Che chicca quella foto

Scritto da , il 2021-04-05, genere tradimenti

Quella foto non compare tra i file delle porcate ma bensì tra le foto ufficiali, tra le foto che si possono far vedere tranquillamente a parenti e amici, tanto che compare anche sul suo profilo Facebook nel ricordare quelle vacanze.
Siamo a Rimini. Oramai qualche anno fa. Un alberghetto a pochi passi dal mare.
È un assolato pomeriggio. Ma nonostante questo Anna è seduta su un tavolino del patio. Davanti a sé un piccolo laptop con cui sta serenamente giocando ai consueti giochini.
Appare serena e rilassata. È effettivamente rilassata. La proprietaria uscendo la nota. Anzi li nota in quanto è presente anche Luca. Chiede amichevolmente il motivo per cui Anna non sia al mare. La zoccola accenna a un fastidioso eritema da non far peggiorare.
La proprietà rientra e Anna continua nel giochino. È effettivamente molto presa e non si accorge nemmeno che Luca le sta facendo una foto.
Indossa una camicetta nera che sarebbe più indicata la sera che nei pomeriggi. Con qualche accennata trasparenza ma più sul casto che sul vedo. E gli immancabili jeans.
Anna è tranquilla e rilassata nonostante il motivo per cui sia in quel posto in quel momento non è certo l'eritema, ma un altro.
È in attesa di un certo Claudio, un toro della zona che a minuti dovrebbe arrivare per portarla in un motel nelle vicinanze e scopare.
La puttana non conosce nemmeno il viso di questo porco. Essendo in vacanza e per una serie di circostanze non è riuscita a sapere di più, se non che è molto referenziato. Nonostante questo, ha accettato senza esitare e ora, in attesa del suo arrivo, decide di passare il tempo facendo i giochini.
tanto rilassata che ha anche un cenno di stizza, quando l'esito del gioco non è di suo gradimento.
È Luca a richiamare la sua attenzione con un "è arrivato "quando riceve SMS del porco con i riferimenti di dove questo abbia parcheggiato.
È vicino al lungomare a un centinaio di metri dall'albergo. Si tratta solo di girare l'angolo. Ovviamente Claudio ha reso noto anche il tipo di auto e il colore della medesima.
La vacca si alza con la massima disinvoltura. Come se invece di una monta con un maschio mai incontrato prima stesse per andare a fare la spesa.
È evidente che è abituata a queste situazioni!
Quindi si alza. Si avvicina a Luca. Un veloce bacio e il "Amore ora vado! " accompagnato da una domanda che è più una conferma:" Chiami tu. Vero? ".
Luca rientra in camera. Il suo problema è che non ha i riferimenti consueti che potrebbe aver a casa conoscendo il motel in cui va la troia. Il porco gli disse che ne avrebbe cercato uno tra i tanti ma non sapeva con quale tentativo sarebbe andato in porto. Se al primo o se ne fossero serviti altri.
Luca decide che potrebbe essere il tempo di chiamare. Decide anche di filmare quel momento.
Il telefono appoggiato sul letto in viva voce. Per fortuna il lungomare di Rimini è chiassoso nel pomeriggio e le stanze vicine sono disabitate in quanto sono tutti al mare.
Tre squilli. Poi come risposta le urla di goduria della vacca. Immediate!
Luca non può sbagliare: è il tipo di urlo di quando viene inculata!
Non si sbaglia: il porco la sta inculando.
E come un animale! Un’autentica bestia! E la cagna apprezza! Eccome se apprezza!!


Questo racconto di è stato letto 2 2 6 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.