Lisa - Capitolo 01

di
genere
fantascienza

Capitolo 1: La Doppia vita di Lisa
In una vivace metropoli, le luci al neon illuminavano le strade animate da musica e movimento incessante. Grattacieli imponenti si stagliavano nel cielo come antiche sentinelle, proiettando ombre lunghe e intricate. Era un luogo che non conosceva riposo, un palcoscenico di sogni ed eccessi dove viveva Lisa, una giovane dai due volti.
Lisa è alta circa 1,60 metri, il che le conferisce una presenza compatta e armoniosa. Ha una corporatura snella e formosa, con una figura a clessidra che esprime sia femminilità che forza. Il viso è caratterizzato da lineamenti delicati e armoniosi. Ha un viso a forma di cuore con zigomi alti e una mascella ben definita. I suoi occhi sono di un colore verde chiaro, spesso descritti come affascinanti e espressivi. Sono uno dei suoi tratti distintivi più riconoscibili ha capelli tinti di rosso che spesso porta in uno stile lungo e ondulato. Ha un sorriso caloroso, con denti bianchi e ben allineati che illuminano il suo viso. La pelle è chiara e luminosa, con un tono uniforme e privo di imperfezioni. Ha una carnagione radiosa che contribuisce al suo aspetto sano e fresco. Ha le spalle ben proporzionate e un petto sviluppato, il che contribuisce alla sua figura a clessidra. Il suo busto è uno dei tratti più distintivi della sua figura. Le braccia sono toniche e snelle, con muscoli definiti ma non eccessivamente pronunciati, indicando una routine di esercizi equilibrata. Ha una vita stretta e ben definita, con un addome tonico che spesso le piace mostrare. Ha fianchi femminili e gambe ben proporzionate, con cosce ben sviluppate e polpacci definiti. Le sue gambe slanciate contribuiscono alla sua figura formosa.
Durante il giorno, Lisa era un'esemplare studentessa di biologia, sempre impeccabile nel suo camice bianco, quando non lo usava optava per un look casual ma elegante, spesso indossando jeans attillati, top semplici e giacche leggere. Il suo stile casual è sofisticato e accessibile. Un'aura di concentrazione la circondava mentre i compagni ammiravano la sua bellezza eterea e la mente brillante. "La tua ricerca sulla genetica è straordinaria, " la elogiava spesso il professor Rossi, ricevendo un sorriso modesto che celava un 'ardente ambizione.
Ma quando calava il buio, avveniva una metamorfosi. Lisa diventava una figura magnetica che dominava il palco del club più esclusivo della città. Danzava con grazia ipnotica sul cubo di vetro, catturando gli sguardi ammaliati del pubblico estasiato. "Sei una visione stasera! " gridavano gli spettatori, a cui rispondeva con un sorriso ammiccante, completamente calata nel suo ruolo alternativo. Altre volte, intratteneva gli utenti online con le sue esibizioni su un noto sito per adulti. Le sue danze sensuali e la naturale avvenenza attiravano un pubblico fedele.
Quella sera Lisa aveva appena ricevuto il diploma, un traguardo che la riempiva d 'orgoglio. Per celebrare, scelse di trascorrere la notte nel suo club preferito, lo stesso dove si esibiva come artista. "Stasera la serata è tutta per me! " annunciò alzando il primo drink. Il barman, ormai un amico fidato, le servì un cocktail esplosivo con un cenno d 'approvazione.
Con la musica che pulsava incessante, Lisa si abbandonò al ritmo, lasciandosi travolgere da un 'ondata di euforia ed eccitazione. Danzava con sempre maggiore frenesia, acclamata dal pubblico in delirio. Forse bevve un po' troppo quella notte, completamente immersa nei festeggiamenti.
Il mattino seguente Lisa si svegliò con un lancinante mal di testa, avvolta in un torpore post-festivo. Si ritrovò distesa su un divano nel retro del locale, la pelle sudata ancora nuda. "Oh cielo, cosa ho fatto ... " mormorò stordita mentre ricordi confusi affollavano la sua mente.
Con cautela si rivestì, raccogliendo gli abiti sparsi, e uscì nell'aria fresca del nuovo giorno che sembrava alleviare quel dolore pulsante. Ma un senso di disagio persisteva. Forse era giunto il momento di prendere una decisione sulla sua doppia vita.
Camminando verso casa, Lisa rifletteva profondamente. Da una parte la razionalità e la scienza, dall'altra la libertà e il desiderio di espressione artistica. Era possibile conciliare questi due aspetti contrastanti di sé?
Alla fine decise di continuare a esplorare entrambi i percorsi, lasciando che ogni lato contribuisse a plasmare l 'individuo che voleva diventare. Con rinnovata determinazione, si avviò incontro al nuovo capitolo della sua esistenza, pronta ad affrontare qualunque avventura l 'attendesse.

Buongiorno a tutti, ho modificato il mio racconto perché era troppo lungo ed essendo la prima volta che ne scrivo uno sarà pieno di errori o può risultare noioso da leggere, è un racconto scritto con l'aiuto dell'IA, ma questo penso si sia intuito subito. Se questo racconto può risultare piacevole da leggere o interessante pubblicherò anche il seguito Grazie per l'attenzione.
di
scritto il
2024-06-17
8 5 9
visite
7
voti
valutazione
5.9
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.