Giornata al Mare

Scritto da , il 2012-11-10, genere etero

Finalmente è arrivata l'estate,nei prossimi due mesi avrei pensato solo a divertirmi e a rilassarmi,sembrava tutto perfetto,c'era solo un piccolo problema,dovevo convincere il mio ragazzo ad andare al mare,stiamo insieme da tr anni e non è mai voluto venire al mare,questo perchè si vergogna del suo fisico e dice che di sentirsi a disagio,in effetti,non ha il corpo di un modello,sono tre anni che cerco di fargli capire che alle altre persone importa e che ci sono persone che hanno un fisico peggio del suo,gli ho chiesto anche se il problema ero io,cioè se avesse paura di mettermi in imbarazzo(lui è fatto così)..in effetti capivo cosa potesse provare,cioè non per vantarmi,ma io sono la tipica ragazza che potrebbe benissimo fare la modella,e molte mie amiche,mi hanno chiesto perchè uscissi con lui(intendevano che potevo avere di meglio) e la cosa mi faceva imbestialire io lo amavo,così come era e glielo ripetevo sempre sia a lui che alle mie amiche(che poi alla fine era solo un pò in sovrappeso,bastava andare in palestra e seguire una dieta specifica,ovviamente non glielo dicevo per il
semplice fatto che davvero non mi importava).Comunque
finalmente riesco a convincerlo,promettendogli una "sorpresa" al ritorno..se capite cosa intendo.Così il giorno seguente andammo al mare,nonostante tutto mi sentivo un pò in colpa per averlo costretto lui si prende sempre cura di me mentre io penso solo a me stessa;ma ormai il danno era fatto quindi afferrai il mio ragazzo e lo trascinai in acqua,volevo farlo distrarre un pò,non ci volle molto infatti ritornò quello di sempre,così gli chiesi:"Allora ti stai divertendo?E pensare che non volevi venire.."Lui:"Beh si devo ammettere che avevi ragione,ma sono venuto solo per la
"sorpresa" di stasera,anzi perchè non anticipiamo la sorpresa,la voglio ora!"Io:"Ma scherzi c'è un sacco di gente,che figura se qualcuno ci vede.."Lui:"Basta andare un pò più in là".Mi trascinò fino a raggiungere una parete di scogli era isolata dal resto del lido,ma l'acqua arrivava alle ginocchia,ci avrebbero visti ugualmente,ma lui insisteva e quando si impegnava non riuscivo a dirgli di no..soprattutto quando insisteva per il sesso,non l'ho mai detto a nessuno,ma sto con lui non solo perchè è un ragazzo unico,ma è anche perchè è ben messo la sotto ed inoltre sa come far eccitare una ragazza..ma questo è solo dei tanti pregi che lo
rendono insostituibile.Iniziò baciandomi,sentivo la sua lingua aggrovigliarsi alla mia,le sue mani palavano il mio seno e i capezzoli che subito diventarono durissimi,poi fece scivolare la mano sulla mia vagina..iniziò a masturbarmi infilò un dito dentro non so sarà stato il timore che qualcuno ci potesse vedere,quella sensazione di proibito che mi fecero eccitare come mai prima d'ora,la mia vagina era fradicia,mi ritrovai con 3 dita dentro ero così bagnata che quasi non me ne accorsi nemmeno,ansimavo dal piacere,non resistevo più volevo il suo pene dentro di me,così gli dissi(ansimando):"Mettilo dentro,lo voglio ora!".Senza esitare
mi sollevò e mi appoggiò sulla parete di scogli,si abbassò il
costume e lo infilò dentro,entrò tutto,che sensazione lo sentivo pulsare dentro di me,subito cominciò a darmi dei colpi decisi ad ogni suo movimento sento il suo pene uscire e rientrare con forza dentro di me,era bellissimo urlavo dal piacere,godevo troppo per preoccuparmi delle persone,in fondo non facevamo nulla di male se ci avessero visti,avrebbero imparato qualcosa,continuai ad urlare:"ANCORAAA!SIII!DI PIUUU'!AHHH" avevo
completamente perso il controllo,lo stesso il mio ragazzo lo sentivo ansimare e spingere sempre più forte finchè non diede un'ultima spinta e sentii la mia vagina riempirsi di sperma,mentre veniva dentro di me mi baciò dolcemente,restammo in quella posizione per qualche secondo poi mi mise a terra,e dalla mia vagina colò una gran quantità di sperma,infilai due dita nella vagina(ancora un pò sensibile) per raccogliere un pò di
sperma,poi mi girai e mostrando il sedere al mio ragazzo,mi
lubrificai l'ano e dissi:"La tua sorpresa non è finita.."Non se lo fece
ripetere due volte si avvicinò e cominciò a lubrificarmi l'ano
usando lo sperma che colava dalla mia vagina,quando fu
abbastanza lubrificato lo infilò delicatamente era la prima volta che lo facevamo..infatti era questa la vera sorpresa,io mi ero sempre rifiutata di fare sesso anale,perchè avevo paura di farmi male,ma ora ero così eccitata che la paura passò in secondo piano e poi conoscevo il mio ragazzo nonostante fossimo entrambi eccitati,non perse la calma ed entrò dentro lentamente,poi pian piano aumentò il ritmo finchè non fu completamente dentro,nel momento in cui lo sentii pulsare dentro di me capii quanto fossi stata sciocca ad avere paura il sesso anale era ancora più eccitante ed ogni spinta godevo come una pazza,andammo avanti per quasi 10 minuti,finchè non lo sentii venirmi dentro anche questa volta venne tantissimo,lo sfilò ed entrambi esausti ci sedemmo per terra senza curarci dello sperma che colava dal mio ano,mi baciò e disse:"Lo sai avevi proprio ragione mi sono davvero divertito oggi..che ne dici se domani veniamo di nuovo al mare,anzi ci andremo tutti i giorni per i prossimi 2 mesi,ti va l'idea?"Io sorrisi e dissi:"Certo non vedo l'ora che sia domani!"

Questo racconto di è stato letto 5 5 8 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.