Brunilde è partita....una farfalla nel mio cuore

Scritto da , il 2019-06-12, genere etero

Storia Vera.
In amore vince chi fugge e io fuggo molto….lo stesso vale per il sesso. In questi giorni devo dire che ho dato delle fantastiche strigliate a Brunilde e vivo costantemente stalkerato da Zina che mi telefona in continuazione per chiedermi come mai non ci incontriamo più. Sono certo che lei sappia che Brunilde è la mia nuova compagna di giochi, ed è indiscutibile che la giovane sia una perfetta scopamica. Quando dico perfetta intendo perfetta, nel senso che non rompe, da il minimo sindacale al suo cornuto e quando scopiamo fa scintille, non si risparmia ed è fantastica in tutto. Non si vergogna di nulla e fa tutte le cose che ci vengono in mente senza problemi. Devo dire che anche Evanghela sta compiendo un pressing non indifferente e l’idea di scoparmela mi ha accarezzato molte volte, ma non vorrei trovarmi a perdere Brunilde e Zina che, sono due grandissime porcone e io ho sempre scelto le mie donne soprattutto sul loro istinto naturale ad essere spregiudicate e maialissime.
Non mi dispiace affatto il poter gestire la mia vita e avere una significativa libertà per cui da quando sono con Brunilde non ho impegni assillanti. Lei è una giovane cavalla e ha bisogno dei suoi spazi e dei suoi tempi….io sono uno stallone meno giovane, ma anche io ho bisogno dei miei tempi. Non mi sento di legarmi, ma la natura mia è passionale e quindi quando trovo scopamiche o trombamiche che dir si voglia sono contento. Devo dire che quando Brunilde lunedì mi ha detto che sarebbe andata via per un po di tempo in giro per l’Europa mi è dispiaciuto ma non più di tanto. Abbiamo cenato assieme ieri, abbiamo goduto senza parlare molto, tornati a casa….. Mi ha aperto il pantalone e mentre io in perfetto relax seduto sulla poltrona in pelle mi preparavo a fumare la pipa, aveva iniziato a leccare il mio cazzo, poi a ciucciarlo e farlo scomparire nella sua bocca poi di nuovo a suggerlo compiaciuta come fosse un dolce prelibato. Devo dire che l’accoppiata pipa bocchino è stata veramente fenomenale. Succhiava da dea e ci metteva l’anima quella giovane porcona. Si staccò proprio mentre io stavo per prendere posizione dicendomi che non sapeva se sarebbe riuscita a staccarsi dal mio bel cazzone e questo mi aveva fatto particolarmente piacere, si il mio cazzo è bello grosso, massiccio, appetitoso, un bel tronco. Non fu difficile poggiarla sul divano e fu ancora più facile giocare spogliandoci. Lei continuava ad inisistere sul mio cazzo e allora io mi predisposi per un 69. Inserii il mio volto fra le sue cosce e succhiai a più non posso e la sua figona rispose. La mia lingua creava dei vortici e quando ebbi sotto tiro il clitoride furono esplosioni continue di orgasmo, mentre io lavoravo anche la zona perianale, il fiorellotto come una farfalla insaziabile di nettare. Man mano che il mio gioco andava avanti , Brunilde si accartocciava accettando la mia lingua puntuta. La porcona godeva e che godesse tanto lo capivo da come succhiava il mio cazzone che io sentivo enorme. Lavorava di bocca con maestria fino alle palle, poi si inseriva le palle in bocca e si che io ho due palle molto grosse, per cui non è facile….ma per me ….un bel godere. Su mia richiesta un altro bel gioco….a spagnolona in quelle tettone belle grandi e appetitose e lo squalone cazzone che si è divertito moltissimo tra quegli scogli. Abbiamo giocato tanto fino a notte fonda tra sospiri e gemiti, con la voglia che cresceva e io che come al solito non venivo. Brunilde si era ormai abituata alle mie maratone, per cui sapeva molto bene che quando si iniziava non si concludeva mai con una sveltina. Mi volle cavalcare e io la feci fare, con quelle tettone che erano una benedizione e che mi spingevano a strizzarle mungerle popparle come fossi un neonato avido. Mi montò violentemente non prima di aver messo in funzione la videocamera, le si era scatenata questa passione dei video hard, molto più rispetto a quella che avevo io. E’ stata una fantastica cavalcata e io l’ho impalata con un gusto straordinario. Si è voluta mettere di spalle e anche li ha avuto la sua dose di orgarmi squirt squirt. Si è proprio una grandissima troiona la mia Brunilde.
