Erotici Racconti

Presa per il culo dai miei zii (Marcella trav)

Scritto da , il 2016-03-28, genere incesti

Questa é una delle mie malefatte sono Marcella trav
Adesso ho 24anni,ma la mia storia è successa all'età di 21
Ora sono già avviata alla troiaggine da 3 e la cosa mi piace sempre di più.
Abito a Torino con i miei in un appartamento composto da soggiorno cucina un bagno e due camere matrimoniali in una dormono i miei l'altra è camera mia . Chi ha letto le mie porcate già mi conosce sono alta 1-67 e peso 58kg sono
molto femminile nei lineamenti
con un culetto molto pronunciato fianchi stretti e due chiappe a pera con tanto di spacco a dividerle perfettamente. Sono depilata completamente e ho una bocca carnosa e vorace.Amavo già gli uomini e mi sentivo una femminuccia alle prime armi ma i miei genitori sospettavano ma non avevano le prove e così mi trattavano come una figlia
senza farmelo pesare.
Tutto ebbe inizio un'estate di
tre anni fa io ho due zii che sono separati dalle rispettive mogliettine . Abitano a Catania
e sono i fratelli di mio padre.
Da quando sono rimasti soli ora vivono insieme . Hanno deciso di fare visita a mio padre dopo 12anni che non si vedevano. Mio zio Aldo ha 49 anni mentre mio zio Pippo ha
64anni.hanno i capelli ricci e portano i baffi tutti e due molto robusti con la pancia solo zio Pippo era basso ma molto forte e grosso come un Orso. Mamma aveva sistemato un
lettino singolo nella mia stanza.Dopo cena si parlava di tutto e uscì il discorso di come gli zii mi trovassero in splendida forma e che di sicuro
le ragazze facevano la coda per uscire con me. Ma subito guardai mio padre che si tratteneva dal ridere sospettando la mia femminilità
subito notato dagli zii. Poco dopo mia mamma espone la sistemazione per la notte.

Mamma: Allora Pippo tu e Aldo dormite in camera con il vostro nipotino. Voi vi sistemate nel letto matrimoniale e tu amore ti sistemi nella brandina .

Aldo: Grazie Franca cercheremo di non disturbare il nostro nipotino ahahahahah

Io: Ma cosa dici zione io sono molto felice che vi fermate qui una settimana ( anzi sono già bagnata)

Pippo: Vedrai che con noi starai bene ‼ non ti faremo mancare nulla ‼

Mamma: Va bene vi lascio riposare ci vediamo domani notte!

Pippo: Vado in bagno io poi vai tu Aldo


Una volta rimasto solo con zio Aldo lo vidi che si spogliava
aveva due gambe muscolose pelose sembravano due tronchi d'albero. Mio zio si girò e mi vide che mi mordevo i labbro e lo fissavo con libidine.

Aldo: Senti ti dispiace se dormo nudo sai sono abituato così mi sento più libero!

Io (ora ci provo) ma va zione
anch'io dormo nudo!

Aldo: A si ma non mi dire ‼

Io: Sai zio volevo confidarti un segreto ma mi raccomando resti tra noi ‼

Così dicendo mi alzai dal lettino e mi spogliai velocemente mostrandomi allo sguardo dello zio solo con un perizoma finissimo color rosso.

Aldo: Mi sembrava che mi stavi spogliando con gli occhi‼
Allora sei una zoccola.

Io: Sai zio non sono mai stato con un uomo maturo sono ancora vergine di culo ma con la bocca sono brava .
Sai a scuola i miei amici si fanno fare le seghe o massimo i pompini ma hanno tutti il cazzo piccolo tranne qualche ripetente dalle dimensioni equina ma nessuno che mi abbia preso per il culo ancora vergine.

Aldo: Ma hai un culetto che è uno spettacolo uguale a quello di una donna . devo dire cara nipotina che hai trovato i cazzi per il tuo culetto vergine ancora per poco‼

Lo zio Aldo in un attimo mi si presentò davanti tutto nudo solo con i boxer mi afferrò per le chiappe strizzandole con forza facendomi gemere come una troia con la sua bocca mi spremeva i capezzoli
e li leccava facendomi il solletico.
Aldo: Ti mancano solo le mammelle e poi sei come tua mamma una gran vacca‼

Io: Sai zio un giorno mi farò una terza abbondante solo per te.ma zio se arriva zio Pippo cosa può pensare ❓

Aldo: Non preoccuparti zio Pippo è di bocca buona ‼

Era evidente che zio Pippo lo infilasse da per tutto e la cosa già mi arrapava il pensiero dei miei zii che mi rompevano il culetto e tutto il resto mi rendeva ancora più troia.

Io: Si zione leccami tutta non smettere ti prego ‼

Aldo: Dai mettiti in ginocchio e datti da fare come a scuola ‼
In pochi secondi le grosse mani
di mio zio mi spinsero in basso
e mi ritrovai all'altezza delle sue mutande lo guardavo
dal basso verso l'alto e notai subito il grosso pacco che spingeva per venire alla luce.
Iniziai a mordere lo slip deformato dal grosso membro con le mani feci scendere le mutande e lo zio con un movimento dei piedi le tolse definitivamente mettendo il suo arnese proprio davanti al mio viso poi lo zio lo afferro con una mano e lo scappello completamente iniziando a bastonarmi il viso. Io ero completamente nelle sue mani

Io: Zio che cazzone grosso ummmmmm buono e ha un odore di
Pesce inebriante ‼

Aldo:: Si apri la bocca e tira fuori la lingua ‼
Lo zio continuava a sbattermi il suo uccellone in faccia e sulla lingua poi in un colpo secco mi entro in bocca prendendomi dalla nuca iniziò a scoparmi in bocca.

Continua un saluto a tutti Marcella trav bacio

Questo racconto di è stato letto 8 5 1 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.