La bionda della classe

Scritto da , il 2021-04-04, genere prime esperienze

che bella l'estate guadagnata dopo la maturità. E visto che ero un bravo studente sono arrivato all'estate dei mie 18 anni completamente vergine ed inesperto con le donne. Avevo avuto solo una mezza tresca con Elo una ragazza della mia classe.
Lei che aveva qualche mese più di me, bionda naturale con un corpo non troppo atletico ma nella sostanza era messa male e sopratutto aveva due belle tette e un volto angelico.

Finita la maturità decidiamo con la nostra classe di andare a festeggiare tutti insieme in una casa in alta montagna, in modo da essere isolati e poter fare un po di casino. il giorno della festa arriviamo ad inizio pomeriggio e subito iniziamo a bere con molta poca moderazione e cosi continuiamo fino a sera. risultato: siamo tutti tra l'allegro e lo sbronzo.

Ad un certo punto un amico che aveva bevuto decisamente troppo si sente male ed io ed Elo lo portiamo in una delle tante stanze e lo distendiamo sul letto, lei che aveva bevuto una consistente quantità d'alcol si stende accanto a lui rivolta verso di me, seduto su una poltrona accanto al letto. e cosi al buoi io e lei iniziamo a parlare e velocemente ripercorriamo la nostra storia di qualche tempo prima ed io le confesso "io continuo a pensare a te" e lei dicendo che non immaginava nulla si alza, si avvicina a me e sedendosi sulle mie gambe inizia a baciarmi.
si ferma un attimo e dice "beh, non sapevo che io potessi ancora interessarti, pero lo immagino sentendo questo" e mentre lo diceva stava stringendo il mio cazzo ormai gonfio attraverso i pantaloni. torna a baciarmi mentre con la mano continua a strizzare il mio membro, allora io con le mani inizio a toccarle le cosce scoperte dagli shorts e mi spingo sempre più verso il suo inguine quando ci giungo lei smette di baciarmi, si alza e si toglie la maglietta restando solo con un reggiseno bianco e poi si inginocchia di fronte a me e mi abbassa i pantaloni.

estrae il mio cazzo inizia prima a masturbarmi per poi prenderlo in bocca ed iniziare a farmi un pompino. ed io che ero alle prime armi non tardo per nulla a venirle in bocca ma lei continua a succhiarmelo con energia. fino ad alzarsi togliere gli shorts e stendersi sul letto accanto al nostro amico morente e togliendo le mutandine mi dice "vieni, entrami e prendimi".

io mi alzo e sentendo gli amici fuori dalla porta a fare festa, mi avvicino a lei e con paura provo ad infilarlo dentro alla sua calda ed umida vagina, ma all'inizio non è facile e quindi lei mi aiuta ad entrare per bene poi mi aiuta a sfilarmi la maglia e mi tira a se per baciarmi. io inizio ad andare avanti ed indietro con il bacino per sbatterla un po. io comincio a prenderci gusto e metterci sempre più passione. continuiamo a scopare in una stanza buia e lei mi dice "esci e sdraiati ora comando un po io" io ubbidisco e mi sdraio accanto all'amico che dorme sotto l'effetto dell'alcool. Elo prende e si diete sopra al mio cazzo turgido ed infilandoselo lancia un urlato di piacere e si slaccia poi il reggiseno mostrandomi le sue due grosse tette per poi iniziare a cavalcarmi mentre io con la mani gioco un po con i suoi seni che mi ballano a ritmo con i suoi colpi.

Mentre lei continua a scoparmi con forza e sta per venire, qualcuno da fuori bussa alla porta e ci chiede come stia il nostro amico. allora lei risponde con fatica mentre continua a scoparmi "beeene, non eentraare che sta dormendo, noi usciamo subito" quando sente che il disturbatore se n'é andato riprende a cavalcarmi con tutta la sua forza fino a venire da li a poco. tutta sfatta si accascia su di me, mi bacia e mi dice "adesso continuerai a pensare a me" e cosi dicendo si sfila il mio cazzo, si alza ed inizia a rivestirsi. io quindi faccio come lei e mentre stiamo uscendo per tornare tra gli altri la fermo, la spingo alla porta ed inizio a baciarla mentre con la una mano passo sotto ai pantaloncini e spostando le mutandine piene di umori gioco un po con la vagina. lei sta al gioco e poi mi dice "ora torniamo a bere poi continuiamo a scopare quando gli altri dormiranno" e così dicendo si libera da me e apre la porta.

Torniamo a bere con il resto della classe, le ore passano e le birre si accumulano ma io continuo a pensare a lei e alla grande scopata con cui ho perso la verginità.

con il proseguire della serata la gente inizia a crollare per la stanchezza e per l'ubriachezza ad un certo punto vedo che Elo si é rifugiata a dormire in una stanza, controllo ed é sola allora entro, chiudo la porta e avvicinandomi vedo che lei e distesa sulla pancia e lascia a vista il suo bel culo prosperoso quindi comincio a toccarle il culo, quindi mi spoglio ed inizio a togliere i suoi pantaloncini e nel mentre lei si sveglia si volta e dice "ah sei tu, ecco é proprio questo che intendevo, dormire e scopare insieme tutta la notte" allora si volta e mi lascia fare. io le tolgo le mutandine, le apro le gambe e distendendomi sopra di lei inizio a penetrarla da dietro nella stretta figa ma lei presto mi dice "preferisco guardarti" allora mi tolgo lei si gira e togliendosi maglia e reggiseno apre le gambe e mi invita a tornare dentro di lei, allora mi lancio ed inizio a scoparla e baciarla.
l'eccitazione da parte mia continua a salire e con essa la forza che metto nello sbattere Elo che apprezza ed inizia a mordermi il collo.
ma io la interrompo dicendo "ora facciamo come ho immaginato di scoparti guardando i porno e masturbandomi pensando a te", la prendo e la metto a pecora sul letto. le vado dietro ed inizio a scoparla con tutta la forza e foga che in corpo tenendole prima il seno con le mani per poi passare a tirarle i capelli e farla incurvare verso di me mentre uso sempre più violenza, fino a quando non vengo una seconda volta ma questa volta dentro alla sua figa. quindi la lascio andare e mi sdraio.
ma lei mi dice "non puoi mollare ora, io devo ancora fare" ed allora torna a cavalcarmi come prima, l'esperienza è ancora più bella di prima.

lei continua a montarmi ed io a toccarla tutta fino a quando la stanchezza con la costringe a crollare ed io le dico "okay, ci penso io allora" ed inizio a penetrarla nella posizione del missionario mentre le bacio collo e la limono. ma dopo poco mi rendo conto di essere devastato anche io ed allora decido di usare bocca e dita, mi abbasso verso la sua vagina e nel percorso le bacio seno ed addome, quando giungo alla sua passera ci infilo la lingua ed inizio a leccare le piccole labbra e ci gioco anche con le dita.
questo gioco continua e io prendo sempre più velocità fino a quando Elo non sembra venire perchè inizia ad urlare. allora io mi sdraio accanto a lei e torno a baciarla.

poi ci accolliamo e ci addormentiamo fino alla mattina dopo quando ci svegliamo ancora abbracciati. al risveglio ci baciamo ancora un po, ci alziamo, ci vestiamo ed usciamo.

Dopo quella serata incredibile ci sentiamo ancora un po ma le nostre strade si separano avendo scelto cammini universitari in città molto lontane.

Questo racconto di è stato letto 6 9 8 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.