La ragazza delle vacanze capitolo 2

Scritto da , il 2022-02-07, genere etero

Erano passati 7 mesi dal mio incontro con Chiara, era finalmente arrivato luglio ed ero partito per andare al solito villaggio dove ci trovavamo tutti, arrivato lì subito incontrai Chiara che mi saltò addosso, avevo paura che i rapporti tra di noi fossero rovinati dopo quell'esperienza a casa mia ma invece non era cambiato nulla forse eravamo solo più legati, ci mettemmo a chiacchierare e nel frattempo arrivarono anche gli altri nostri amici inclusa Giorgia, chiacchierammo un po' fuori hall finché non decidemmo di darci appuntamento più tardi in piscina, subito dopo andai nel mio bungalow a svuotare la valigia e riposarmi prima dell'appuntamento.
arrivai in piscina e trovai già lì Chiara e Giorgia, mi misi vicino a loro e iniziammo a parlare anche se la visione di quelle due in costume mi distraeva, arrivati tutti ci buttammo in piscina a rilassarci e perdere tempo, dopo un po' io tornai sul lettino per rilassarmi un po' e stranamente una nostra amica, Arianna, si avvicinò e si mise affianco a me, Arianna era cambiata molto rispetto a gli altri anni, era una ragazza alta, magra, aveva una carnagione piuttosto scura, lunghi capelli neri e lisci, occhi castani, un viso serio e altezzoso, labbra piuttosto sottili, delle tette non troppo grandi probabilmente una seconda abbondante e un culo molto bello e sodo.
Iniziammo a chiacchierare di cosa avevamo fatto durante l'anno e nel frattempo notai che Chiara mi fissava da lontano in maniera un po' minacciosa, Arianna intanto continuava a cercare occasioni per entrare in contatto fisico e la cosa anche se non mi dispiaceva mi lasciava piuttosto indifferente visto che lei non mi interessava chissà quanto, poco dopo arrivarono tutti gli altri quindi la conversazione andò a morire, finimmo per stare lì fino alle 19 per poi salutarci visto che tutti risalivano ai bungalow per fare la doccia e cenare.
Tornai al bungalow e mi feci una doccia aspettando che i miei tornassero per cenare, dopo cena ci ritrovammo tutti quanti al centro del villaggio dove ogni sera si teneva uno spettacolo, stavamo tutti insieme a guardare lo spettacolo quando a un certo punto Chiara e Cristian,il suo ex ragazzo, sì allontanarono andando verso la zona residenziale, la cosa mi stupi sul momento ma non mi feci troppe domande ma il tempo passava e loro non sembravano tornare, pensai di andare a dare un'occhiata anche perché sinceramente in quel momento provavo una leggera gelosia, è vero non ero innamorato di Chiara ma allo stesso tempo lei non mi era indifferente.
Arrivai fuori la casetta di Chiara dove sentì delle lamentele, mi avvicinai per sentire meglio e iniziai a sentire la loro conversazione, lei continuava a dirgli "no no" e "ti ho detto che non voglio fare sesso con te", lo diceva in maniera piuttosto spaventata mentre lui insisteva dicendole "dai solo una volta" lei continuava a rifiutare ma ad un tratto sentì uno strano rumore accompagnato da un urlo di Chiara, a quel punto pensai stesse per succedere qualcosa di strano quindi entrai e lì vidi, lei era stesa sul letto mentre lui la teneva ferma e continuava a baciarle il collo, mi avvicinai a loro, afferai Cristian per la spalla e gli dissi: "Cristian dovresti lasciarla stare ti ha detto di no!" lui si girò di botto, si allontanò da Chiara e disse: "andate tutti a fanculo me ne vado."
Chiara era scossa e subito mi abbracciò quando mi vide mentre singhiozzando mi ringraziava, le dissi che andava tutto bene e che non era successo niente, mi disse che non aveva voglia di tornare dagli altri e poi mi chiese di farle compagnia perché aveva paura di rimanere da sola, la sua famiglia era solita prendere due bungalow, uno per chiara e uno per loro e il fratello minore di chiara, visto che non c'era molto spazio, io ovviamente rimasi lì con lei.
Dopo un po' che eravamo lì abbracciati gli chiesi cos'era successo precisamente e lei mi disse che lui le aveva chiesto solo di parlare ma poi ha iniziato a provarci e a insistere sulla storia del sesso, dopo questa cosa ci stendemmo un po' e mi ritrovai a cucchiaio dietro di lei mentre cercavo di tranquillizzarla ma ad un certo punto lei si girò verso di me e mi disse: "sai io dopo quella volta a gennaio c'ho pensato molto e ho capito che è con te che voglio perdere la verginità." La cosa mi stupì e le chiesi se ne era sicura, lei mi fece un semplice sennò con la testa e poi iniziò a baciarmi, ci spogliammo quasi subito e per la Prima volta la vidi nuda, era davvero stupenda, si mise sopra di me e tornò a baciarmi mentre si strusciava sul mio cazzo che era diventato di marmo, durò poco perché poi lei me lo fece infilare dentro, era fantastico la sua figa era davvero stretta, lei inizialmente sembrava un po' sofferente ma poi iniziò a godere anche lei e continuammo a scopare, dopo un po' arrivai al limite ma questa volta mi ricordai di avvisarla in tempo, lei me lo fece tirare fuori e mi fece sborrare sulle sue tette.
eravamo entrambi venuti ed era stato fantastico ma ancora non bastava, mi chiese di seguirla nella cucina dove prima me lo succhio per un po', poco dopo si mise a 90 gradi appoggiata al tavolo pronta per farsi scopare, iniziai a scoparla questa volta con la vista del suo fantastico culo, iniziai a sculacciarla e palparle il culo mentre la scopavo e a lei sembrava piacerebbe un sacco, ma all'improvviso proprio mentre stavo sborrando sul suo fantastico culo ecco che si apre la porta del bungalow e vediamo Giorgia che evidentemente come me aveva pensato di venire a controllare cosa succedesse, fece un espressione scioccata e subito dopo andò via sbattendo la porta.

Questo racconto di è stato letto 3 8 0 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.