Porno Chic

Scritto da , il 2017-12-17, genere voyeur

Stesa sul letto completamente nuda, mentre si toccava lentamente tra le gambe, era molto invitante, sembrava una ragazzina che aspettava con ansia di fare sesso e lo stava facendo... sesso, solo che stava "scopando" con sè stessa! Si vedevano chiaramente le sue dita scivolare dentro e fuori la sua vagina ricoperta da una lieve peluria, il sonoro era davvero eccitante, si percepiva solamente quel "rumore" tipico che solo delle mani che escono ed entrano avanti e indietro dentro una fica già bagnata. Non sembrava avere fretta di venire la ragazzina, era evidente che cercava un piacere piú profondo piuttosto che raggiungere un orgasmo in pochi minuti solo per il gusto di dare spettacolo a chi la stesse osservando. Che volesse godere di brutto lo si capiva da come si toccava lentamente in ogni parte del suo giovane corpo: partiva dal seno per poi scivolare verso la "zona" fica e quindi ritornare su per strizzare i suoi capezzoli. Un gioco che faceva piú volte per eccitarsi ed eccitare lo spettatore, in questo caso io. E ci stava riuscendo, ad eccitarmi, sentivo ogni minuto che passava crescere il mio uccello dentro gli slip. Lo spettacolo nel totale non durava molto, poco piú di cinque minuti, culminando con lei che alla fine si sofferma un'ultima volta tra le sue gambe e sgrilettando defininitamente la sua giovane fica, raggiunge l'orgasmo. La sua schiena si inarca, dalla sua bocca diversi gemiti escono confermando il godimento e le sue dita che sempre piú velocemente escono ed entrano dal buco della fica, concludono la masturbazione avvicinandosi al suo viso facendosi strada tra le labbra di lei che dolcemente lecca assaporando i suoi umori. Lo spettacolo era stato davvero eccitante, stavo io stesso per segarmi, se non fosse che lei, Giada, mi chiese espressamente cosa non andava nel filmato per non essere stato accettato dal sito che gli avevo suggerito, ed io essendo già in ritardo per la risposta, non potevo permettermi altri svaghi tra i quali masturbarmi sul suo stesso Video.
Conosco Giada da sei mesi, ci siamo "incontrati" in Rete, Internet insomma, per passioni comuni su un sito per adulti abbastanza conosciuto. Tra i nostri Hobby in comune, avevamo (uso il passato e poi vi spiegheró perchè) quello di condividere video, foto ed esperienze personali, inserendo questi nostri contenuti su qualche portale, appunto, per maggiorenni... Hard o luci rosse se preferite il vecchio linguaggio. A Giada avevano rifiutato almeno un paio di video e vedendoli attentamente, sembravano "puliti": non si maltrattavano animali, non c'erano scene di violenza, non si vedevano persone pisciare, insomma... un video Hot come tanti altri. Solo che a differenza di tanti altri, questo (ma non solo) erano stati rifiutati e per di più senza una motivazione che gli (ci) facesse capire quale fosse il problema. Si, perchè ormai i portali per adulti avevano (hanno) preso la direzione secondo la quale "il sito è mio, faccio come mi pare ed a te non ti devo spiegazioni", punto! Il che non sarebbe nemmeno sbagliato, se la casa è loro, ci fanno entrare chi vogliono, un po' come diceva qualcuno "la carrozza è mia e ci faccio salire chi mi pare". Tutto OK, tutto lecito, sono d'accordo, se non fosse che le regole dovrebbero essere uguali per tutti, ma così non era (è). Buttando un occhio ai vari siti che avevano rifiutato il suo filmato, avevo notato che gli stessi avevano in archivio foto di ragazze dall'età ed atteggiamenti molto discutibili, uomini che urinavano sulle donne o scene sado maso decisamente spinte e questo solo per fare qualche piccolo esempio.
Ma voglio portare alla vostra attenzione un altro episodio prima di entrare nel dettaglio della storia, giusto per non cadere nella trappola o nella diceria "eh... vabbè, adesso per un singolo caso vogliamo fare di tutta l'erba un fascio?". No, appunto!
