Sono il suo giocattolo

Scritto da , il 2021-09-26, genere trans

Amo travestirmi, e amo fare pompini, ma essere scopato è il massimo, sono anni, che incontro maschi, ma venerdì sera è stato pazzesco.
Avevo trovato un'inserzione dalle mie parti, una trav si prostituiva a casa sua, una decina di minuti ed ero da lei.
Indossavo reggicalze calze e slip, e mi sono portata un paio di scarpe col tacco.
Una volta da lei, nel suo lettone, mi ha succhiata. avevo voglia di scoparla, era da qualche mese che non lo infilavo in un bel buco maschile, ma ecco che vedo il suo cazzo.
Bello normale, come piace a mè, non resisto, mi stacco e lo spompino, lentamente, lei mi tocca il buchetto, lo lecca, mi bagno.
Ad un tratto non resisto più, mi giro ,mi metto a pecora, sollevando il culo, ti prego, inculami, infilami il tuo cazzo nel culo, e lei infilato il preservativo, mi mette del gel, e mi prende per i fianchi.
E spinge e mi infila, mi brucia, si ferma, e poi, le dico, sfondami, fammi male, e lei spinge brucia ma resisto, e poi godo.
Mi ha pompata per dieci minuti, e mi è venuta nel preservativo, e mi sono segata sborrando.
Do mani sono ancora da lei, la voglio, mi eccita e mi tratterà da schiava e da troia, mi inculerà subito appena entrata, e poi mi manderà via in tacchi.

Questo racconto di è stato letto 2 9 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.