Intervista 6 - Mia moglie si masturba in webcam

Scritto da , il 2021-06-29, genere dominazione

Rientrato in albergo dopo la cena di lavoro avvisai mia moglie con un SMS e cominciai a prepararmi.
Domenica prima che partissi Silvia mi aveva dato una borsetta ed istruito a puntino su come passare le serate mentre ero via.
Cominciai col fissare il lungo dildo a forma di cazzo sulla sedia e mi spogliai. Il cazzo mi andò subito in tiro pensando a cosa stava per succedere. Seguendo l'ordine di mia moglie tirai il più possibile indietro la pelle del cazzo e ci fissai l'elastico per tenerla tesa.
Sullo schermo del portatile apparve l'avviso della chiamata in arrivo. Cliccai e apparve mia moglie. O meglio, apparve il primo piano delle cosce di mia moglie, spalancate, e la sua figa in bella vista.
Non ne vedevo il volto ma sentivo la voce - ciao segaiolo, hai preparato tutto? Vedo che Il cazzo ce l'hai sempre in tiro come un adolescente in calore, ma dove sono le mie mutandine?
M - Scusami, le prendo subito.
S - Ed il nastro adesivo, vogliamo evitare incidenti.
M - Certo, ce l'ho qua.
S - e allora copriti bene la punta del cazzo, che così cominciamo.
Quella era la parte più dolorosa e anche più complicata perché in quei giorni di costante eccitazione la punta del cazzo era sempre un po' bagnata, ma riuscii infine a fissare il nastro adesivo sopra il mio forellino per evitare spontanee fuoriuscite di sperma.
M - ora prendi il bocca il cazzo e lubrificarlo per bene, fai veloce che voglio cominciare.
Avevo sempre un attimo d'esitazione col dildo, ma alla fine lo presi in bocca come voleva lei.
Sullo schermo vidi che Silvia nel frattempo aveva cominciato ad accarezzarsi.
S - Abbastanza leccate. Sieditici sopra.
Mi rialzai e appoggiandomi ai braccioli cercai di sedermi orientando il culo verso la punta del dildo. Mi aiutai con le mani allargando il buco, sentivo il dildo in posizione penetrarmi poco a poco
M - Oohhh
S - Ce l'hai fatta anche stavolta, complimenti. Dai che sabato facciamo vedere anche a Valeria quanto sei diventato bravo. Fai su e giù per fartelo diventare bello duro e intanto guarda qua.
Con due dita mia moglie si allargò le labbra della figa - Guarda, sfigato. Finché sei in punizione la figa di tua moglie la devi solo ammirare, non ti è consentito avvicinarti, capito?
M - Si, Silvia.
S - Guarda come è aperta, pronta all'uso. Ma tu puoi solo sbavarci sopra. Tira fuori la lingua come un cagnolino e fammi vedere come sbavi davanti alla figa di tua moglie.
Feci come voleva Silvia, aprii la bocca e feci scendere un po' di bava, umiliandomi.
S - Che maritino ubbidiente sei diventato. O forse ormai sei diventato il mio cagnolino? Io invece sono una moglie premurosa, penso sempre a te, dove hai messo le mie mutandine?
Nella borsetta Silvia mi aveva lasciato un paio di mutandine usate da annusare e leccare durante le chiamate.
M - Ecco, le ho qua.
S - Fammi sentire che le annusi per bene mentre mi guardi la fica.
Feci due respiri profondi, senza staccare gli occhi dallo schermo. La camera aveva fatto uno zoom ancora più ravvicinato sulla figa di mia moglie, spalancata. Silvia aveva cominciato a sditalinarsi.
S - Lo vedi quant'è bagnata? Non ho più bisogno del tuo cazzo per godere, ho fatto arrivare nuovi vibratori di tutti i tipi che mi stan dando delle grandi soddisfazioni. Guarda com'è carino questo?
Portò davanti alla cam un vibratore azzurro, a forma di cazzo.
S - Bello eh? Si chiama Tiger, costosetto ma li vale tutti i 150 euro, arriva dove tu non puoi. Osserva attentamente e non provare a toccarti. E tieni fuori la lingua, cagnolino!
Silvia appoggiò il vibratore sulla figa e fece penetrare la punta. Io guardavo come ipnotizzato, pieno di frustrazione, volevo toccarmi il cazzo durissimo ma non mi era permesso.
Poi lo spinse dentro, affondandolo in figa, sospirando. Il vibratore la penetrava fino in fondo, lei lo teneva dentro qualche secondo e poi lo riportava tutto fuori, ancora e poi ancora, lasciandolo appoggiato all'apertura della figa, facendolo scorrere sulle labbra e poi lasciando la punta sul clitoride. Continuò per diversi minuti, si sentiva solo lei che gemeva, il ronzio del vibratore, che si attutiva quando si penetrava completamente. Mi sembrava impossibile che riuscisse a farcelo stare tutto.
S - Aaahhhh, decisamente meglio del tuo cazzo, e lui non dura due minuti come te. Oohhh, godooo…
Lo spinse ancora più a fondo e vidi che per qualche secondo le tremarono le gambe. Lo tenne dentro ancora a lungo, poi finalmente lo sfilo'.
S - Guarda come mi ha fatto godere.
Avvicinò il vibratore alla camera, luccicava, tutto bagnato.
S - Piaciuto lo spettacolo? Dall'erezione scommetto di si. Spero tu ti stia facendo l'abitudine. Finché mi rimane l'incazzatura tu servirai solo a questo, a fare da cagnolino. Quando avrai capito per bene che grosso errore hai fatto penserò se perdonarti o meno e se si potrà tornare ad una relazione normale. Sempre che tu non preferisca rimanere a fare il cagnolino, la cosa evidentemente ti eccita, non erano solo una fantasia i tuoi giochini con Valeria, mi sa che abbiamo scoperto la tua vera natura, o mi sbaglio?
Non seppi come rispondere.
S - Ora rialzati, sfilati il dildo dal culo. Come te lo senti, bello sfondato? Ormai a prenderlo ogni sera devi avercelo bello largo, no? Rispondi!
M - Si Silvia, lo sento molto aperto..
S - Puoi togliere il nastro adesivo dalla punta del cazzo ora. Perlomeno sei riuscito a non sborrarti addosso, è già un passo avanti. Ma sei ancora in punizione, quindi stanotte terrai di nuovo l'elastico per lasciare la cappella bella scoperta tutta la notte. Domattina appena sveglio ti fai una bella foto e me la mandi, son curiosa di vedere quanto ti diventa rossa, ci siamo capiti?
M - Si..
S - Buonanotte allora, io vado a farmi un bel bagno rilassante. Lascia la webcam accesa che voglio tenerti controllato, dormirai nudo e senza lenzuola. E non provare a toccarti, vedrai che prima o poi ti passa l'erezione. A domani!
Silvia se ne andò, lasciando aperta la chiamata. Io mi toccai un attimo, ma poi ritrassi subito la mano, nel timore che tornasse e mi scoprisse. Sarebbe stata un'altra lunga notte.

Questo racconto di è stato letto 1 7 4 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.