Un piacevole incontro

Scritto da , il 2020-06-07, genere etero

Erano trascorsi solo due giorni da quella bellissima serata e la mia mente pensava sempre a lei, al suo corpo al suo viso.
Yuko era partita per lavoro e sarebbe tornata solo tra qualche giorno ma io desideravo vederla quanto prima.
E finalmente venerdì arrivo e lei mi chiese di venirla a prendere alla stazione
ERo lì in attesa da ormai 30 minuti quando il treno giunse in stazione e finalmente la rividi, era lì con il suo trolley che avanzava mi vide e sorrise, ricambiai il sorriso e la raggiunsi ci baciamo come se fossino solo noi due li, mi staccati con difficoltà da quelle labbra, presi il trolley e ci incamminammo.
Sistemato il trolley in macchina ci
Sedemmo in auto e partimmo, era bellissima con quel vestitino a fiori che aderìva al suo bellissimo corpo, notai subito che i capezzoli iniziarono a premere sul tessuto provocando in me un sussulto...
Il mio sguardo prosegui e osservavo le sue bellissime gambe che terminavano con un bellissimo paio di decolte nere.
Mentre la macchina viaggiava è parlavamo di come fosse andato il viaggio lei cerco la mia mano e la strinse, un brivido attraverso i nostri corpi.
Nella macchina il suo dolce e delicato profumo si diffondeva aumentando notevolmente il mio desiderio di stringerla a me, al tempo stesso la sua soave voce mi dava piacere.
Una volta giunti a casa mi accomodai sul divano e lei dopo essersi allontanata ritorno da me e si accomodo sulle mie gambe, iniziai a baciarla le nostre bocche si cercavano e una forte eccitazione ci pervase
Il mio pene si irrigidi e premeva sul suo sederino...lei muoveva il suo culetto aumentando la mia eccitazione.
Le mie mani iniziarono a carezzare il suo corpo e giunte finalmente a contatto con i suoi fianchi notai, che non indossava intimo e che i suoi muci iniziavano a bagnare il mio jeans.
La voglia di godere con lei era irrefrenabile con gesto rapido abbassi jeans e slip ed il mio pene libero entro in contatto con il suo corpo.
Mi staccati dalle sue labbra ed iniziai a baciare prima il suo collo poi scesi giù fino al suo magnifico seno dove i suoi capezzoli premevano sul mio corpo, iniziai a leccarli, succhiarti e ciò faceva crescere la dua eccitazione e suoi much i mi bagnavsno il mio pene, in un istante lo prese e lo guido dentro di sé e si sedette di colpo.
Il pene si fece largo nella stretta vagina provocando brividi di piacere in entrambi.
Con movimenti lenti yuko saliva e scendeva sul mio pene ed ogni volta entrava semore di più, l'eccitazione cresceva ed la sua figa emanava un profumo di sesso che si diffondeva nell'aria.
La sua voce, i suoi gemiti mi segnalavano che l'orgasmo era prossimo ad arrivare.... E in effetti un getto di muco usciva dalla sua vulva eccitata segnale che aveva raggiunto l'orgasmo voluto, restammo in quella posiozio per un po poi lei si alzo e rapidamente si inginocchio prese il pene in bocca ed iniziò a leccarlo, baciarlo, mentre lo faceva mi guardava negli occhi,
Non resistetti per molto ed un fiume di caldo sperma invase la sua bocca e lei lo prese tutto senza sprecare neanche una goccia, alla fine si sollevò e ci baciamo in un bacio lungo ed appassionato e le sussurai Ti Amo.



Questo racconto di è stato letto 1 2 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.