Mia cognata mi apre ancora le cosce

Scritto da , il 2019-04-14, genere tradimenti

Aver scopato sua figlia mi crea un certo disagio nel tornare in quella casa ma ho troppo voglia di Daniela , mia cognata , e quindi apro la caccia alle sue grazie e la chiamo.
Daniela risponde con la sua solita voce sensuale ed io , dopo averle rinnovato le mie scuse per non aver potuto andare da lei dopo averle dato appuntamento, le chiedo tutto di un fiato se ancora voleva il mio ritorno in casa sua.
Certo non te lo meriteresti dopo avermela data buca mi dice ma cercherò di perdonarti e se vuoi io oggi pomeriggio sono libera ed a casa c'è solo Roberta e puoi venire appena dopo pranzo.
Vengo di certo e già il mio amico qui sotto si è animato le confesso e lei ridendo mi congeda dicendomi " speriamo sia vero ".
Sono al settimo cielo, già sono le 11,30, mi affretto a fare una doccia e mi vesto semplice per non dare sospetti a mia moglie e le dico che non sono a pranzo dovendo andare da un cliente e lei mi saluta dicendo che nel tardo pomeriggio doveva andare da Elena e tornava appena dopo cena avendo ricevuto il suo invito a mangiare da lei; la cosa un po' mi infastidisce perché so bene cosa va a fare mia moglie Marta da Elena ma pensando che io stavo andando da sua sorella per scoparla il buonumore mi torna subito ed esco fischiettando.
Un salto in un negozio per prendere un regalino per mia cognata e sua figlia se dovesse esserci ed un passaggio veloce al bar per prendere un panino ed una birra e mi precipito in macchina per fare il tragitto che mi separa da un pomeriggio di sesso.
Arrivo , suono e mi viene ad aprire Roberta ,mia nipote , e mi sorride maliziosamente; mentre saliamo le scale di casa mi sussurra " oggi devi scopare lei vero ,sei proprio un porco " ed io le do un bacio sulla guancia e le dico "ce ne è anche per te " ma una femmina come sua madre vorrà prenderlo tutto lei e quindi tiro diritto verso la mia meta e per la nipote troia lascio solo una bella toccata di cosce appena prima di entrare in salotto dove Daniela ci aspetta sorridente.
Roberta ci saluta dicendo che andava da una sua amica a studiare e ci dà campo libero ; che bello penso anche se farmele entrambe rimane il mio sogno.
Mia cognata è uno splendore e si presenta vestita con una gonna molto corta una camicetta celeste chiaro con due soli bottoni allacciati e senza calze ; " mi confondi e sei sempre più desiderabile" dico convinto e lei apprezza e mi abbraccia mettendomi la lingua in bocca ed il mio padrone la sotto si mette sull'attenti ammaliato da quella femmina pronta per la monta.
Ho veramente una voglia matta e la stringo e la palpo tutta e le ricordo quante volte ci avevo provato da giovane ma mai aveva ceduto al mio corteggiamento e lei ride divertita e mi porta in camera sua iniziando a spogliarsi ed io la seguo e mi metto sul suo letto per guardarla meglio mentre il suo corpo rimane appena coperto da un tanga bianco che le copre appena la sua fica pelosa e dietro sparisce tra le sue chiappe sode. 
Mi sento re e padrone in una casa non mia e godo nel pensare che sto per montare mia cognata; lei parlando mentre si spoglia mi chiede come sta sua sorella e mi dice maliziosamente che se sapesse cosa facciamo noi due ora ci sparerebbe ad entrambi.
Sorrido alle sue parole ma so bene che sua sorella fra poco sarà scopata a casa della sua amica da almeno sei uomini e quindi è troia tale e quale a lei e quindi le rispondo spostando l'attenzione verso lei dicendole che anche suo marito , se lo sapesse , non sarebbe felicissimo.
Chiudo gli occhi dopo essere rimasto solo con gli slip e lei sento che me lo tira fuori ed inizia un pompino da urlo e mi sento svuotare le forze ad ogni suo ingoio del mio cazzo ; si gira e mentre continua a leccarmelo mi presenta la sua fica alla bocca ed iniziamo un sessantanove da paura che ci porta presto vicino all'orgasmo.
Mentre siamo al culmine e sto per sborrargli in bocca squilla il telefono e blocca tutto; è mio cognato che la chiama e lei mentre ha ancora la mia cappella vicino alla bocca ed ogni tanto lo succhia parla con lui e sembra una monaca di clausura e fa l'innamorata e fedele moglie e gli dice che lo aspetta e che ha bisogno del suo amore ed è gelosa che salga qualche donna sul camion e che la porti a letto con lui .
