Erotici Racconti

Dalla montagna al mare

Scritto da , il 2017-12-26, genere etero

Riprendendo dal mio racconto " In Montagna ", il mio amico facoltoso e Romano come
me,aveva anche un Villino al mare,in località S.Agostino,nei pressi di Tarquinia Lido,laddove
"Le Villette" ( così è denominata quella zona,nonché lo Stabilimento) si affacciano coi balconi direttamente sulla spiaggia e quindi sul mare! Dopo la ns.focosa avventura in
Montagna,lui mi propose di essere sua ospite nell'estate seguente nella sua "Villetta " al
mare,per riprendere il discorso lasciato a metà in Montagna! Avrei dovuto rifiutare? Di
certo no,e scambiandoci i ns.relativi numeri telefonici,ci dammo appuntamento per la
Estate a venire nella sua "Villetta "al mare! Io scesi in stazione,dopodiché con un Autobus
raggiunsi lo Stabilimento delle "Villette" a S.Agostino,dove fu facile riconoscere quale fosse
la sua "Villetta",visto che al di fuori c'era parcheggiata la sua Ferrari! Lo chiamai dalla
strada e lui si affacciò in accappatoio,e m'invito'a salire! Che vista,Ragazzi! Una bella
spiaggetta col mare quasi a lambire le "Villette" soprastanti ! Giù di sotto sdraiati al sole
una bellissima adunata di Ragazzetti e Ragazzette in topless,che rendevano subito
l'ambiente molto caloroso ed eccitante,mentre non sfuggivano alla vista i boxer ripieni di
Sesso dei Ragazzi! Io e lui con due " lettini da spiaggia " ce ne stavamo sdraiati sul suo
balcone ad ammirare di sotto quei bellissimi corpi seminudi al sole,che non facevano
altro che accrescere la voglia di fare sesso davanti al pubblico in noi! E chi ce lo vietava?
Così un po' a sorpresa mi affacciai sulla ringhiera del balcone e chiamai la prima Ragazzetta
che mi capitò a tiro, e le dissi: " Guarda noi e non te ne pentirai!" Quindi calai giù i boxer al
mio lui e gli feci un pompino succoso,sapendo benissimo di avere una spettatrice interessata all'apprendimento della " pratica"! Lei da sotto mi incitava a farlo impazzire,
ed era esattamente quello che stavo facendo io con le mie labbra bollenti e la mia bocca
da " pompinara" espertissima! Quando mi accorsi che stava per sborrare ,me lo sfilai di
bocca e lo feci velocemente appoggiare tra i ferri della ringhiera,ed il suo sperma colo'
giusto tra le mani di lei,che le aveva disposte "a barchetta "! Raccolto il prezioso liquido,la
Ragazzetta lo bevve con avidità ed alzando gli occhi mi ringraziò grata!

Questo racconto di è stato letto 2 1 2 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.