Nel parcheggio

Scritto da , il 2020-01-06, genere etero

Siamo una coppia complice e affiatata, con 17 anni di differenza, io di corporatura robusta, lei una bella moretta con un fisico mozzafiato, e la figa sempre depilata.. Ci piace il sesso senza tabù e senza freni..amiamo fantasticare mentre facciamo l’amore, raccontarci le nostre voglie, soddisfarle e sperimentare cose nuove..
Amiamo il buon cibo e soprattutto il buon vino, la mia lei diventa una gran porca con un bicchiere di troppo.. quel poco che basta per renderla ancora più disinibita e vogliosa.. una sera di quest’estate decidiamo di cenare in un ristorante sul mare..sono rimasto sorpreso nel vedere che stranamente decise di indossare un vestitino nero che metteva in risalto le sue forme..in genere non ama essere al centro dell’attenzione, e non passa comunque inosservata anche con un jeans e una maglietta.. è la classica tipa che quando si alza per andare in bagno ha gli sguardi sia degli uomini che delle donne puntati addosso.
Adora provocarmi anche nei luoghi più improbabili e durante quella cena, dopo una bottiglia di vino e 2 liquori cominció a farmi capire di quanto avesse voglia di essere sbattuta bene..inizió a guardarmi fisso negli occhi sfiorandosi leggermente i seni con la scusa di sistemare la collana sapendo che questa cosa mi fa impazzire, avvicinó ripetute volte la lingua al bicchiere simulando che fossero labbra da leccare con la sua bocca carnosa..poi si alzò senza dire nulla dirigendosi verso il bagno, sculettando, per farsi desiderare e per fare in modo che tutti vedessero bene il suo culo tondo e la sua schiena nuda..ovviamente pagai immediatamente il conto per portarla immediatamente fuori di lì.. usciti da locale, mi mise la lingua in bocca immediatamente e arrivammo al centro del parcheggio dove si trovava la nostra macchina baciandoci in modo spinto, senza pensare che intorno potessero esserci altre persone.
Improvvisamente si fermó, e senza curarsi di nulla, guardandomi negli occhi si sfilò il periziona da sotto il vestito, lo fece scivolare giù e sussurrando mi disse..”devo toglierle perchè sta colando tutto tra le mie gambe”.. Mi passó il perizoma e me lo fece annusare, zuppo, iniziai a leccarlo.. anche lei si ritrovó a leccarlo mentre mi baciava.. il mio cazzo non stava più nei pantaloni, le slacciai il reggiseno e lo lanciai, e vidi i suoi capezzoli piccoli e duri premere contro la stoffa del vestito.. la forma del suo seno si vedeva perfettamente tanto che iniziai a toccarlo e a baciarlo quasi come se non avesse nulla addosso, mentre lei iniziava ad ansimare e a chiedermi di essere scopata li in quel preciso punto. Riuscì a portarla in macchina quasi spingendola dentro, e mi tirò subito fuori il cazzo dai pantaloni.. lo vidi sparire nella sua bocca, e senti’ le sue labbra scorrere dalla cappella verso le palle iniziando un pompino eccezionale, facendo arrivare il mio cazzo di marmo fino in fondo alla sua gola quasi a strozzarsi.. Io le misi una mano tra le gambe per sentire la sua figa liscia, apertissima e piena dei suoi umori.. le infilai un dito dentro ma non se ne accorse neanche per quanto ci sguazzava dentro.. lo bagnai bene e poi iniziai ad accarezzarle il culo.. fino a quando non lo infilai dentro e iniziai a muoverlo nel suo culo sentendola urlare di piacere..improvvisamente si scanso’ e decise di salire su di me, mi guardò e mi disse che aveva voglia di cavalcarmi forte.. prima di salire, accese la luce interna della macchina, e mi disse che magari qualcuno avrebbe avuto piacere di assistere allo spettacolo, poi lo fece scivolare nella sua figa e inizió a muoversi sensualmente ma in maniera decisa su di me.. schizzó dopo poco ovunque, bagnando il sedile completamente e urlando senza trattenersi, poi mi guardò e mi disse di voler ingoiare, quindi scese e prese di nuovo in bocca il mio cazzo aspettando la mia sbora calda.. successe poco dopo, le schizzai tutto in gola.. lei mi guardò, raccolse con ciò che era uscito fuori dalle labbra e si succhio’ il dito..
ci ricomponemmo e tornammo verso casa, sperando che qualcuno avesse visto il nostro attimo di follia.

Questo racconto di è stato letto 4 0 1 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.