Parliamo di un altro filmato, allora.
L'ultimo girato è stato questa estate (2017) su una spiaggia un po' isolata. Ero con un'amica che chiameremo Alessia, anche lei abbastanza libera sessualmente e gli propongo di girare una piccola Clip erotica. Cerchiamo quindi un posto tranquillo ma non troppo, l'idea di essere scoperti comunque aiutava nell'eccitazione ed iniziamo a fare sesso, più o meno, in realtà gli chiedo di segarmi. Ma prima posizioniamo i nostri Smartphone (dettaglio importante) in due posizioni differenti, il mio su un lato in modo da riprendermi appunto lateralmente ed il suo frontalmente a me.
Ve la faccio breve: io sono in piedi, poco lontano da me le onde fanno da colonna sonora al video e lei è in ginocchio davanti a me. Dopo pochi minuti, tra lei che mi accarezza l'uccello, alternato da momenti in cui lo prende in bocca, ed io che gli tocco le tette, ovviamente il cazzo mi diventa duro e le palle si gonfiano. Sento che sto per venire e mi preparo a dare spettacolo per il video. Qualche secondo prima di sborrare, sfilo il cazzo dalla bocca di Alessia, lascio che entrambi i cellulari lo riprendano bene, frontale e di lato, ed inizio l'atto finale che mi porterà alla schizzata. Lo rimetto in bocca ad Alessia, afferro ora con le mani la sua testa e guido i movimenti avanti ed indietro lungo il mio uccello. Sento lo sperma salire lungo l'asta e... finalmente vengo, la spinta dello sperma fa togliere la bocca di Alessia dal mio cazzo, un secondo spruzzo la centra in pieno viso, sul naso, poi se lo riprende in bocca, ormai preparata alle sborrate le gestisce sputando fuori lo sperma mentre gli vengo dentro piú volte. Quindi prima di svuotarmi completamente, guido la sua mano lungo la mia asta per suggerirgli di continuare a segarmi e schizzo i restanti getti di sperma sul suo seno... cinque, sei, sette, otto sborrate che colano lungo lo spacco delle sue tette.
Questo è grosso modo quello che è accaduto tra me ed Alessia quella mattina, ma quando la settimana dopo ho messo in Rete il video "finito" e montato, quasi (anche qui sottolineo "quasi", poi mi spiegherò meglio) nessuno dei portali decise di inserirlo nei suoi archivi, insomma come si dice in gergo, di pubblicarlo!
Ora i casi erano due e sembravo un di C.S.I. in cerca della soluzione, ma che barancolava nel buio. Cosa non andava in questi video? Cosa non quadrava nei clip dove c'ero io, Chase appunto, Alessia e quello di Giada? E tornando a Lei, che fondamentalmente mi ha dato la spinta e forse l'input per andare a fondo a tutta la questione, perchè non riusciva a mettere su internet il suo filmato?
La domanda finale quindi era: perchè il video di Giada non andava bene? Ha un bel fisico, un gran bel fisico, forse un po' acerbo per la sua età, ma pur sempre una bella ragazza che chiunque farebbe carte false per scoparsela, io stesso la ritengo una delle ragazze piú belle che abbia conosciuto. Nel video poi appariva solo lei, distesa nuda sul letto che si masturbava per la gioia di chi la osservava. Di conseguenza mettere "on line" lei che si tocca, significava avere molta pubblicità per gli inserzionisti. Dove sbagliava la ragazzina?
L'illuminazione arrivò il giorno dopo, come sempre quando meno te lo aspetti. Torno a casa, rimetto il suo filmato e lo guardo con occhi nuovi:
«ecco perchè non è stato accettato, ed ecco perchè sono stati rifiutati quello mio e di Alessia» dico a me stesso osservando lei che si masturba, «come ho fatto a non capirlo prima» dico a me stesso mentre afferro il cellulare e compongo il numero di Giada.


...il resto della storia qui: http://chase90.altervista.org
E-Mail Autore: chasedessler@katamail.com

Questo racconto di è stato letto 3 5 9 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.