L'esibizione di Alba.

Scritto da , il 2022-10-01, genere esibizionismo

Le forme di esibizionismo possono essere diverse ed alcune sono oltre che rischiose anche contrarie alla pubblica decenza. L'esibizionismo può essere praticato solo in certi luoghi solo dopo essersi accertati che, anche chi guarda è disponibile, meglio ancora se con la stessa disponibilità a mostrarsi.
Da ragazzo mi ha sempre soddisfatto questa perversione naturalmente in luoghi possibili e sono stato attratto anche dall'esibizione di altri indipendentemente se praticata da maschi o femmine. Mostrare o guardare un cazzo eretto dove poi magari si finisce col masturbarsi da sicuramente piacere, non da meno vedere una figa che si mostra in tutto il suo splendore. Spesso quando la donna mostra segni di esibizione finisce con una piacevole scopata. Quella che ora è mia moglie l'ho conosciuta proprio esibendoci a vicenda. Se vai al mare in cerca di avventure non puoi far altro, se vedi una bella ragazza quanto meno, dopo un incursione perlustrativa, ti sistemi ad una distanza accettabile per guardare ed essere guardato. Il gioco parte dal finto massaggio sui seni o addirittura sulla figa se è lei ad iniziare altrimenti una vigorosa toccata di cazzo
se lui, poi c'è solo da attendere se i movimenti erano voluti oppure casuali.
Nel caso della mia futura moglie erano stati fatti con l'intenzione ed al massaggio sulla figa a gambe allargate risposi con l'impugnatura del cazzo eretto attraverso il costume. Avevamo avuto l'assenzo reciproco quindi potevamo procedere. Il bikini in mezzo alle labbra della figa fu il secondo passaggio a cui risposi scoprendo il glande. Il terzo passaggio avvenne quando lei fissandomi negli occhi si è alzata dirigendosi verso una vicina siepe, naturalmente la seguii, si slacciò subito il bikini mostrandomi la figa molto curata, l'avvicinai presi la sua mano e la portai sul cazzo, si girò si mise ai famosi novanta gradi e volle essere penetrata. Mi accorsi che un ragazzo nudo ci guardava masturbandosi. Invogliati anche dal ragazzo facemmo una scopata stupenda, mi avvisò che potevo sborrarle dentro ed intanto il ragazzo si era avvicinato, lei prese il suo cazzo in bocca. L'eccitazione ci travolse e fu un orgasmo simultaneo. Restai sorpreso quando Alba(il suo nome) mi disse che era il suo ragazzo. Dopo l'amplesso tornammo verso il suo posto, ragazzo ci salutò ed andò via. Restammo soli ed iniziammo a raccontarci un pò della nostra esistenza. Era piacevole parlare con lei, poi però mi confessò di essere stanca delle frequentazione del ragazzo che si eccitava solo vedendola scopare e che voleva lasciarlo. La cosa avvenne immediatamente perché iniziammo a frequentarci con assiduità ed a scopare con altrettanta frequenza. Dopo diverso tempo mi propose lei stessa che avrebbe desiderato una convivenza con me. Impegnai tutte le mie risorse, un amico mi offrì il suo mini appartamento per un affitto ridicolo e ci sistemammo. Era bellissimo convivere con lei, era una eccitazione continua, usciva nuda anche a stendere i panni sul balcone. Se suonavano alla porta non si poneva problemi chiunque fosse lei apriva nuda, certo che la imitavo, ci sentivamo a nostro agio nella nudità totale e ci appagava il fatto che gli altri ci guardassero.
Una mattina venne Tommaso a ritirare il mensile, lei aprì nuda sorprendendolo, lui chiese di me, mi chiamò ed io non sapendo che avevamo un visitatore mi presentai nudo. Ridemmo tutti poi spiegammo a Tommaso il nostro comportamento ed Alba addirittura lo invitò a pranzo. Lo pregammo di denudarsi per non essere in condizioni di inferiorità, dapprima si rifiutò poi si convinse. Si scusò per la sua potente erezione, non era abituato a tanta grazia. Disse Alba "A noi non da sicuramente fastidio vedere un cazzo erotto, viviamo per quello. Tommaso si sistemò in poltrona e naturalmente vedendoci nudi il suo cazzo non accennava a calmarsi, anzi mi eccitai anch'io e quando ci raggiunse Alba disse "Non possiamo certamente pranzare in queste condizioni, ci fece sedere imboccò il cazzo di Tommaso per un meraviglioso pompino. Lui esterrefatto mi prese la mano e me la strinse. Alba ingoiò tutto lo sperma e passò al mio. Stesso trattamento e poi tutti a pranzo, ma i cazzi non volevano saperne di rilassarsi. Mangiammo e dopo aver collaborato con Alba a sistemare tutto invitammo Tommaso a riposare in camera. Naturalmente c'era poco da esibire, scopammo soltanto in tutti i modi, ne c'era più distinzione dei sessi ed anche Tommaso dopo aver scopato con Alba mi fece un meraviglioso pompino. Finimmo all'imbrunire, Tommaso aveva impegni altrimenti avrebbe dormito con noi. Era venuto a prendere il mensile, non lo volle ne allora ne mai più. Le frequentazioni con Tommaso aumentarono, anche lui entrò nel mondo della esibizione, era ben dotato e faceva la sua figura. Ci sposammo subito dopo, senza avvisare nessuno, testimoni Tommaso e la madre felicissima perché avevamo coinvolto il figlio nel delizioso mondo dell'esibizione di cui lei era una praticante assidua. L'accettammo volentieri nella nostra comunità.

Questo racconto di è stato letto 3 5 8 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.