L'amico di mio fratello 3

di
genere
etero


“Ehi Gere ci stai proprio dando dentro” non mi ero accorta che ci fossero Sara e mio fratello che ci guardavano, io arrossisco un po’ vergognandomi che mi facessi sfondare così… lui rallenta appena un poco.
“Fra, hai proprio una sorella puttana, se non me la scopo così non si diverta ahahaha”
“Fai bene! E abbiamo sentito come sei bravo! Abbiamo pensato a una sorpresa, ma però devi metterla a pecora”
“Hai sentito tuo fratello - esce da me - mettiti a pecora troia”
Io obbedisco ancora più eccitata.
“Ti stai divertendo sorellina?”
“Molto! Mi hai fatto proprio una bella sorpresa!”
“Lo immaginavo, si sentiva fino all’altra stanza quanto gemi… - nel mentre mi stava strizzando un capezzolo - Sara vieni - e lei si dispone a gambe aperte sotto di me e mi accorgo che è ancora bella sporca della sborrata di mio fratello. Lui mi prende la testa e me la mette tra le sue gambe - Assaggia la mia sborra sorellina, anzi troietta ti piace di più”
Non obbedisco subito, è di mio fratello e quindi non è giusto, ma i miei dubbi vengono sbloccati quando Gere me lo rimette dentro e Sara mi spinge la testa tra di lei. Non mi piace molto ingoiare, lo faccio solo se proprio devo, ma ora prendo in bocca tutto il suo seme con avarizia e lecco la mia prima fighetta. Non ho capito bene se mi piacesse, ma…

Al vedere la scena Gere stremato mi riempie la figa: “ahhh ma che fai, mi vieni dentro?”
“Zitta che ti è piaciuto - non ha tutti i torti - tuo fratello mi ha detto che prendi la pillola ahahahh”
Mi inginocchio e glielo succhio spremendolo così da beneficiare di ogni sua goccia.
Leccandomi le labbra e con fare provocatorio: “Era un peccato sprecare questa dolce crema!”
“Sei una puttana!”
scritto il
2024-04-23
3 . 9 K
visite
3
voti
valutazione
9
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.