La rivincita del maschio

Scritto da , il 2019-04-13, genere tradimenti

Alle volte capitano per caso delle occasioni che uno non si aspetta ma che non possono essere lasciate sfuggire.
Questo mi è successo circa due mesi fa in un periodo in cui mia moglie aveva sua mamma malata e doveva stare spesso da lei anche di notte ; in quel periodo sono andato a cena spesso da mia cognata che abita a venti minuti da noi ed essendo più lontana della sorella poteva più difficilmente prestarle le cure necessarie.
Daniela, così mi piace chiamare mia cognata ora, è una splendida femmina di 50 anni con un corpo che fa impazzire solo a guardarla specie quando cammina e fa muovere quel suo culo perfetto; io anni fa provai a sedurla ma era ancora troppo innamorata di suo marito e mi fece solo ammirare le sue splendide cosce allargandomele davanti a me quando ero seduto nel loro divano.
Questa fortunata occasione mi ha invece messo tanta voglia addosso di godermela dato che suo marito spesso è fuori facendo il camionista e quindi mi ritrovo a cena con lei e sua figlia che però appena mangiato o studia oppure esce con le amiche avendo 19 anni. 
Parlando con lei dopo cena era preoccupata per la figlia che usciva spesso anche con ragazzi ma io cercai di rassicurarla e per stemperare la cosa le dissi " cara Daniela non ti ricordi tu da giovane che cercavi di uscire come fa lei e forse cercavi le cose che cerca ora essendo bella e provocante come eri tu" e lei ridendo mi rispose " brutto dongiovanni tu a quella età stavi con mia sorella e cercavi di infilare le mani tra le mie cosce ".
Io ci ho sempre provato ma tu Daniela non mi hai mai fatto provare il tuo paradiso ridendo le ho detto e lei cambiando umore , almeno così mi è sembrato, ha risposto che forse era meglio se era stata anche con me ma l'amore per il suo ragazzo gli lo impedì.
Non potevo perdere quella occasione che lei mi dava e ho insistito " perché il mio cognatino perde i colpi ? " e lei di rimando mi disse che era sempre stanco e che non aveva mai voglia e che lei si sentiva ancora giovane per fare quella vita da monaca.
Mentre lei parlava io mi sono avvicinato e le ho infilato una mano tra le cosce ; aveva una gonna molto corta ed era indifesa ed ho sentito chiaramente il suo sospiro lungo con una leggera apertura delle cosce e la sua testa reclinata sulla spalliera del divano ed ho visto i suoi occhi chiusi.
Ho ripensato a tutte le seghe che mi ha fatto fare pensando a lei mezza nuda e gli e l'ho detto ; lei mi ha detto che ero un porco che si approfittava della sorella di sua moglie in un momento di debolezza ; questo mi ha dato la certezza che aveva ceduto ed era pronta per essere montata.
" Daniela sai che ti ho sempre voluta ed ora ti voglio scopare nel vostro lettone così quando vai a letto con tuo marito ti ricordi che è cornuto e lo hai fatto tale sul tuo letto " le ho detto tutto di un fiato eccitato al massimo dalle sue cosce e lei non ha risposto e si è messa dopo aver tolto gonna e intimo a cosce larghe aspettando il mio cazzo ; era stupenda le sono saltato addosso come ho visto fare a tanti uomini a sua sorella ed ero talmente eccitato che il mio cazzo ha fatto fatica ad entrarle dentro anche se era bagnata.
Un urlo con un fa piano sommesso mi ha dato il via alla sua monta ed ero orgoglioso perché sbattendola lei iniziò a dirmi che suo marito non era dotato e che io le facevo sentire il cazzo fino in fondo all'utero e quasi subito iniziò a godere e trascinò anche me in un vortice di sensazioni incredibili ; il mio orgoglio mi diceva di resistere ma sentivo i suoi gemiti e avevo la sensazione che ero pronto per darle tutto il seme che avevo e quindi le dissi " Daniela sei una gran puttana ma se non vuoi ti vengo fuori ".
Lei apri gli occhi era tutta rossa e discinta e mi strinse con le cosce attorno alla vita non lasciandomi scampo ; sapevo che mi voleva dentro e cercai di farle sentire le ultime spinte dentro lei prima di scaricarle il mio sperma dicendole " troia ora sei mia e ti scoperò ancora".
lei mi urlò quasi un si rauco tanto era presa a sentire la sborra che le riempiva la fica e mi disse che ero un porco ma mi voleva ancora anche se ero il marito di sua sorella.
Lei non sa che sua sorella è più troia di lei ma almeno questa volta le corna sono sue e gli e le ho messe con sua sorella ed ho segnato un punto a mio favore.
.

Questo racconto di è stato letto 5 0 6 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.