La sua sensibilità mi piaceva e dopo i suoi molteplici orgasmi ha pensato a me. Si è messa a pecorina, ha aperto il culo e poi mi ha detto mettimelo dentro...lo voglio portare con me…...me lo porto dentro. L’ho presa dai fianchi e il suo culo di marmo è stato mio, colpo su colpo. Ho spinto senza remore, invasato pensando solo a spaccare, a dilaniare e più sentivo le sue urla più mi caricavo e sbattevo..Brunilde era sudata ma io di più. Godevo del farla godere e lei veniva con la sua figa veniva...senza tregua veniva. Ora ero io che volevo essere svuotato e insistevo nel penetrare il suo ano, lo assaltavo, infierivo dentro il buchetto magico che ora era un grande buco nero per il mio cazzo e finalmente spadroneggiavo su questa splendida giovane donna che gemeva. Non era mai capitato sino ad ora che lei fosse cosi soddisfatta, così sfinita e questo mi dava una carica in più…. Finalmente vedevo questa ventitreenne in mia balia….sfinita...sfatta, e mentre la arpionavo ancora e ancora nel suo deretano….tra un colpo e l’altro, sempre più forte, fiero pensavo non male per un cinquantenne. La sua figa era zuppa, l’odore di sesso era a mille, e io mi godevo Brunilde, questo era importante…. Ora che andava via le lasciavo un bel ricordo, almeno speravo e mentre speravo la sfondavo. Mi accade spesso di entrare in una modalità infinita per cui posso raggiungere l’orgasmo solo dopo molte e molte ore...e le donne apprezzano molto questa mia resistenza finché non arrivano ad essere sfinite….e allora questo diventa un tormento...per loro e per me. Non venivo e Brunilde faticava ad accogliermi nel suo culo…. Cambiammo posizione più e più volte, lo ha preso in bocca, mi ha cavalcato, mi ha masturbato, siamo andati di spagnolona e poi Brunilde si è arresa e io anche e mentre lei riposava...io ho continuato a rimestarla, finché all’alba ho ceduto al sonno. Mi sono svegliato con Brunilde all’attacco che mi sbocchinava ed è stato un magnifico risveglio. La ho fatta salire su di me. Le ho infilato le dita in figa era bagnata come una fontana, di già, e allora ho infilato due dita dentro il suo culo…. l’odore era forte dentro il culo…….io mi sono dato da fare anche con la lingua e i risultati si sono visti. La ho afferrata per i fianchi e dopo averla sollevata ho iniziato a suggerle il buco fino a penetrarla. In questo modo la sua figona ed il suo buco di culo erano totalmente in mio potere. Iniziai a lapparlo in tutti i modi, Mentre le tettone di Brunide scampanellavano alla grande. Urlava di piacere la porca. Cosa che feci lentamente mentre i nostri sguardi erano sempre l’uno dentro l’altro. Ero entrato, tutto….dentro...soddisfatto. Brunilde incitava, mi eccitava sentire il suo odore di porca, urlava pompami, pompami e io pompavo.
E’ stato un festival, ha iniziato a squirtare senza fine e a ripetizione mentre io ero piantato nel suo ano e nella concitazioneed eccitato all’inverosimile ho sborrato dentro il suo culo. Unfantastico lunghissimo e intenso orgasmo fra le urla mie e sue. E poi rimasi dentro e senza che Brunilde ne avesse contezza io ero ripartito per una doppietta che la giovane ha subito solo in parte poi ha squirtato nuovamente di figa togliendomelo dal culo. Mi sono staccato da lei ed appena fuori lei ha stretto il buco del culo così rapidamente che non si perse nulla. Rimanemmo abbracciati. Non voleva staccarsi ma la accompagnai a casa e poi in aeroporto. Ho atteso, ci siamo baciati, mi ha promesso amore….. ma una donna di 23 anni non può amare un 50enne… Buona fortuna Brunilde…..sei stata una farfalla nel mio cuore...chissà che sarà di noi......chissà

Questo racconto di è stato letto 1 8 1 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.