anni e fu un pompino con ingoio e da allora non smise più. Dopo qualche mese, perse la verginità di figa (non si ricorda nemmeno il nome del tipo) e arrivò a diciotto anni facendosi scopare da almeno una sessantina di ragazzi. Nel paese era conosciuta come la “Regina dell’ingoio”. Tutti i maschi volevano scoparsela ma nessuno voleva una relazione seria con una zoccola di quel tipo. Stare insieme a lei significava essere da subito cornuto.
Era sboccata e parlava di cazzi e di sborra con la massima disinvoltura e quando scopava esigeva il turpiloquio spinto.
Tra le decine di cazzi presi ci fu anche quello di Luca il quale non la dimenticherà mai.
Poi conobbe il primo marito il quale arrivava da altro paese e conosceva solo in parte il suo passato da zoccola. Nel 1987 si sposarono e si trasferirono a Milano.
Lei sognava di fare la zoccola ma lui era gelosissimo e la controllava ferocemente. Inoltre, lavorando insieme non aveva alcuna possibilità di tornare a fare la puttana e non le rimaneva che masturbarsi tutte le sere in bagno da sola.
Nel 2007 (e augurandosi che si fossero dimenticati di lei) tornò nel suo paese di origine.
Ora era un’insospettabile signora per bene.
Nel frattempo, Luca vive in trentino da decenni ed è divorziato. La cerca e la trova su Facebook.
Siamo nel gennaio del 2011.
Si sentono di nascosto dal marito e per due giorni Anna recita la parte della moglie delusa ed affranta ma appena le rivela che è a conoscenza del suo passato da moglie fedele improvvisamente torna la troia che Luca aveva conosciuto decenni prima e lo sollecita la sera (mentre è in vasca) a fare sesso telefonico. Il marito e i figli a pochi passi.
Ora inizia il bello. Ripeto. Gennaio 2011.
Vuole fare sesso telefonico pesante in cui è lei a tenere il gioco parlando di sborra da bere a litri e da cazzi da prendere. Le piacerebbe provare sesso di gruppo e vorrebbe finalmente qualcuno che le rompa il culo facendole provare finalmente una doppietta.
Luca è stupito che sia ancora vergine di culo! Ma lo rimarrà per poco.
Astutamente dice al marito che così non può andare avanti con il loro rapporto, quindi lui si vede costretto (se non vuole perderla) ad allentare le briglie del controllo.
Si incontrano dopo qualche giorno a Venezia e appena entrati in casa già scopano come maiali. Non volle nemmeno bere un caffè, ma chiese di andare subito a scopare.
La stessa sera la puttana incontra un suo ex, Maurizio, (che abitava in zona) e dopo pochi minuti dall’incontro (sette minuti per la precisione) sta già scopando anche con lui mentre Luca è nella stanza a fianco. Maurizio ignora la presenza di Luca.
Nel frattempo, sul cellulare della troia arrivano sms affettuosi da parte del marito ignaro delle doppie corna ricevute in poche ore.
La zoccola nel rientro a casa capisce che tra i due con cui ha scopato, quello che ha maggiori possibilità di filarsela è Luca.
L’altro era felicemente sposato, Luca è libero. Inoltre, Maurizio non le avrebbe mai proposto di andare a fare la zoccola. Cosa che invece Luca fece!
Tutte le sere continua il sesso telefonico mentre la zoccola è in vasca prima di cena.
Primi giorni febbraio 2011.
Luca e Anna si ritrovano in un albergo e sarà unica volta in cui scoperanno solo lui e lei! Da quel momento ogni incontro con Luca corrisponderà a provare altri cazzi!
In quella occasione si iscrivono (come coppia) in un sito di scambi. Inizialmente il programma prevedeva di scoparla con la presenza di Luca. Purtroppo, appare chiaro fin dalla prima proposta che Luca non avrebbe potuto essere presente in quanto viveva troppo distante da lei.
Nonostante ciò, la troia è eccitata all’idea di farsi scopare da tori da monta. Anche senza la presenza di Luca, purché sia lo stesso Luca a organizzare l’evento nei minimi dettagli organizzativi.
Lei gradiva salire in auto e andare a scopare subito. Senza ne vedere, ne sentire il toro in precedenza.
Accetta quindi di uscire da sola! Siamo a fine febbraio del 2011.
Nel frattempo, la zoccola si era trasferita a casa di mamma. Detto questo il marito continua a pensare ad una crisi momentanea. A un momento di riflessione. C’è da dire che la puttana non fece molto per fargli capire che fosse una cosa diversa. Ma ora era libera! La vacca e il marito continuano a lavorare insieme.
Ma la zoccola accetta con entusiasmo di uscire senza la presenza di Luca. Inizia così quella che lei definirà la “settimana da vera zoccola”.
Un giovedì sera va in motel con un toro. Lo vede per la prima volta (come richiesto) quando sale in auto e si fiondano immediatamente in motel. Luca la sentirà al telefono in piena monta. Ora questo porco è suo amico di Facebook.