Lei parla ed io malignamente le allargo le cosce e le infilo dentro il cazzo ed inizio a pomparla scatenando di nuovo la sua voglia ed i suoi sospiri che trattiene appena a stento; sento che lo saluta chiude il cellulare e lo getta via e si stende sul letto e allunga le braccia ed ad occhi chiusi inizia a corrispondere alle mie spinte e mi porta in pochi minuti a sborrale tutto dentro cosa che mi svuota di tutta la mia sborra e che mi lascia sul letto mezzo esausto; lei non è sazia e inizia a succhiarlo di nuovo e sento che mi riporta in pochi minuti ad una nuova erezione.
Amore le dico mentre la giro sai che ora voglio anche il tuo culetto ma lei cerca di dissuadermi e mi implora che è vergine , non lo ha dato nemmeno a suo marito e non vuole che lo faccia per paura del dolore che le farò provare ma sono troppo determinato e Daniela sa che ha poche possibilità di riuscire a convincermi.
Le cospargo il forellino rosa di crema e mi ungo per bene il cazzo e poi punto la cappella su quel buchino minuscolo e premo contro il suo culetto che lei cerca di stringere ma con un colpo deciso faccio entrare la cappella nel suo culo e lei grida ma le do il tempo di adeguarsi al mio cazzo dentro il suo bel sedere.
Le sussurro in un orecchio mentre la lecco sul collo di rilassarsi perché ora lo ha preso ed il più è fatto e sento che le sue chiappe belle e sode si allentano e la trovo sotto bella e rilassata e senza indugi inizio a premere e vedo il mio cazzo che era tornato bello duro sparire nel suo culo ed il sospirone che lei fa mi eccita da morire.
Spingo e sbatto le mie palle sulle sue natiche e lei che è ad occhi chiusi e geme e sospira sempre più forte mi fa capire che inizia a godere.
In quel momento mi alzo per spingere bene e venirle nel culo quando con la coda dell'occhio vedo sua figlia Roberta che ci spia dalla porta semichiusa e si sta toccando; sua madre non può vederla tanto è presa dalla monta ma a me eccita tantissimo e sogno presto di poterle avere entrambe nude che mi scopano e mi fanno godere.
Non posso certo dire a Daniela che sua figlia si masturba vedendola fare la troia con me ma intanto che la sbatto forte e inizio a sborrarle in culo anche lei raggiunge l'orgasmo ed in quei momenti si può dire di tutto alla propria partner ed io da vero porco ma anche sfruttando il momento migliore le sussurro che lei è splendida ma anche Roberta è già donna e che loro due sono il mio sogno da realizzare assieme.
Lei è mezza intontita dall'orgasmo ma la mia affermazione la sorprende e l'unica cosa che dice e che sono un porco che si approfitterebbe di due femmine indifese ma sento dentro di me che le ho messo in mente un seme che lei pian piano farà anche suo e forse giungerà a digerire il fatto che dovrà condividere il mio cazzo con anche sua figlia.
Le sfilo il cazzo dal culo e la bacio in bocca e le dico che la amo e lei si scioglie e mi prende il cazzo lo lecca e me lo ripulisce e intanto mi dice che sono pazzo a dirle quelle cose ma con un'aria quasi rassegnata che mi da una speranza di successo.
Sfrutto il vantaggio che ho preso avendola sorpresa con la mia affermazione e le dico deciso ma accarezzandola e baciandola sul collo che voglio che lei parli con Roberta e le spieghi del nostro rapporto e del mio desiderio di volerle entrambe scopare nel suo letto matrimoniale.
Se lei vuole sono felice di parlare con Roberta di tutto assieme a lei e lei mi dice che ha paura che sua figlia racconti al padre la cosa ma allora le propongo che se lei mi lascia solo con Roberta in casa uno dei prossimi giorni proverò a scoparla e quindi anche lei non potrà più dire niente al cornuto di mio cognato.
Daniela ha molti dubbi ma vede che sono deciso e non vuol perdere il mio cazzo e si arrende sotto le mie carezze e mi dice che tra tre giorni lei ha un impegno e lascia sola Roberta per tutto il pomeriggio ed io potrò provare a scoparla ma solo se lei vorrà.
Accetto pensieroso e dicendole che spero di convincerla ma la mammina non sa che io la figlia già me la sono sbattuta e che è troia come lei e sua sorella........... ma questa è un'altra storia .

Questo racconto di è stato letto 5 4 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.