Perché la sua amica la chiama sempre ?

Scritto da , il 2019-04-05, genere tradimenti

Lei di certo vuole altri uomini che la facciano sentire femmina e questo me lo ha detto e dimostrato tante volte ma la cosa che mi incuriosisce in questo periodo sono le sue continue chiamate da parte di una sua amica che chiamerò per motivi di opportunità Elena.
Mai mia moglie mi ha voluto presentare alla sua amica anche se abita vicino a noi ed appena la chiama si inventa mille urgenze e si precipita subito da lei ; io ho voluto un po' indagare e per mezzo di amici del bar ed altre conoscenze sono venuto a sapere che Elena è una ninfomane e scopa con tutti ed ha sempre la casa piena di maschi che si sbattono lei ed eventuali amiche che frequentano la sua casa in ogni ora del giorno. Certo questa è stata una scarica di adrenalina che mi ha colpito e fatto realizzare quante volte mia moglie abbia goduto con tutti gli uomini che incontra in casa di Elena.
Volevo a tutti i costi sapere nei dettagli cosa faceva mia moglie quando era in quella casa ma senza che lei sapesse delle mie indagini ; la fortuna mi è venuta incontro quando un mio amico di un paese vicino mi disse una sera che suo cognato era stato più volte in quella casa e se volevo mi ci avrebbe fatto parlare; così dopo due giorni ero in macchina con i due per sentire le sue esperienze . Premetto che nessuno dei due sapeva che mia moglie frequentava quella casa dato che il cognato non la conosceva ed il mio amico non era mai stato nella casa di Elena ; mi sentivo in una botte di ferro ed ero pronto ad indagare.
Sergio, il cognato, mi raccontò che molte volte era stato li ed aveva sempre scopato non solo con Elena ma a volte con altre tre signore , tutte sposate, ma che non erano mai assieme in quanto Elena voleva solo una amica per volta assieme a lei. 
Dimmi, gli chiesi, come ci sei entrato nel giro e lui mi confessò che era Elena che sceglieva e lui la aveva conosciuta perché era stato a casa sua a riparagli il termosifone . Quale delle signore sposate ti sei scopato e chi è la meglio continuai a chiedergli iniziando ad eccitarmi e lui candidamente mi descrisse le tre femmine e la seconda era certamente mia moglie Maura ; mi assicurò che quella mora con un gran bel culo ed un seno duro e turgido era la più troia ed era quella che aveva scopato di più anche perché era l'unica oltre ad Elena che si faceva prendere senza preservativo e si faceva sborrare in fica . Ero sconvolto ed eccitato perché la femmina descritta era Mara ed ero ancora una volta cornuto ; avevo un cazzo eretto e mi toccavo nella penombra della macchina ed appena riuscivo a parlare con voce rauca a causa dell'emozione provocata dal pensiero della mia Maura a cosce aperte e piena di sborra .
Allora ho chiesto al cognato se c'era un uomo solo per sera e lui mi ha detto che erano almeno una mezza dozzina per sole due femmine e che ognuno si scopava chi voleva mettendosi in fila e rifiatando quando era stanco ; all'inizio erano tutti in salotto con le due troie vestite sexy ma non nude e bevevano aperitivi e scherzavano con una musica in sottofondo e poi le signore andavano in bagno e si ritiravano in due camere e quando aprivano le porte delle stesse era possibile entrare e se la signora non voleva ancora quel maschio gli diceva " dopo caro" mentre appena entrava il maschio desiderato chiudeva la porta e lo scopava fino a che non era esausto.
Potete immaginare come ero eccitato a questa storia vera ma anche il mio amico lo era mentre suo cognato continuava i racconti .
Sergio ci raccontò che tre sere prima era il compleanno di Elena e assieme a lei c'era la mora , ossia mia moglie Mara, per festeggiare e dopo il brindisi si erano fatte legare e bendare dai maschi e per quella volta erano loro e non le femmine a scegliere chi scopare ed in che ordine; Sergio, il cognato, era subito balzato in camera di Mara e , con gesti eloquenti, mi raccontò che era legata mani e piedi a cosce aperte e gemeva già prima di prenderlo eccitata dal non sapere chi stava per scopare e mentre le puntava la cappella sulla fica le aveva detto " troia sei mia ora ti riempio " e lei riconoscendo la voce gli aveva detto " era te che volevo per primo " e lui dopo averla infilata in poche spinte era venuto come un fiume dentro di lei tanta era la sua eccitazione. Il cognato, ci disse che già pregustava la seconda, dopo la prima venuta frettolosa, ma nel frattempo entrò un altro , un bestione in tutti i sensi che fra l'altro aveva un cazzo enorme ed era la prima volta che vedeva e gli propose di scoparla entrambi.
Il tipo slegò Maura da un braccio ed una gamba e si infilò sotto a lei e dopo averle leccato il culo mentre lei gemeva e non voleva prenderlo gli e lo piantò dentro con un colpo secco e lei urlò sentendosi spaccare tutta ma poi l'uomo diventò affettuoso ed inizio a pomparla pian piano e lei gemeva ora ma sempre più per il piacere e iniziava a muoversi all'unisono con il toro che la aveva presa.
Il tipo disse a Sergio " ora prendila tu davanti mentre io la inculo" ed il cognato raccontò di essere un po' turbato perché non lo aveva mai fatto ma obbedì e eccitato da quella monta in due iniziò a pomparla dopo averla penetrata. La cosa che gli parve meravigliosa, ci diceva, era che pompando la fica della mora sentiva l'altro cazzo enorme che entrava ed usciva dal culo di lei ed era come se il suo cazzo fosse stato diviso da quello del bestione da solo un sottile strato di pelle. Lei, raccontò il cognato, era come in trans e venne gemendo e sospirando assieme al toro mentre lui scaricò la sborra subito dopo e si accasciò sopra di lei che era infilata ancora dal cazzo dell'altro. La mora disse il cognato che era distrutta e sospirava ad occhi chiusi mentre perdeva sborra dal culo e dalla fica ed era tutta sudata e rossa in viso con i capelli arruffati; così la lasciarono loro due ma appena usciti dalla sua camera entrò un altro già bello in tiro pronto ad averla.la cosa continuò così per altre due ore con avvicendamento di altri tre uomini che uscirono distrutti ma molto felici di averla presa anche se dissero tutti che era così piena di sborra che le colava tutta sul letto e gli ultimi due le avevano sborrato in bocca e lei aveva bevuto tutto senza sapere nemmeno chi la aveva riempita essendo bendata.
Io nella penombra della macchina ero venuto dentro i miei calzoni e avevo ora ben chiaro cosa faceva partire di corsa mia moglie ad ogni telefonata ricevuta da Elena; il mio amico era incredulo e chiedeva al cognato di presentargli Elena mentre lui gli rispondeva che la stessa non avrebbe mai accettato un nuovo uomo se non scelto da lei e la cosa mi rassicurò non poco sapendo bene che lui conosceva bene mia moglie ; il cognato era tutto infuocato nei suoi racconti non sapendo che aveva davanti a se il cornuto di Mara la sua troia preferita.
Per quanto riguarda Mara so che è una troia di cui io sono marito, innamorato e cornuto ma anche non in grado di darle tutto il cazzo che lei vuole ed infine anche eccitato nel sognare e spero anche nel poterla vedere dal vivo mentre si fa impalare da altri uomini che la rendono troia ma la fanno sentire anche femmina desiderata..

Questo racconto di è stato letto 6 3 0 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.