Dipendenza ch3

Scritto da , il 2022-09-26, genere dominazione

Come promessa a me stessa, evito di avere tentazioni,
Qundi mi rinchiusi in casa uscivo raramente,
Ero felice che avevo trovato il giusto equilibrio,
Ma il diavolo ci mise la coda.
Abbiamo un grave problema all inpianto eletrico,
Siamo costretti ha chiamare una ditta specializzata in questo tipo di interventi.
Dovevamo rifare l'inpianto eletrico,
Poi dovevamo ripulire l'appartamento.
Mi ritrovo uomini in casa, non potevo avede i miei spazzi
d'intimita
Vedendo tutti quei uomini virili, anche un po' rozzi,
Riaccese il mio desiderio,
Giravano in casa circa 10 persone di vario genere ragazzi palestrati uomini maturi,
La mia farfallina gia pregustava il piacere di aver le loro attenzioni,
Dopo le prime settimane di inbarazzo,
Mi abituo a essere coinvolta in lavori che non avevo mai fatto,
Il fattaccio capito nella scelta delle piastrelle,
I miei ormoni erano ormai fuori controllo,
Mai poi mai mi sarei inmmaginata di capitolare con mario un 65 enne in soprapeso ma con una faccia da gran maiale.
Era dai inizzi dei lavori che non perdeva occasione di spiarmi, strusciarsi, toccarmi,
Lo lasciai fare convinta di tener
Tutto sotto controllo sbagliando.
Un giorno ero intenta a farmi una doccia, non doveve erserci nessuno,
Mentre mi asciugo vedo mario atraverso lo specchio che mi fissava il culo, invece di coprirmi,
mi piego a 90 allargando le gambe asciugandomi le caviglie, mostrandogli le mie intimita, rimasi cosi più del dovuto.
Senti un porco.... Cazzo se ne frega
Senti due mani afferarmi i fianchi e essere prenetrata con un colpo secco, fui travolta da quel ometto che era un toro infuriato,
Presa alla sprovista non reagisco e cosi dopo pochi minuti il primo orgasmo mi travolse facendo riemergere la mia dipendenza,
L omino mi riempi la fica di calda crema, solo in quel momento tramite lo specchio si incrociarono i nostri sguardi, ero ancora appogiata con le mani al lavabo, sorrisi mi girai guardandolo lo ringrazio, e mi avvio in camera credendo che era tutto finito li,
Mi sento spingere alle spalle cado sul letto e mi trovai una lingua che mi stava leccando la mia rossellina e dopo poco una cappella forzarla, il porco si prese anche il culo,
Madonna che inculata bestiale, me lo distrusse selvaggiamente, poi pretese che gli pullissi il cazzo.
Tutto successe senza dirci nulla.
Usci senza salutarmi o dirmi nulla io ero li sul letto aperta in tutti i buchi, soddisfatta e appagata.
La sera non dissi nulla dell accaduto a mio marito.
A fine lavori l omino che aveva altre volte aproffittato di me, porto il conto,
Mio marito rimase stupito aveva risparmiato qualcosa dal preventivo,
Rimarco e la prima volta in vita mia che un preventivo fosse più alto del conto finale.
Mario l omino francamente mi sono trovato bene con voi non siete i soliti rompicazzi che trovono sempre qualcosa che non va, poi la gentillezza e la disponibilità della sua signora sono impagabili, col suo sorriso e la sua grazia le giornafe sono state meno faticose, sperò che la signora sia rimasta soddisfatta del mio lavoro,
Lo facciamo con passione e devozzione, spero che se avrete bisogno ancora di noi chiami che sarò lieto soddisfarla,
Dicendo questo la saluta con un bacio sulle labra, e se ne ando.
Io guardo mia moglie mi nascondi qualcosa AMORE?
AMORE CREDO CHE IL SIGNOR MARIO
Si sia trovato bene da noi e sto pensando di dare una rinfrescata alla casa di montagna!
Visto che lavora con una certa passione, me lo dice strizzando un occhio.
Capisco che la troia mi nasconde qualcosa,
Quando te la senti mi racconti cosa è successo.
VEDREMO AMORE ricordati che ti amo e avolte preferisco tenere qualcosa per me,

Questo racconto di è stato letto 2 6 0 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.