Non mi era mai accaduto !

Scritto da , il 2021-08-12, genere etero

Stavo tornando a casa dopo una giornata di lavoro trascorsa in una villa sulle colline intorno a Roma nord e, col mio furgone scendevo percorrendo tornanti stretti che però, pur impegnandomi alla guida, non m'impedirono di osservare un motorino coricato per terra e, poco distante da lì, notai pure, dietro un cespuglio, un viso di ragazza, tondo, grassoccio ma assai bello...dava l'idea di assomigliare ad una nota attrice umbra, mi sembra di Città di Castello, ma più "rotonda" della diva somigliante ma, quando mi fermai sul ciglio della strada e m'avvicinai alla ragazza, rimasi quasi attonito nell'osservare che lei era assai in sovrappeso, perciò ben cicciotta ed essendo caduta sulla curva dal morotino, dovetti impegnarmi molto per farla alzare in piedi e, dopo che mi spiegò l'accaduto, la invitai a caricare sul furgone il suo motorino e poi l'aiutai a saire a sedersi vicino a me. Mentre poi stavamo raggiungendo il suo paese in periferia di Roma, parlammo di molte cose ed intanto la stavo osservando, notando di come, sia pur grassottona, mi stava facendo eccitare e, chiaramente poi lei se ne accorse e, senza peli sulla lingua, mi disse che in cambio di qualche decina di euro, mi avrebbe fatto un bocchino ed intanto le avrei potuto leccare la figa. Quasi sbandai nel guidare ma subito dopo mi ripresi e, senza dare l'impressione che stavo sbavando per fare sesso con lei, le dissi che accettavo la proposta e mi fermai dentro ad un boschetto dove stesi sull'erba un telo e aiutai lei a sdraiarsi a pancia sopra. Mi slacciai i pantaloni e, calati gli slip, mi misi col cazzo davanti alle sue labbra e lei subito se lo infilò in bocca. Nel frattempo mi misi a sfilarle le mutandine e, dopo averle spalancate le coscione che quasi faticai a spostarle per come erano sode ma grasse, subito dopo le infilai la lingua in figa e slinguai, stuzzicandole il clitoride con dito. Dopo che lei succhhiò talmente furiosamente, le schizzai in bocca non sò quanta sborra e poco dopo lei iniziò ad infradiciarmi il viso con schizzi di umori caldissimi. Dopo cheterminammo di infradiciarci entrambi, le dissi che mi era venuta voglia di scopare con lei ma mi bloccò dicendomi che non prendeva la pillola ma io la confortai facendole vedere dai pantaloni la scatolina dei preservativi e fu lei stessa che me lo infilò al cazzo. Dopo che ci scambiammo baci in bocca ed io lodavo la bellezza del suo viso, cominciai a palparle i seni ben grossi e lei, senza remore si spogliò completamente e così feci anch'io. Le ciucciai i capezzoli che erano grossi come un ciuccio per bambini e notai che lei subito ansimava ed allora aumentai la sua eccitazione infilandole due dita in figa ravanandola per bene poi le acciuffai le enormi natiche soffic, spugnose e mi venne poi spontaneo sculacciarla un poco e lei, invece di protestare, m'incitò a darle dei colpi più energici facendola scattare e piagnucolare ad ogni mio schiaffo con la mano aperta ma rigida. dopo che le avevo arrossato come un peperone il gran culo, mi ci tuffai col viso andando a leccarle l'ano e lì la sentii sussultare stringendo il buchino, Dopo che sentii la sua figona sbrodolare dal piacere, allora le spalancai a fatica le coscione e le infilai il cazzo tutto dentro scopandola con impeto e goduria come mai mi era accaduto in vita mia. Infine me ne venni e sentii dai suoi fiotti che godeva anche lei e, dopo che ci ritrovammo girati di fianco viso contro viso, le chiesi se si sarebbe fatta inculare da me ma mi rispose che il culetto era ancora vergine e lì non le piaceva farselo fare, credendo che sarebbero servite creme, pomate per ungere bene cazzo e culo ed allora mi propose di scambiarci i numeri di telefonino e rincontarci di nuovo anche domani. Così la accompagnai al suo paese e le scaricai il motorino davanti a casa sua. Lì uscì suo padre che mi ringraziò per l'aiuto a sua figlia che poi seppi chiamarsi ...Monica...ed era anche grandina:vent'anni! Salutai a tutti e me ne andai dritto a casa, proponendomi per domani di chiamare la cicciona, prima ed unica donna che avevo incontrato in vita mia.

Questo racconto di è stato letto 4 9 8 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.