Vita da cornuto.

di
genere
tradimenti

-Cazzo.. ma dove sei stato? Dovevi arrivare subito e invece è più di mezz'ora che cerco di evitare che questo porco mi sborri in bocca prima del tuo arrivo!-

Aveva bofonchiato la moglie con parole salivose mentre succhiava il cazzo di quello sconosciuto.

-Lo so.. lo so hai ragione ma ho trovato un traffico pazzesco! Cerca di resistere che mi spoglio e arrivo.-

-Ma cosa ti vuoi spogliare?! Apriti i pantaloni, tiralo fuori e vieni a inginocchiarti accanto a me prima che ti sborri addosso e questo mi spari tutto in gola rendendo vana l'attesa!-

Aveva già il cazzo duro (E' un classico dei cornuti quando la moglie è impegnata con un altro maschio) ed ubbidendo agli ordini della moglie, se lo era tirato fuori e si era inginocchiato appena in tempo per ricevere lo schizzo in faccia sborrandosi contemporaneamente, in mano.

Dopo i primi due fiotti, la moglie aveva fatto appena in tempo a prenderlo in bocca per farsi scaricare gli ultimi schizzi in gola.

Poi, dopo aver raccolto con la lingua lo sperma sul viso del marito, lo aveva baciato in bocca per condividere, come fosse un gelato, quella cremosa leccornia.

-Sapere che avresti tardato tanto, me lo sarei portato subito in camera per farmi calmare i bollori che ho tra le cosce.

Adesso comunque, che l'aperitivo l'abbiamo gustato, pulisci per terra dove hai sporcato e poi, vai in cucina a preparare qualcosa per cena mentre io vado a far assaggiare alla mia cosina questo cannolo e prepararla per bene per stanotte.-

Aveva aggiunto la moglie dopo avergli ripulito con la lingua, il viso ancora umido.

Il marito, dopo essersi leccato e succhiato con le labbra le dita imbrattate dal suo stesso sperma, aveva ripulito il pavimento e vestendosi da cameriera col solo grembiulino addosso, era andato a preparare la cena.

Quando infine era andato in camera ad avvisare che la tavola era pronta, la moglie era distesa sul letto a cosce spalancare e con un rivolo di sperma che le colava dalla fica mentre il cornuto, dal canto suo, offriva allo sconosciuto col cazzo gocciolante ed ancora abbracciato alla moglie, lo spettacolo di due vistosi piercing sui capezzoli mentre sul corpo, completamente glabro, spiccava tatuato l'epiteto 'Cornuto' e da sotto il grembiule faceva capolino da uno striminzito perizoma ricamato e col filo perso tra le chiappe, il suo pisellino ingabbiato.

Vita da cornuto!

scritto il
2024-04-29
4 . 3 K
visite
2
voti
valutazione
2
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.