Erotici Racconti

Beccato

Scritto da , il 2018-06-12, genere masturbazione

Salve a tutti, sono un ragazzo di 18 anni, alto e con un fisico abbastanza definito e un pisello di 18,5 cm di cui ne vado fiero. Vivo in una piccola casa solo con mia madre, una donna di 37 anni molto bella, con un fisico da paura dovuto allo sport che pratica, tennis, tette graziose e un culo da far resuscitare anche i morti, insomma una splendida donna dalla testa ai piedi.
Un giorno tornai da scuola e dopo mangiato visto che per la settimana successiva non avrei avuto compiti, decisi di riposarmi. Mentre giocavo alla play mia madre mi disse che stava andando alla lezione di tennis e io, concentrato sul gioco, annuì semplicemente. Appena uscì, mi prese una voglia di segarmi più forte del solito dovuto al fatto che non mi sfogavo da una settimana intera, quindi decisi di mettere un porno sulla TV mediante la play. Già ero eccitato e appena partì mi abbassai i pantaloni facendo uscire il pisello bello dritto e scappellato. Iniziai una lenta sega fin quando mi spogliai completamente rimanendo nudo sul divano, buttai tutti i vestiti per terra ( tanto la lezione di tennis di mia madre sarebbe durata un bel po' ) e mi iniziai a segare a gambe aperte sempre più velocemente. La goduria durò poco perché ad un certo punto sentii le chiavi girare la serratura, la porta di casa aprirsi e sentire mia madre che diceva che la lezione di tennis era stata cambiata ad un altro giorno. I passi si avvicinavano sempre di più in sala dove ci stavo io completamente nudo sul divano con un porno alla TV. Mi salì il panico perché non sapevo cosa fare ma ebbi l'attimo giusto per spegnere la TV, ma non quello di coprirmi. Aprì la porta della sala e a quel punto mi vide, ricordo ancora la sua faccia a bocca aperta.
- Luca ma cosa stai facendo ?-
- mamma secondo te ? -
- lo vedo bene che ti stavi facendo una sega, ma ti sembra il caso di fartela qui ? -
- hai ragione, ho sbagliato scusami -
- almeno se te la devi proprio fare vai in bagno -
In tutto quel tempo se ne sarebbe potuta andare ma invece restava li davanti a parlarmi e a guardarmi il pisello. Io lo notai e non feci nulla per coprirmi anzi glielo feci vedere per bene allargando leggermente le gambe e tirandolo ancora di più.
- ma non ti vergogni neanche un po' ? -
- no perché dovrei sei pur sempre mia madre -
- lo so hai ragione -
Stemmo in silenzio per 1 minuto ripensando all'accaduto, io con il pisello ancora duro fin quando
- beh, allora se non ti vergogni continua a fare quello che stavi facendo -
- ma mamma sei scema ? -
- no dico sul serio, tu hai detto che non ti vergogni e allora continua su forza -
- ma qui davanti a te ? -
- si -
La situazione stava sfuggendo di mano, ero nudo davanti a mia madre che mi chiedeva di farmi una sega davanti a lei. Mi guardava con uno sguardo malizioso e decisi di procedere.
Iniziai lentamente la sega mentre lei guardava attentamente il pisello, dopo aver preso finalmente lucidità della situazione mi disse
- ma te le fai così a secco le seghe ? -
- in che senso ? -
- voglio dire non usi nitente come lubrificante ? -
- di solito no -
Allora si avvicinò con una camminata sexy si mise con la testa perpendicolare al pisello e fece cadere uno sputo di saliva che cadde precisamente sulla cappella dicendomi
- ecco usa questa -
Il cuore mi batteva all'impazzata e non capivo più niente, spalmai per bene la saliva di mia madre per tutto il cazzo e iniziai a segarmi più velocemente, sempre più velocemente mentre la guardavo. Lei si stava eccitando e lo notai dalla sudorazione e da come si mordeva le labbra, si iniziò a spogliare prima la maglia poi i pantaloncini e le scarpe, rimase in intimo e si toccò le tette e la fica da fuori le mutande. Ero super eccitato e infatti poco dopo sborrai con 10-11 schizzi di sborra per terra, sul mio ventre e in parte mi colò sul pisello e lei venne. Fu nn pomeriggio indimenticabile.

Questo racconto di è stato letto 4 7 6 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.