Erotici Racconti

Leonardo e sua madre

Scritto da , il 2018-07-12, genere esibizionismo

Ciao a tutti, mi chiamo Luca e ho 17 anni. Vivo in una piccola casa in centro città insieme a mia madre, donna di 39 anni molto bella, solare, allegra e aperta con tutti. Fin da piccolo ho frequentato scuole in cui ci andavano molti dei miei amici e uno in particolare Leonardo, il mio migliore amico. Con lui ho fatto piscina insieme, tennis, calcio oltre che alla scuola. Come ho già detto mia madre è molto aperta con gli altri e non è mancata occasione di dire alle sue amiche che io ho un pisello grande. Ultimamente sentii una conversazione tra lei e la sua amica Erika ( mamma di Leonardo ), in cui alla fine parlavano dei figli e di come si comportassero, mia madre se ne uscì dicendo che io avevo un pisello enorme e chiese ad Erika il suo come ce lo avesse e sentii dire, grazie al viva voce, che Leonardo non ce l'aveva così tanto grande e che forse erano 15 cm scarsi ( io sapevo che Leonardo aveva un cazzo piccolo perché fin da piccoli abbiamo fatto gli stessi sport e ho avuto la possibilità di vederlo nudo, come lui a me ). A quel punto mia madre sottovoce, per paura di farmi sentire, disse che se voleva un giorno sarebbero potuti venire lei e Leonardo a casa nostra per passare un pomeriggio insieme, a quel punto Erika disse di aver capito e chiusero la telefonata.

Quel fatidico giorno arrivò molto lentamente, l'anno scolastico era appena finito con la chiusura delle scuole e l'inizio dell'estate.
Era il 13 giugno quando scattate le 16.00 suonò il citofono, erano Erika e Leonardo. Salirono ed entrarono in casa, vennero accolti da mia madre entusiasta della loro presenza e disse:" ragazzi andate a giocare di là così dopo facciamo merenda."
Allora io e Leonardo andammo in camera mia a giocare un po' alla play. Verso le 17.00 sentii mia madre che ci chiamò dicendo che era pronta la merenda. Arrivati in cucina ci sedemmo a mangiare e a parlare fin quando;
Erika:" allora Luca che mi racconti ? Come va con le ragazze tua madre mi dice sempre che hai un bel pisello hahahaha."
Ero imbarazzato come Leonardo che disse:" Mah mamma che dici ?"
Erika:" Che vuoi ho solo detto quello che mi dice sua madre, era una battuta."
Intervenni con una risata ironica dicendo:" Emmh si è così ma non dovrebbe essere una cosa personale ? Giusto mamma ?"
Mia madre:" Si hai ragione ma è bello condividere queste notizie no ?"
Io:" Si però non mi sembra adatto adesso."
Erika:" Non ti preoccupare tesoro tanto pure io sono una mamma e vedo spesso Leonardo nudo, non è così figliolo ?"
Leonardo:" Si è vero non mi vergogno affatto."
Erika:" Visto Luca ? Leo che ne dici di farcelo vedere un po' così capiscono che non ti vergogni veramente ?"
A quel punto in cucina c'era il silenzio più totale e dopo che Leo diede l'ultimo boccone si alzò e si slacciò i pantaloni rimanendo in mutande. Allora Erika disse di avvicinarsi a lei e strofinando la mano sul pacco mi guardò e disse:" Lo vedi non si vergogna e poi non è neanche tanto grande."
Mia madre guardandomi intervenne dicendo:" A differenza tua Luca, giusto ? Dai spogliati pure tu."
La situazione stava sfuggendo di mano e non sapevo se continuare oppure oppormi, l'eccitazione era così particolare che non ebbi la forza di fermarmi.
Mi alzai e mi abbassai i pantaloni avvicinandomi a mia madre, disse:" Come puoi vedere quello di mio figlio è molto più grande."
Erika:" Si hai ragione ma dovremmo vedermi in erezione per sapere quanti cm sono di preciso."
In un'attimo con tutte e due le mani prese le mutande di Leonardo abbassandole fino alle caviglie e mostrando il suo cazzetto semiduro, causato dalla mano della madre, Leo non tentò neanche di coprirsi con le mani, era come se fosse ipnotizzato dalla madre e doveva ubbidire a tutto ciò che gli diceva di fare.
Presa dall'euforia fece uno scatto verso di me e passandomi da dietro mi abbassò le mutande mostrando il mio pisello. Quasi spaventato dal suo comportamento anomalo mi coprii con le mani e restammo io e Leo nudi in cucina con Erika che mi guardava costantemente il pacco coperto e mia madre che guardava quello di Leo.

Passarono 10 secondi fon quando mia madre mi disse:" Dai Lu non vedi che Leonardo si è mostrato tranquillamente a tutti ? Forza leva le mani e fallo vedere."
Ormai la situazione era persa così cedetti e levai le mani mostrando tutta la potenza del mio pisello moscio. Rimasero tutti e tre a bocca aperta ma sopratutto vidi Erika arrossire e iniziare a sudare.
Erika:" Wow Luca che pisello grosso che hai madonna, ha proprio ragione tua madre."
Mia madre:" Hai visto ? Che ti dicevo, io non dico mai bugie."
Erika:" Lo vedo tesoro è proprio grande non come questo qui."
Così dicendo diede una piccola pacca ai testicoli di Leo facendogli un po' male e si misero a ridere.
Erika disse:" Arrivati fin qua continuiamo e vediamo come sborrate che ne dici ?"
Mia madre:" Mi sembra un'ottima idea."
Senza altre parole Leo si prese il cazzo e si iniziò a segare lentamente, io prima lo guardai e pensavo alla situazione così surreale e poi grazie a una botto sul culo di mia madre mi svegliai e iniziai a segarmi pure io. Passò poco che presero tutti e due una posizione eretta, secondo Erika Leo si segava troppo lentamente e mentre impugnava per bene il cazzetto di Leo disse:" Mi sto per addormentare vuoi accelerare ?"
Iniziò a fare una sega a Leo molto velocemente e con foga fino a quando dopo 15 secondi sborrò a schizzi sul pavimento. Io mi stavo ancora segando mentre Erika disse:" Ma che cazz ? Già sei venuto ? Vergognati."
Mia madre nel frattempo scoppiò a ridere io invece mi continuai a segare mostrando tutta la grandezza del mio pisello, Erika era come incantata fin quando dopo 10 minuti sborrai pure io per terra con 10/11 schizzi. Ci ritrovammo tutti e due con il cazzo moscio e gocciolante di sperma davanti alle nostre madri il quale alla fine avrebbero dato un voto sulla prestazione.
Mia madre giudicò Leo ed Erika giudicò me, Leo ricevette un 3 mentre io un 10, ci rivestimmo e andammo in camera mia.

Fu un pomeriggio più unico che raro, non me lo scorderò mai nella vita. Straordinario.

Questo racconto di è stato letto 7 1 9 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.