Sesso con Papà - Parte 1

Scritto da , il 2012-10-14, genere incesti

Mi chiamo Sonia ho 22 anni ed è da 3 anni che
faccio dell'ottimo sesso con mio padre.Sicuramente penserete che io sia una ragazza deviata o cose del genere,magari è così,ma la cosa semplicemente non mi interessa e a dirla tutta nonostante mio padre abbia i
suoi 43 anni,ne dimostra appena 30-35,inoltre io e mio padre abbiamo un rapporto speciale che va ben oltre l'essere padre e figlia,tutto è iniziato quando all'età
di 7 anni mia madre morì è da allora che il
nostro rapporto ha cominciato a trasformarsi
in qualcosa di più;oggi posso tranquillamente
affermare che mio padre è il mio migliore
amico,gli ho sempre raccontato
tutto:problemi,paure,segreti ecc...e ricordo
ancora il giorno in cui gli confidai la mia
più grande paura.Era l'20 gennaio del 2009
pioveva a dirotto e si gelava,chiamai mio
padre chiedendogli di venire a prendermi a
lavoro,la pioggia forte bloccava tutte le
strade,ma tornare a piedi era una
pazzia,aspettai pazientemente l'arrivo di mio
padre,una volta arrivato non feci in tempo a
salire in macchina che subito mio padre
disse:"Qualcosa non va?" Mi conosceva troppo
bene e mi capiva al volo,io risposi: "No nulla
c'è una collega Martina che mi ha raccontato
la sua prima esperienza con il suo ragazzo,e
sinceramente sono rimasta un pò turbata quando
mi ha descritto cosa ha provato quando ha
perso la verginità..(dovete sapere che io ho
una soglia del dolore molto bassa e per giunta
ho il terrore del sangue)..uffy aggiunsi se è
veramente così preferisco restare vergine a
vita(come ho detto con mio padre parlavo di
tutto)..ci fu un attimo di silenzio..poi mio
padre scoppiò a ridere,poi aggiunse:"Suvvia
non essere drastica devi semplicemente farlo
con la persona giusta,una persona di cui hai
la piena fiducia e vedrai che non ti
accorgerai di nulla" io risposi con fare
scherzoso: " Oh bene devo trovare un altro te
allora!"..Scoppiammo entrambi a ridere e poi
mio padre aggiunge: " Beh allora fai prima a
farlo con me..sai di persone come me non ce ne
sono!" Ma guarda dissi che padre modesto che
mi ritrovo..in quel momento non ci feci
caso,ma si accese qualcosa dentro di
me,iniziai a riflette sulle parole che mio
padre disse,cioè non volevo fare del sesso con
mio padre,ma semplicemente volevo perdere la
verginità con lui.Nei giorni che seguirono
chiesi consiglio a delle amiche ovviamente
tralasciano il fatto che l'uomo in questione
fosse mio padre,ovviamente i consigli che mi
diedero erano si utili,ma un pò troppo
diretti,quindi dopo un pò mi feci coraggio e
decisi di fare quello che mi riusciva meglio
parla con mio padre,la sera del 28 gennaio
decisi di parlargli subito dopo aver
cenato,per l'occasione preparai qualcosa di
più particolare e esagerai un pò con il
vino,non volevo farlo ubriacare,volevo solo
incentivarlo un pò,stessa cosa valeva per
me..in fondo stavo per chiedere a mio padre di
prendersi la mia verginità..Finita la cena gli
chiesi di ascoltarmi attentamente in quanto
avevo una cosa importante da digli,mio padre
si sedette sul divano e dissi:"Dimmi Sonia
qualcosa non va?"(Come sempre aveva capito che
era qualcosa d'importante per me,mi chiama
Sonia solo quando è serio oppure ci sono
estranei)..io con voce un pò insicura e
spaventata dissi:"Ecco vedi..avrei un favore
da chiederti.." tutto qui? disse Dimmi pure"
così continuai "Sai ho pensato a lungo a
questa cosa,sulla mia verginità..e sono
d'accordo con te sul fatto di farlo con una
persona di cui mi fido...e per questo che ti
chiedo di essere quella persona..prendi la mia
verginità papà!"..Non dimenticherò mia la
faccia che fece mio padre,se ci penso ora
scoppio ancora a ridere..evidentemente rimase
leggermente scioccato dalla richiesta,così
provai a scuoterlo un pò:"Ehi papà
allora?""Dai rispondimi!". Finalmente si
riprese e ancora un pò stralunato
disse:"Ascolta Sonia se è per quello che dissi
l'altra volta,sul fatto di farlo con me io
scherzavo non era mia intenzione metterti
strane idee in testa" ma ormai io avevo deciso
così dissi:"Dai papà ti prego non lo saprà
nessuno sarà il nostro segreto..e poi non ti
ho chiesto di fare sesso,devi solo infilarlo
abbastanza in profondità ed è fatta..ti prego
fallo per la tua bambina!"Iniziai a fare gli
