La prima volta con un anziano

Scritto da , il 2021-09-30, genere tradimenti

Mi chiamo Veronica, 22 anni, segretaria di ufficio e super fidanzata con Guglielmo da 8 anni. Sono stata assunta da 6 mesi in un’azienda di Milano. È una piccola azienda, ci sono titolare e un suo collaboratore. Entrambi sessantenni. Il titolare è sempre fuori ufficio per consegne e visite si clienti, Mario ( nome di fantasia) è in officina a lavorare. Io, seduta alla scrivania a fare bolle. L’altra sera, il titolare mi chiede di uscire prima per passare da un cliente a fare una consegna vicino a casa mia. Io da brava vado dal cliente è il giorno dopo mi presento in ufficio. Accendo il pc e vado sulla cronologia per cancellare le mie ricerche di ieri, mi scoccia far vedere al mio titolare che stavo guardando le promo sul mio sito preferito di vestiti. “Oh mio dio!” Dalle 16 di ieri alle 18, ore in cui io non ero al pc qualcuno ha visitato dei porno sul mio pc! L’unico in ufficio a quelll’ora è quel maiale di Mario. Che schifo, si sarà masturbato sul mio pc. Schioccata, mi viene in mente anche quando vado in bagno ed ho le mestruazioni. I pannolini che butto lì trovo tutti spacchettati. Che maiale di merda. La cosa più angosciante è che guardava porno di vecchie e giovani ragazze con anziani. Ero disgustata. Pulisco con un fazzoletto la scrivania e lo butto nel cestino. Guardando nel cestino vedo dei fazzoletti. Facile riconoscere dei fazzoletti del dopo sega, sono un’esperta. Ne raccolgo uno, è ancora bagnato. Sento l’odore di sperma. Mmm ha lo stesso odore di quello di un giovane. Mi eccito. Torno sul video della ragazza che spompina il vecchio, annuso quel fazzoletto umido e con coraggio infilo la lingua per assaporare lo sperma. Con il dito inizio a masturbarmi, la mia fighetta si innonda. Mi devo fermare, sono sola in ufficio , il titolare è fuori ma Mario è di la, se entra a chiedermi qualcosa? Presa dall’eccitazione vado verso il bagno. Passo davanti a Mario e lo guardo tutta eccitata. Lui mi guarda. Apro la porta del bagno e lasciandola socchiusa, tolgo jeans e perizoma. Inizio a far pipì. Sento che Mario è lì vicino, sta prendendo delle cose vicino alla porta. Piscio sperando di essere guardata da quel porco. Mi tocco, spero che Mario stia facendo lo stesso e vengo CONTINUA

Questo racconto di è stato letto 1 0 0 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.