La vera prima volta con un anziano

Scritto da , il 2021-10-13, genere tradimenti

Chi ha letto il mio racconto precedente, la mia prima volta con un anziano, sa come mi è venuta questa fantasia, grazie al collega maiale.
Fu così che da settimane, ogni volta che torno a casa, mi masturbo guardando i porno di giovani fighette scopate da anziani. Questa fantasia l’ho condivisa anche con il mio fidanzato. Abbiamo scopato molto davanti a quei filmati e di nascosto a lui ho iniziato ad andare su siti di incontri. Lì ho conosciuto un signore settantenne, gentile e ben dotato. Vedovo, abitava a Milano, non distante da casa nostra. Ne ho parlato subito con il mio ragazzo, informandolo che volevo soddisfare questa fantasia con quell’uomo. Non è stato semplice. Il mio ragazzo infatti per quasi un mese se ne è andato di casa. Io, perversa, ho deciso allora di invitare l’uomo a casa mia per una cena, visto che il mio fidanzato se ne era andato. Arrivato a casa, noto con piacere che è meglio dal vivo che in foto. Era un gentiluomo, Giuseppe, ma non si faceva certo scrupoli a palpeggiarmi mentre cucinavo. Mentre ero ai fornelli, Giuseppe mi abbraccia da dietro baciandomi sulla testa. Le sue mani invece vanno sul mio culo e si spingono poi in avanti, toccandomi la patata dal vestitino. “Ti piace la donna mentre cucina?” Mi giro e spingo Giuseppe sul divano, si sdraia. Gli monto sopra stuzzicandogli il collo. Mentre gli lecco il collo e sbottono la camicia, il suo dito fa ispezione sotto il mio vestito, scostando le mutandine e raggiungendo la mia fighetta bagnata. Il suo dito si muoveva sempre più energicamente e puntava di tanto in tanto anche il mio culetto. Sorrido, facendogli capire che gradivo la cosa. Giuseppe è uno sveglio e usando il liquido vaginale come lubrificante, mi infila senza troppi complimenti, il suo dito in culo. Godevo e pensavo ai tanti film visti con il mio ragazzo. Giuseppe è proprio bravo, vediamo come sa usare il cazzo. Gli slaccio i pantaloni, era la prima volta che vedevo un uomo con gli slip dal vivo. Il suo cazzo era in tiro. Gli tolgo gli slip e mi butto a capofitto sul suo cazzo. Era depilato, con due nelle palle gonfie e una discreta cappella. Inizio a leccargliela, spostandomi a 69 e mettendogli in mostra la mia fighetta. Mentre gli lecco le palle, Giuseppe ci va di gusto, leccandomi la figa e infilandomi in dito in culo. Lo voglio. Mi alzo e mi metto a 90 sul divano. Giuseppe mi scopa con foga la passera e dopo poco mi incula. Ci sapeva fare. Mi viene sulla schiena, sentivo tutto il suo liquido caldo. Dopo aver scopato con lui mi sentivo in colpa per il mio fidanzato ma una bella sciupata era quello che ci voleva

Questo racconto di è stato letto 4 7 1 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.