Il giorno successivo esce, sale in auto dove dietro la aspetta un porco con il cazzo già fuori. Un altro alla guida. Vanno in una casa dove ci sono altri due porci pronti. Una serata con quattro maiali (nick: Gruppetto) Mai visti prima di quel momento. Arrivano le prime foto.
La domenica pomeriggio la passa con un superdotato (Tentazione) a casa del porco.
La zoccola comincia ad introdurre la presenza di Luca alle amiche, a sua madre e ai parenti materni più stretti. Luca viene accettato e gradito da tutti.
Marzo e aprile si aggiungono incontri con Luca assente. Ad Aprile Luca la raggiunge e vanno in un club privé. Luca perde ultima occasione per romperle il culo.
Maggio 2011.
Entra in motel con tre porci. Luca assente. Entra vergine di culo e ne esce rotta (racconti “amore ora sono una rotta in culo!”). Con occasione prova per la prima volta anche le doppiette.
Rischia seriamente di rompere il rapporto con Luca ma, abilmente, lo ricucisce.
Da allora gli accordi prevedevano che la vacca avrebbe continuato la collezione di cazzi da sola ma esclusivamente con un porco. Per le gang doveva essere presente anche Luca.
Luca la raggiunge mediamente ogni tre settimane e gli incontri si susseguono. Talvolta anche i sabati pomeriggi (in cui Luca è presente) la vacca va in motel o a casa di un porco da sola con il toro. La sera si aggiungono le gang.
Luca, durante la permanenza, è ospite dalla madre. Oramai molti sanno di lui. Il nuovo amore di Anna! Il marito pare ignorare tanto che si ostina a non concedere la separazione.
È durante tutto il 2011 che avvengono le gang più importanti in contesti come ville, spogliatoi, bar chiusi, uffici e nel caso in cui non ci sia offerta Luca e Anna ripiegano per il club privé.
Agosto 2011.
La zoccola passa qualche giorno di ferie a casa di Luca. Non mancano discussioni sul comportamento della cagna (racconto “Te la sei cercata!” evidenzia bene questi aspetti)
Settembre, ottobre, novembre 2011.
Si va avanti nel consueto modo. Monte serali (ma anche pomeridiane) per la troia con singoli tori e gang quando arriva Luca. La vacca deve alternare i motel della zona per non passare da prostituta.
Rapidamente arriva in pochi mesi a una quarantina di incontri da sola! Gang escluse!
Finalmente nel dicembre 2011, dopo un anno di tentennamenti, il marito pare finalmente deciso a concederle la separazione.
Dicembre 2011. Prima delle feste natalizie.
Si libera casa di mamma per tre giorni. Grazie alla presenza di Luca (memorabile la frase della zoccola: “Ma amore chi va a pensare che stai portando a casa mia un toro? Se vi vedono penseranno sia un tuo amico!) la vacca prende tre cazzi diversi in tre sere diverse.
Nel letto di mamma!
Marzo 2012.
Anna e Luca vanno a vivere insieme. E da allora non cambieranno più casa.
Anche durante il trasloco la cagna riesce a farsi scopare da un porco (Andrea) con il quale aveva dei sospesi. Uno dei tre che si era fatta poco prima a casa di mamma.
Da quel giorno iniziano ad ospitare. Cosa che avviene ancora oggi, 2021!
In un clima di assoluta insospettabilità! Che è un aspetto da non trascurare. Nella stessa casa, stesso
paese con a pochi passi (ma veramente pochi!) amici, parenti e conoscenti.
Nel 2017 Anna e Luca si sposano, ovviamente in secondo matrimonio per entrambi.
Ma è dal 2012 (data inizio convivenza) che gli incontri avvengono prevalentemente in casa.
È in questo conteso che racconti come “E’ chiaro come annuncio” oppure” Bull, ora sai cosa ti aspetta!” hanno un significato.
Anche esperienza descritta in “Una vera prostituta!” oppure” Che domenica: 4 cazzi nuovi per la vacca.” sono contestualizzate nel periodo in cui vivono insieme.
Ma in generale questo lo si dovrebbe capire dal contesto.
Detto questo la vacca, seppur con inevitabile minore frequenza, non si limita ad incontrare in casa ma continua ad andare in motel o a casa del porco di fiducia. E pur non privilegiando i club privé anche questi rimangono ultima soluzione.
E poi ci sono le vacanze o le trasferte lavorative di Luca dove la vacca lo raggiunge e non perde certo occasione per continuare la sua collezione di cazzi.
Ora spero sia tutto maggiormente chiaro. Come dovrebbe essere chiaro il motivo per cui se il racconto è dedicato a un singolo toro ci possono essere dei salti temporali.
Dieci anni da zoccola non sono pochi!





Questo racconto di è stato letto 2 9 7 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.