Christine, la prof. di Francese -14- (continua)

Scritto da , il 2021-09-13, genere orge

Per la prima volta ho vissuto l'esperienza del post lezione come una costrizione e non un piacere.
Scrivo al mio padrone.

Ciao.
ti racconto dell’ennesima lezione avuta con Giacomo.

Detto tra noi, sono contenta che tra poco tutto finirà, perché se ne andrà in vacanza.

Non so cosa avesse, forse era solo nervoso, ma è stato scortese e sgarbato per tutta la lezione.

Non posso neppure dire niente dal punto di vista scolastico, era anche preparato, ma aveva un atteggiamento fastidioso.

Ad ogni modo, finita la lezione, io già speravo che se ne sarebbe andato e saluti e baci, invece ha indicato che dovevamo andare verso la stanza da letto.
“guarda che non sei obbligato”, gli ho detto.

“tu sì”, mi ha risposto.

Siamo entrati nella stanza e mi ha fatto spogliare, poi si è spogliato lui.

Credevo fosse in vena di una sveltina, invece mi ha fatta coricare sulla schiena e si è messo a cavalcioni.

Ha inserito il cazzo tra le mie tette, e mi ha chiesto di stringerle con gli avambracci, avvolgendoglielo.

A quel punto ha preso ad andare avanti e indietro, strusciandolo tra le mie tette.

Aveva già fatto qualcosa del genere un paio di settimane fa, se ricordi, solo che quella volta non era arrivato alla fine perché ero riuscita ad interromperlo.

Anche questa volta, quando ho visto dalla sua espressione che stava per venire, ho provato a disarcionarlo, ma non si è mosso.

Anzi, ha aumentato il peso su di me e ha accelerato.

Ho chiuso gli occhi, e dopo pochi secondi ho sentito il fiotto del suo sperma sul viso.

È rimasto ancora qualche secondo su di me, poi si è alzato ed è andato in bagno a pulirsi (ormai nemmeno più mi chiede).

Ci siamo salutati e via, per fortuna.

Ora, io non sono scandalizzata per quello che è successo: non mi era mai capitato, ma conoscevo la posizione.

Quello che mi scazza, è che lui ormai mi usa come una mignotta: sono la sua pornostar personale, fa con me quello che non fa con la sua ragazza.

Perché la sua ragazza non credo che si lasci venire in faccia o di farsi trastullare da un vibratore, no?

Scusa lo sfogo, mi passerà sicuramente.

CONTINUA ...

Questo racconto di è stato letto 1 1 9 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.