Una sera a Saturnia

Scritto da , il 2014-08-19, genere gay

Abito a circa 40 minuti dalle terme di Saturnia in Toscana,bellissimo posto termale,la sera nella zona sopra le cascate c'e' un discreto giro gay,fino a notte inoltrata.
Capita spesso in ogni perido dell'anno di venire a fare il bagno di notte ed imbattersi in situazioni piacevoli......
Ma anche spiacevoli per qualcuno,infatti molti,entrando i n acqua lasciano asciugamano cell. e ogni altro,e spesso sono preda di furti.
Succede come a Mario,un ragazzone di 35 anni alto 1.95 di farsi rubare tutto! comprese le chiavi della macchina......e di trovarsi nudo! nudo come mamma l'ha fatto,si,perche' dentro l'acqua e' calda sui 35 gradi,ma appena esci,di notte e' freddo!
Mario si trova nudo,con la sua auto chiusa,senza soldi cell e altro,e lo vedo girare nudo incazzato,nella speranza almeno di trovare le chiavi,nel buio della notte!
Erano le tre,notte fonda,e non c'era nessuno,mi fermo per chiedere se aveva bisogno di qualcosa,Mario si presenta e mi racconta la sua disavventura,era da qualche ora nella pozza di acqua calda con altri ragazzi,e si era fatto fare una pompa,poi sono andati via,e lui si era addormentato,per svegliarsi senza nulla....
A freddo,trema,lo faccio salire in auto e accendo i riscaldamenti,in auto con la luce posso vederlo meglio.....il suo fisico possente e virile mi porta gli occhi sul suo cazzo......e' bello,a riposo e di generose dimensioni......
Gli propongo di venire con me a casa mia,ma prima di andare a fare la denuncia ai carabinieri del paese,che per fortuna conoscevo bene.
Dopo pochi minuti,ci dirigiamo verso casa mia,Mario aveva addosso solo un mio giubbetto......
Per fortuna non doveva scendere nudo dalla macchina,avendo io il garage sopra casa,abbiamo evitato di dare spettacolo......
L' odore che si ha addosso e' simile allo zolfo,e solo dopo numerose doccie si riesce a toglierlo.
Mario e' sotto la doccia,mentre io sto'cercando dei vestiti,per sua fortuna,anche io sono abbastanza alto e robusto,quindi portiamo le stesse taglie.
Esce dalla doccia,e ci prendiamo un caffe' caldo,lui intanto non e' piu' imnbarazzato di stare nudo e coperto dal mio accappatoio,ci sediamo a fare due chiacchere,intanto sono le 4.30 e dopo la 5 grappa di barique,convinco Mario a dormire e lui senza problemi mi segue nel mio letto.
Ma non mi trovavo a letto con un etero,Mario era gay e anche attivo,e dopo pochi minuto sentivo il suo uccellone sbattere sul mio culo.....
A fatica feci un pompino,a fatica perche' il cazzo di Mario era enorme e non riuscivo a farlo entrare bene in bocca,ma quando lui mi disse che avrebbe voluto incularmi,iniziai a sudare freddo.....
Non ti preoccupare,sono esperto e delicato,non sentirai alcun dolore,poi immagino che di cazzi ne avrai presi anche te!!!! ehehehehehhehe non fare l'angioletto!
Mario mi scopo' alla grande,sentivo il suo cazzone nel mio culo aprirmi come una cozza,venne almeno tre volte,sempre in culo,anche se io avrei voluto farmi sborrare in faccia......ma lui mi assicuro' che appena svegliati mi avrebbe accontentato,ci addormentammo abbracciati,il giorno dopo scopammo per tutta la giornata!!!!

Questo racconto di è stato letto 5 3 9 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.