occhi dolci di solito funzionava sempre quando
gli chiedevo qualcosa..fu titubante,ma alla
fine disse."ehm ce l'hai un preservativo?"
Gridai dalla gioia e lo abbracciai poi
aggiunsi:"Certo!Mi sono attrezzata!Grazie
paparino vedrai faremo presto".Così salimmo in
camera iniziammo a spogliarci e ci sdraiammo
sul letto,mio padre disse: "Sei pronta?" io
risposi con un secco:"SI!" anche se a dirla
tutta iniziavo a rendermi conto di quanto la
situazione fosse sbagliata,imbarazzante,ma
allo stesso tempo eccitante..Ed ecco che mio
padre inizio a toccarmi la figa con le dita e
con l'altra mano inizio a stimolarmi i
capezzoli..mi sentivo bollente e allo stesso
tempo provavo un senso di imbarazzo
fortissimo..Dio, mio padre mi stava facendo
eccitare,improvvisamente lo sentii infilare un
dito dentro la mia figa,io lanciai un piccolo
grido smorzato dal piacere, mio padre si fermò
e disse:"Va tutto bene?"Vuoi che mi fermi?" io
risposi: "No tranquillo continua.."E così
riprese iniziando a succhiarmi i
capezzoli..oddio li sentivo indurirsi sempre
di più,andammo avanti così per un paio di
minuti,finchè la mia figa non fu completamente
fracida;Mio padre si fermò estrasse il dito
dalla mia figa e poi si tolse i boxer e in
quell'istante sarei potuta morire
dall'imbarazzo,stavo guardano il pene di mio
padre,era grosso e pulsava e quanto pare anche
mio padre si stava eccitando,tolto il boxer
disse:"I preservativi dove sono?" Io risposi:
"..Sono..nel cassetto alla tua
destra..".Velocemente mio padre si alzò dal
letto,aprì la confezione,scartò e si infilò il
preservativo..ritornò a letto e si posizionò
sopra di me,controllò di aver messo bene il
preservativo,poi disse:" Allora procedo?"Ormai
ero eccitata e fracida cos'altro potevo
rispondergli se non:"Si!".Iniziò sfregando il
pene contro la mia figa,poi si posizionò e
lentamente iniziò ad infilarlo dentro la mia
figa,il cuore mi batteva fortissimo,quando
improvvisamente sentii un punto di rottura e
un pò di dolore che aumentava e diminuiva ad
ogni movimento brusco di mio
padre..sinceramente mio ero preoccupata per
nulla,e poi di sangue non ne uscì molto e da
quella posizione comunque non vedevo nulla,mi
impressionò solo quando vidi il preservativo
che ricopriva il pene di mio padre sporco
leggermente di sangue,ovviamente dovevo tutto
a mio padre che con mia grande sorpresa era
davvero bravo a letto.Guardai mio padre e
sorridendo dissi:"Grazie papà sei il mio padre
del mondo!" Ma interropendomi dissi:"Scusami
Sonia..perdonami.."e riprese improvvisamente a
muovere il pene dentro di me e ricominciò a
succhiare i miei capezzoli..volevo farmalo o
dirgli qualcosa,ma mi piaceva troppo quello
che stavo provando e le uniche cose che
uscivano dalla mia bocca erano i continui
gemiti di piacere..sentivo il pene di mio
padre farsi strada dentro di me ad ogni spinta
penetrava sempre più,mi manca quasi il respiro
dal piacere,improvvisamente si fermò e mi
strinse forte,e sentiti il preservativo
gonfiarsi leggermente e il pene pulsare
energicamente dentro la mia figa restammo in
quella posizione per qualche secondo,mio padre
continuò a venire per un pò,da quel che so non
faceva sesso da un pò..improvvisamente mi
lasciò sfilò velocemente il pene dalla mia
figa,facendomi anche un pò male e balzo dal
letto e iniziò a controllare che il
preservativo fosse intatto,accertandosi della
sua integrità subito si avvicinò a me e
disse:"Oddio scusami Sonia!Cosa ho fatto!Ho
perso il controllo..il fatto è che era da
tempo che non facevo sesso e vederti li tutta
nuda,bella più che mai,mi hai ricordato un pò
la mamma e non sono riuscito a
controllarmi..scusami" Io cercai di
tranquillizzarlo sminuendo la cosa,anche se
anch'io rimasi un pò turbata cioè avevo appena
fatto sesso con mio padre..e la cosa mi era
piaciuta tantissimo...mio padre raccolse i
vestiti e andò a rivestirsi in un'altra
stanza lasciandomi da sola in camera da
letto,anch'io raccolsi i vestiti e andai in
bagno..iniziai a toccarmi delicatamente la
figa ancora un pò dolorante..Dopo quella sera
il nostro rapporto non fu più lo stesso,non
parlavamo più, e mio padre era sempre schivo e
sfuggente,ma io avevo già trovato un modo per
rimettere le cose a posto..
Fine Parte 1

Questo racconto di è stato letto 1 7 9 5 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.