Due bagnini per Rosa -5-

Scritto da , il 2021-09-13, genere orge

Rosa nel sedersi fa in modo di allargare le gambe per mostrare il microscopico perizoma all’amico, che se ne accorge e comincia a pensare che forse la serata gli riserverà una bella sorpresa.

Dopo il gelato si avviano verso il mare.

Giunti all’altezza dello stabilimento balneare, scendono sulla spiaggia ad ammirare la luna, appoggiati ad una cabina.

Rosa appoggia il capo sulla spalla di Piero e si strofina contro di lui, che scende con una mano verso il suo culetto, si infila sotto la mini e comincia ad accarezzarle i glutei.

Rosa alza il viso verso quello di Piero, appoggia le labbra su quelle dell’uomo, le infila la lingua in bocca e lo bacia con passione.

Il suo bacio viene subito ricambiato da Piero, che continua ad accarezzarle il culetto.

Poi mette l’altra mano su una tetta e la pastrugna con forza.

Rosa lo prende per mano e apre la porta della sua cabina, si inginocchia davanti a lui, gli apre la cerniera dei pantaloni e afferra il cazzo ormai in piena erezione.

Lecca la cappella, lo succhia, lo ingoia e inizia un pompino indimenticabile.

- si brava, lo succhi proprio bene, sei una vera raffinata del pompino, d'altronde con quelle belle labbra che ti ritrovi non poteva essere altrimenti –

Rosa glielo succhia veramente con molta devozione, il suo bel cazzo le piace veramente, le riempie completamente la bocca ed emana un vero sapore.

Il lavoro di bocca è fantastico, Piero sente l’eccitazione salire alle stelle e non riesce a trattenersi e la sua calda sborra entra tutta nella bocca di Rosa che ingoia con piacere.

L’uomo ha goduto, ma Rosa vuole raggiungere anche lei l’orgasmo.

Si sfila velocemente il top e la mini, si appoggia alla parete della cabina e invita Piero a scoparla alla pecorina.

L’eccitazione dell’uomo non è diminuita, il suo membro è ancora duro e la cappella penetra senza difficoltà nella figa della donna, mentre le mani afferrano i seni e li strizzano con forza.

La scopata è accompagnata da gemiti e sussurri dei due amanti, ma all’improvviso la porta della cabina si spalanca e appaiono Sandro e Luca, i due bagnini.

I due, avendo sentito rumori strani erano scesi a controllare.

Entrano con stampato sulla faccia un ghigno di soddisfazione.

- bene troia adesso hai finito di farti scopare da uno solo, proverai cosa vuol dire avere tre cazzi tutti per te.

Piero si stacca dalla donna con il cazzo duro fuori dai pantaloni e osserva cosa sta succedendo.

Adesso puttanona è venuto il momento di assaggiare i nostri cazzi –

Si tolgono i pantaloni ed esibiscono dei randelli di notevoli dimensioni, circa 24-25 cm, che Rosa aveva già provato, la fanno inginocchiare e le intimano di succhiare i loro uccelli.

La donna si attacca ai loro cazzi con passione.

CONTINUA ...

Questo racconto di è stato letto 2 7 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.