Erotici Racconti

Volevo scoparmi la tipa, ma mi trovai io a pecorina

Scritto da , il 2014-10-31, genere gay

Mia moglie era uscita di casa di corsa,sua madre non stava bene,mi lascio' un biglietto con scritto di scaldarmi un piatto di pasta che faceva schifo....
Decisi di andare al ristorante sotto casa.Mario il cameriere mi fece accomodare e iniziai a ordinare.
Davanti al mio tavolo c'era una coppia,erano molto belli,lui un bel ragazzo muscoloso e alto,lei una strafica da urlo!
Spesso ci guardiamo negli occhi,lei accenna un sorriso!
Il suo amico si alza per uscire a fumare,lei prende dalla borsa una penna,e sulla carta dei grissini scrive il suo numero di cell. si alza anche lei,e con la scusa di raggiungere il suo amico,mi lascia con molta discrezione il pezzo di carta sul tavolo......
Il giorno dopo gli mando un sms,lei mi dice di chiamarla e dopo un minuto la sua bella voce sensuale mi fece venire il cazzo duro....poi al telefono era molto porca,diceva cose dell'altro mondo.....tipo,avrei voglia di succhiarti il cazzo,ti ho visto al ristorante,avevi un bel pacco.mmmmmmmm
Io se non fosse che ero in auto,mi sarei fatto un bel segone......
La ragazza si chiamava Martina,e mi invita a casa sua.La raggiungo nel suo bellissimo appartamento in centro,lei mi riceve nuda.....era bellissima,ci baciamo,poi mi prende per mano,andiamo in camera sua e inizio a leccargli la fica,aveva delle tette belle sode,impazzivo dalla voglia di scoparla!
Lei mi fece una pompa favolosa,gli sborrai in faccia quel viso bello con le sue labbra carnose che mi aveva fatto il pompino piu' bello della mia vita....
Volevo scoparla,non vedevo l'ora,anche il suo culo era sembrava una scultura,sodo e bello,pensai di scoparla prima e dopo di incularla.......
Ma un rumore di serratura ci fece saltare! era il suo amico,che ci trova nudi a letto!
Io ero diventato freddo,avrei voluto scappare,ma lui entro' in camera,chiuse la porta a chiave e inizio' a spogliarsi,lo guardavo mentre si toglieva i vestiti,aveva un bel fisico possente e un cazzo che moscio faceva paura!
Pensavo che voleva fare sesso in tre....ma mi accorsi che le sue mire erano altro!
Adesso brutto bastardo te la faccio pagare,ti sei scopato la mia donna,e adesso ti spacco il culo!
Mi fece mettere a pecorina,lei era davanti a me in silenzio e spaventata,lui mi appoggio' la sua grande cappella e senza nessun lubrificante mi affondava tutto il suo cazzone nel mio culo vergine stretto e asciutto,il dolore era bestiale,ma lui era piu' forte di me e non potevo scappare,mi sentivo spaccare,quando il suo cazzo cominciava a entrare pregavo si fermasse,ma lui mi infilo' tutto il suo enorme cazzo,piangevo dal dolore,poi inizio'a pompare,il dolore stava piano piano sparire,intanto mi piaceva come mi scopava il mio cazzo era duro,e lui disse alla sua donna,guardalo come gode questo frogio,a pure il cazzo duro lo sapevo che gli piaceva il cazzo!!!!!
Dopo avermi scopato a lungo,mi sfilo' il cazzo e mi sborro in bocca,un fiume di sperma mi inondo' la gola,mi costrinse a bere e ingoiare,manda giu' lurido frogio!
Poi si rivesti' e ando' via,la sua amica piangeva,ma ebbi la forza di scoparla lo stesso,anche se il mio culo era in fiamme e faceva un male bestia!
Non ho mai saputo se i due erano d'accordo per fare questo oppure no! la bella ficona non lo piu' vista ne sentita.
A me e' rimasto il culo rotto ma la voglia di ripetere quell'esperienza.......

Questo racconto di è stato letto 7 0 4 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.