Erotici Racconti

Dalla montagna al mare ( seguito)

Scritto da , il 2017-12-26, genere etero

E naturalmente il seguito non poteva proseguire tutto su un balcone affacciato
sulla spiaggia pubblica,ma sentimmo il bisogno ed il desiderio di ritirarci in buon
ordine verso l'interno della Villetta per farci i cazzi nostri ( o quantomeno i miei!)!
Già sovreccitati da quanto avvenuto all'esterno e per giunta in pubblico,lui una
volta sbattutami sul letto mi possedé con una voglia ed una forza inaudita ( sembrava
mi volesse aprire in due!) ed io rimasi quasi senza respiro e con un filo di fiato lo
supplicai di non fermarsi più! ( Avrei voluto che quel momento di sesso sfrenato
finisse mai!) Sentivo la mia Vagina pulsare e sebbene io ero rimasta quasi senza
fiato dalla sua esaustiva esuberanza sessuale,"lei" da ninfomane inappagata
continuava a pulsare e a chiederne sempre di più! Finalmente ( non so dire se
per me o per "lei"...) lui si svuotò completamente dentro di "noi" causando in me
una risata isterica di appagamento e di derisione nei confronti della mia ninfomane
fichetta! Rialzandomi poi dal letto,sbandai leggermente ed i miei fianchi si adagiarono
di nuovo gentilmente sul letto,finché con un colpo di reni ( di culo) deciso mi rialzai
e baciandolo grata mi recai in bagno per riprendermi!

Questo racconto di è stato letto 1 2 1 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.