Erotici Racconti

Federica e la sua sublime pioggia gialla

Scritto da , il 2016-10-02, genere pissing

Sono Stefano, ho 25 anni. Mia mamma ha delle amiche, come tutte le mamme del resto. Queste amiche a volte vengono a trovarla a casa nostra, a prendere un caffè o un aperitivo... Questo dipende dall'ora ovviamente. Una delle sue amiche migliori si chiama Federica, una donna coetanea di mia mamma quindi anche lei sui 45 anni, molto magra con capelli castani, occhi nocciola, fisico asciutto ma molto elegante, viso ben proporzionato e di bell'aspetto. Questa sua amica in estate é solita portare sandali in cuoio sottili, tipo schiave e una gonna lunga di quelle estive chiare molto leggere. Ama indossare delle maglie senza maniche abbastanza attillate che mettano in risalto il suo seno (ha una terza abbondante). La cosa che mi fa impazzire di lei é che non porta biancheria intima. Non so se lo faccia tutto l'anno ma quanto meno in estate non la porta. Insomma una sera viene a casa nostra, io scendo ad aprirle, mi saluta con il solito bacio molto molto vicino alle labbra, poi la accompagno di sopra da mia mamma. Si salutano, soliti convenevoli fra amiche ecc... si siede in salotto e inizia a parlare con mia madre. Io mi alzo e vado in camera mia a controllare il cellulare che avevo lasciato la, quando lei si scusa e va un attimo in bagno. Io che ero in camera mia al sol pensiero della sua fichetta pelosa (ho avuto modo di vendergliela una volta quando mi sono chinato sotto il tavolo per raccogliere un tovagliolo) non ho saputo resistere e sono corso in bagno dalla mia camera per masturbarmi selvaggiamente e scaricarmi completamente. Ora premessa: la mia camera é collegata con il bagno che ha 2 punti di accesso, uno da camera mia e uno dal corridoio della cucina. Io non ho fatto caso alle porte chiuse (senza chiavi perché mancano) e senza pensarci troppo, con i pantaloni già abbassati e le mutande calate a metà (che lasciavano intravedere il mio pelo pubico biondissimo) apro la porta e entrò in bagno e.... E mi trovo lei con la gonna abbassata, a piedi nudi (si era tolta i sandali per entrare) con quel bel cespuglietto scuro in mezzo alle gambe che si stava accingendo a fare pipì... A quel punto cala un silenzio bestiale, io rimango interdetto e inizio a balbettare e a tentare malamente di ricompormi anche se non riuscivo più a chiudere i pantaloni per via della super erezione che mi era appena venuta. E lei in tutta la sua semplicità (e in tono estremamente malizioso) mi dice :" wow Stefano! Che bel cazzone che hai!!" E ancora :" aspetta aspetta a mettere via quella meraviglia fammi un po' vedere...". Lei sapeva benissimo cosa provavo sessualmente per lei, non é mica scema del resto. Evidentemente l'attrazione era reciproca e allora sapeva di poter dire quello che disse e infatti fu così. Io come un automa ma con un sorriso enorme la accontentai. Mi calai i boxer e scoprì il mio pene che già iniziava a colare umori abbondanti... E aggiunsi :" anche tu non scherzi la sotto". Con un mezzo ghigno Federica spalancò le gambe e con le dita scostò le grandi labbra facendomi vedere per bene il suo delizioso buchino rosa. Io le chiesi :" ma stavi facendo pipì prima che ti capitassi in bagno?" E lei rispose di si, e mi chiese :" ti piacerebbe guardarmi mentre la faccio?" Io annuì immediatamente e lei continuò :" e senti bellezza, me lo faresti un bel servizietto mentre la faccio?" Io non capivo più niente, mi sentivo stordito, inebriato.. Le dissi ovviamente di si é mi inginocchiai davanti al Water e avvicinando la testa alla sua fica iniziavo a intravedere i suoi umori e quell'odorino di pesce misto urina molto molto appetitoso... Così tirai fuori la lingua e iniziai a leccare, a mollarle di quelle slappate che nemmeno un Alano davanti ad una bistecca succulenta saprebbe fare di meglio... poi l'ho sentita.. ha iniziato a spingere e a far uscire la sua urina che per metà mi entrava in bocca e mi scendeva giù per la gola e per metà mi colava sul mento, sul collo e finiva nel water o sui miei pettorali... E che gemiti che faceva... Che gemiti! Una cosa fantastica... Lei che gode come una pazza e lo scroscio della sua pipì nell'acqua del water... Una volta finita tutta spalancò ulteriormente le gambe arretrando la posizione di seduta sul water, così da darmi la possibilità di leccare ancora più in basso... era talmente piegata indietro che avevo il suo bellissimo ano davanti ai miei occhi... Un buchino delizioso, nerissimo con l'orlo nero e con un leggero prolassino anch'esso nero, leggermente dilatato... Non persi tempo e le infilai immediatamente tutta la lingua dentro e la girai molte volte, in senso orario e anti orario. Lei grondava umori come una cascata, io intanto mi segavo con la sinistra a morte. Stavo per schizzare. Ad un certo punto lei gemette fortissimo e mi squirtò dritto in faccia e su tutta la maglia... io come reazione schizzai il mio sperma che per metà fini sul bordo del water e per metà sulla sua bella fichetta zuppa di umori... era una figa pazzesca, nuda completamente bagnata e ansimante, ormai quasi sdraiata completamente sul nostro wc... dopo 20 secondi io realizzai che mia mamma che era di la avrà certamente sentito questi gemiti e starà sicuramente pensando qualcosa. Ad un certo punto sento bussare alla porta e da dietro mia madre che dice :" Fede? Tutto bene? " io allora mi alzo a velocità missile, malamente mi ricompongo e passo dalla seconda porta e mi ritrovo in camera mia chiudendomela alle spalle. Sento poi da dietro la porta Federica aprire a mia mamma e dirle :"si sì tesoro, tutto benissimo sai mi é venuta una voglia di soddisfare certi bisogni e... capiscimi" e mia mamma che le risponde :" ah si Fede figurati non sei mica la sola che si masturba ogni tanto! " e dopo scoppiano a ridere entrambe... per fortuna ha pensato che avesse fatto tutto da sola.. chissà cosa avrebbe detto se ci avesse colto in flagrante... non oso pensarlo... Comunque la Federica ci sa proprio fare... Dio benedica le ragazze disinibite che si sanno divertire e che sanno essere complici di certe avventure clandestine... Sono la salvezza dal piattume della vita quotidiana... Le amerò sempre e le giudicherò sempre come persone speciali e superiori visto che almeno loro la vita se la sanno godere veramente...!

Questo racconto di è stato letto 1 6 6 2 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.