Carla, l'amazzone

Scritto da , il 2022-09-21, genere saffico

Carla fa palestra, ha la mia età ma ne dimostra molti di meno, fisico scolpito fa gola ai maschi come alle donne; per invidia o per sesso in tante vorrebbero saltarle addosso.

Io e Carla ci conosciamo da poco, da quando ho iniziato anche io a frequentare la stessa palestra, siamo uscite insieme qualche volta, volte nelle quali ho subìto i suoi assalti.

Subìto sì perché Carla è un vulcano in eruzione e se vuole qualcosa se la prende.

Ora sono sotto di lei, a casa sua, nel suo letto sfatto.

Nude e bagnate di sudore è da ieri sera che sono in balia dei suoi assalti poderosi; di orgasmi ne abbiamo già avuti molti ma lei non demorde, piena di energia mi parla di donne e di uomini, mi espone con dovizia tutte le sue conquiste, non le importa se uomini o donne, le importa solo della scarica di adrenalina che il sesso e la palestra le da.

Io sto qui, arresa, nuda con le cosce sollevate, anzi una è distesa di fianco e sopra di essa c'è lei, rivolta verso il muro mi offre la visuale spettacolare del suo culo sodo, mentre mi penetra senza sosta con un doppio dildo infilato nelle nostre fighe.

E mi parla, ma di che cazzo parli.

Questo racconto di è stato letto 2 7 8 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.