La fine della vacanza ritorno a casa cambiata

di
genere
tradimenti

Mi alzo x pranzo
ho lo stomaco ancora in subbuglio
non ho digerito lo sperma di ieri notte,
Scendo chiedo a nonna un biodasi
nonno mi guarda sorridendo mi dice non hai digirito le salsicce?
Non so perché rispondo è la maionese che mi è rimasta sullo stomaco.
Lui ne hai..........nei ai ingoiata tanta di maionese?
lo dice toccandosi il cazzo
vieni qui
mi avvicino mi fa male sedere sulle ginocchia
Non posso crederci è eccitata sento chiaro il suo cazzo tra le antiche.
Mi sussurra Umberto mi ha detto che sei golosa
Nonna guarda nonno e lo rimprovera
Lasciate stare questa povera ragazza
Dio divento rossa dalla vergogna sanno tutto.
Mi metto a piangere scappo in camera
mi chiudo dentro.
bussano è un nonna
gli apro
mi abbraccia tranquillizzati e qui nessuno ti giudica
ma il paese è piccolo la gente mormora.
Abraccio nonna cosa devo fare
nulla fai quello che ti senti e non badare a chiacchiere
qui tutti anno scheletri nei armadi.
Nonno e sulla soglia che mi guarda
tutto apposto ?
faccio cenno di si
poi guarda nonna
mi accarezza il volto io scendo preparo la tavola
passa affianco a nonno e gli sussurra sei un porco
nonno chiude la porta
sono seduta sul letto tremo come un cerbiattolo
lui si avvicina mi accarezza il viso
sei proprio bella saii
ai fatto strage di cuori in paese
tutti parlano di te
Ti desiderano tutti
mi da un bacio sulle labra
ma prima devono avere il mio consenso
già Walter ha sbagliato
Ora però dovrei
mostrarti una cosa
involontariamente abbasso lo sguardo sulla sua patta
lui sorride
dopo dopo ora voglio mostrarti una cosa
Do cosa mi succede sento una forte atrazione verso mio nonno
mi alzo lo abraccio
mi solleva e mi avvinghio al suo collo con le gambe avvolte alla sua vita mi sorregge con le mani sul mio sedere
lo bacio
lui cazzo ne ai succhiatji di cazzi hai un alito pestifero
mi fa scendere mi gira verso lo specchio
mi spoglia nuda
guardati
guardo il mio giovane corpo acerbo
cosa vedi?
mi osservo non so rispondere
mi afferra da dietro i seni
mi stimola i capezzoli ansimo
COSA VEDI?
IL MIO SGUARDO È CAMBIATO
la sua mano scivola sul monte di venere
ho un sospiro
il dito gioca tra le mie labra
COSA VEDI
mi vedo nuda!
SI MA COSA VEDI
Inizio a care umori
ho il volto che è deformato di piacere
UN DITO E SUL MIO ANO CHE SPINGE
COSA VEDI
mi entra e dico
UNA TROIAAAA
ecco si sei una troia
come tua madre
tale madre tale figlia
mi fa pressione alle spale
IN GINOCCHIO
mi vedo inginocchiata guardo dallo specchio nonno spogliarsi
dio ha un cazzo asinino
oggi avrai il mio consenso di fare la troia in paese non deludermi
mi trovo il cazzo difronte mi gira di lato e inizio a succhiare
NONNA di sotto chiama che è pronto
sto succhia do il cazzo a nonno e mi piace cazzo mi piace
Umberto ti ha svezzata bene sei meglio di tua madre
tu lo fai con passione brava la mia nipotina
vedrai nella vita farai strada se sai usare il tuo talento.
no come tua madre che la ha data a porci e cani per un lavoro in ufficio.
tu devi volere il meglio chiaro
vedi di farti sverginare dal tuo cornuto chiaro.
dico si mentre vengo colpita in volto da un getto di sperma
ho una maschera di sperma
COSA VEDI ORA?
MI GIRO VERSO LO SPECCHIO
quello che vedo un volto pieno di sborra
guardo nonno attraverso lo specchio mi spalmo lo sperma sul viso
come se fosse una crema

rispondendo una lurida troia

nonno si ricompone e scende
NON LAVARTI SCENDI COSI

scendo trovo zio Umberto e il fratello minore di nonno mi osserva
c'è stato il battesimo da quel che vedo

Nonna mi guarda non dice nulla, serve i piatti

lo zio Umberto juliana sei sulla bocca di tutti sei una star qui lo sai
IL Fratello di nonno sorride mi dice domani mattina avrei bisogno del tuo aiuto juliana
ho la casa in disordine c'è bisogno di un tocco femminile
Guardo nonno e Umberto che mi fanno con la testa un segno di consenso,
Rispondo un timido si.
La cena procede senza nessun discorso fatta solo di sguardi e sorrisi.
Alzandosi il fratello di nonna dice bene si è fatto tardi andiamo juliana
Rimango di stucco
borbotto un non era domani?
Lui si ma così ti risparmi la strada e sei già su da me.
Guardo nonno e umberto
Quello che che mi sorprende di più e nonna che dice ha ragione vai tesoro che ci penso io a sparecchiare
non me lo aspettavo
sto per salire in camera per prendere il vestiario per la notte
IL FRATELLO DI NONNO
su andiamo che non hai bisogno di nulla
guardo il suo sguardo già precludo un'altra indigestione
lo seguo a testa bassa.

scritto il
2024-05-22
5 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.